Finalità e contenuto della direttiva comunitaria 2008/99/CE

uo;obiettivo principale che si propone la direttiva è quello di dare effettività alla protezione dell’ambiente, dal momento che «L’esperienza dimostra che i sistemi sanzionatori vigenti non sono sufficienti per garantire la piena osservanza della normativa in materia di tutela dell’ambiente.(…)» [1] Un’efficace tutela dell’ambiente esige, in particolare sanzioni maggiormente dissuasive per le attività che danneggiano l’ambiente (…) [2]; obiettivo che può raggiungersi «(…) mediante la disponibilità di sanzioni penali, che sono indice di una riprovazione sociale di natura qualitativamente diversa rispetto alle sanzioni amministrative o ai meccanismi risarcitori di diritto civile.» [3]
... _OMISSIS_ ... a siffatta finalità di fondo, e connessa ad essa, vi è pure l’obiettivo di addivenire ad uno standard normativo di protezione minimo ed uniforme, tale da consentire il ricorso a metodi di indagine efficaci e soprattutto a strumenti di cooperazione internazionale, giudiziaria e di polizia, indispensabili per il carattere sovente transnazionale delle condotte criminose, altrimenti preclusi dal disomogeneo livello di tutela vigente negli Stati membri [4].

In tale prospettiva, è di rilievo richiamare quanto previsto dalla decisione quadro 2002/584/GAI in tema di mandato di arresto europeo, con riferimento:

all’inserimento della criminalità ambientale [5] fra i reati suscettibili di dar luogo alla procedura di consegna indipendentemente ... _OMISSIS_ ...ella doppia incriminazione; alla limitazione dei casi di rifiuto, dell’autorità giudiziaria del paese interessato dall’esecuzione, di eseguire il mandato d’arresto.

A tale ultimo riguardo, va rilevato che la Corte di Cassazione ha di recente statuito [6] che «(…) in tema di mandato di arresto europeo, sussiste il motivo di rifiuto della consegna previsto dall’art. 18, comma primo, lett. p), della legge nr. 69 del 2005, solo quando la consumazione dei reati oggetto del mandato di arresto europeo sia avvenuta in tutto o in parte nel territorio italiano, e le relative condotte, sufficientemente precisate nei loro estremi oggettivi con riferimento a fonti specifiche di prova, siano idonee a fondare una notizia di reato che cons... _OMISSIS_ ...autorità giudiziaria italiana l’immediato e contestuale esercizio dell’azione penale per gli stessi fatti per i quali procede il giudice estero».

I crimini ambientali, inoltre, risultano inseriti nella lista dei reati per i quali è possibile dare corso all’esecuzione nell’Unione Europea dei provvedimenti di blocco dei beni o di sequestro probatorio, a prescindere dalla doppia incriminazione, secondo quanto previsto dalla decisione quadro 2002/584/GAI [7].

In tale contesto, si spiega l’obiettivo di obbligare gli Stati membri a criminalizzare le violazioni delle disposizioni comunitarie in materia di tutela di ambiente: esso costituisce l’indispensabile presupposto perché vengano attivate tutte le richiama... _OMISSIS_ ... di carattere procedurale.

Il disegno seguito dalla Commissione – sostanzialmente riproduttivo di quello già tracciato nella Decisione Quadro 2003/80/GAI [8] – può definirsi a cerchi concentrici.

Innanzitutto, si provvede a definire, nell’ottavo “considerando” e nell’articolo 2, l’area dell’illecito da presidiare con misure adeguate, mediante il richiamo agli atti legislativi adottati ai sensi del Trattato CE e del Trattato Euratom – dettagliatamente indicati negli allegati “A” e “B” – nonché ad ogni atto adottato dagli Stati membri in attuazione della predetta legislazione comunitaria.

Tali atti individuano i beni-interessi da tutelare, dalla cui ... _OMISSIS_ ...nde il carattere di illiceità della condotta.

Successivamente, la direttiva fissa, all’articolo 3, i parametri da seguire nell’attribuire rilievo penale alle condotte illecite, così delimitando l’area dell’assoggettamento a sanzione penale, e ciò facendo innanzitutto sotto il profilo dell’elemento materiale della fattispecie.

A tal fine, viene attribuita rilevanza alla gravità delle violazioni, rapportata, sostanzialmente, al pericolo concreto ovvero al danno cagionato, per l’ambiente e l’incolumità delle persone.

Di conseguenza:
lo scarico, l’emissione o l’immissione illeciti di un quantitativo di sostanze o radiazioni ionizzanti nell’aria, nel suolo ... _OMISSIS_ ...ssumono rilievo penale, sempre che si tratti di condotte che provochino o possano provocare il decesso o lesioni gravi alle persone o danni rilevanti alla qualità dell’aria, alla qualità del suolo o alla qualità delle acque, ovvero alla fauna o alla flora;
la raccolta, il trasporto, il recupero o lo smaltimento di rifiuti, e più in generale la gestione dei rifiuti, va sanzionata penalmente qualora provochi o possa provocare il decesso o lesioni gravi alle persone o danni rilevanti alla qualità dell’aria, alla qualità del suolo o alla qualità delle acque, ovvero alla fauna o alla flora;
così pure la spedizione di rifiuti va perseguita penalmente qualora sia effettuata in quantità non trascurabile in un’unica spedizion... _OMISSIS_ ...izioni che risultino fra di loro connesse;
l’esercizio di un impianto in cui sono svolte attività pericolose o nelle quali siano depositate o utilizzate sostanze o preparazioni pericolose entra nel novero dei crimini ambientali sempre che provochi o possa provocare, all’esterno dell’impianto, il decesso o lesioni gravi alle persone o danni rilevanti alla qualità dell’aria, alla qualità del suolo o alla qualità delle acque, ovvero alla fauna o alla flora;
la produzione, la lavorazione, il trattamento, l’uso, la conservazione, il deposito, il trasporto, l’importazione, l’esportazione e lo smaltimento di materiali nucleari o di altre sostanze radioattive pericolose vanno assoggettate a sanzione penale q... _OMISSIS_ ...no o possano provocare il decesso o lesioni gravi alle persone o danni rilevanti alla qualità dell’aria, alla qualità del suolo o alla qualità delle acque, ovvero alla fauna o alla flora;
l’uccisione, la distruzione, il possesso o il prelievo di esemplari di specie animali o vegetali selvatiche protette, o di parti di esse o di prodotti derivati, costituiscono attività criminali, salvo i casi in cui l’azione riguardi una quantità trascurabile di tali esemplari e abbia un impatto trascurabile sullo stato di conservazione della specie;
le condotte commesse in danno di un sito protetto meritano di essere sanzionate penalmente sempre che provochino il significativo deterioramento di un habitat;
infine, la produ... _OMISSIS_ ...importazione, l’esportazione, l’immissione sul mercato o l’uso di sostanze pericolose per l’ozono costituiscono illeciti penali ove comportino una riduzione del relativo strato.
Vi è, poi, un’ulteriore delimitazione dell’area della rilevanza penale compiuta dal legislatore comunitario, relativa, questa volta, all’elemento soggettivo della fattispecie.

Perché scatti l&r...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 9784 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto.

pdf 325 pagine in formato A4

30,00 €