Annullato l’affidamento in house di concessioni e servizi portuali l’affidatario non può proseguire l’attività neppure provvisoriamente

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> PROCEDURA DI AFFIDAMENTO --> AFFIDAMENTO IN HOUSE

Sintesi: Se il giudice amministrativo ha ritenuto illegittimo l’affidamento in house di concessioni e servizi portuali, consentire che l’affidatario continui, senza soluzione di continuità, a gestire il servizio, sebbene in via provvisoria, costituisce elusione del giudicato.

Estratto: «5.3.– Da quanto sin qui esposto, risulta come l’amministrazione comunale abbia posto in essere un’attività elusiva degli obblighi di esecuzione, imposti con la sentenza di cognizione, per due ordini di motivi. In primo luogo, perché, avendo la sentenza ritenuto illegittimo ... _OMISSIS_ ...ento del servizio alla D’A., il Comune non poteva consentire che quest’ultima continuasse, senza soluzione di continuità, a gestire, neanche in via provvisoria, il servizio stesso. Né vale obiettare che vi fosse l’esigenza di assicurare le necessarie prestazioni, nelle more dell’espletamento della procedura di scelta del socio privato, in ragione dell’imminente stagione estiva. Infatti, l’ente avrebbe potuto scegliere altre opzioni organizzative e non quella ritenuta illegittima dal Tar.»