Responsabilità del committente e dell'appaltatore per la manutenzione delle strade pubbliche

DEMANIO E PATRIMONIO - STRADE - RESPONSABILITÀ CIVILE - ART. 2051 - AFFIDAMENTO A TERZI

In tema di responsabilità della PA per la c.d. insidia e trabocchetto è possibile distinguere tra casi in cui il pericolo occulto sia effettivamente riconducibile alla sfera di controllo dell'ente proprietario o concessionario della strada, in cui un comportamento colposo dell'ente è immediatamente individuabile, e casi in cui, al contrario, la fonte del pericolo non sia riconducibile in via diretta all'ente gestore della strada, ma, ad esempio, ad un terzo.

La responsabilità della Pubblica Amministrazione per omessa o cattiva manutenzione del demanio stradale discende da puntuali disposizioni normative che impongono agli enti territoriali obblighi di ma... _OMISSIS_ ...curezza delle stesse, con la conseguenza che l'esternalizzazione della manutenzione stradale a soggetti terzi o la concessione agli stessi di autorizzazioni per l'alterazione del suolo pubblico non determina il venir meno degli obblighi di sorveglianza e controllo in capo all'Ente, sul quale permane l'obbligo di verificare e garantire che il manto stradale si trovi in condizioni tali da garantire il transito in scurezza di pedoni e veicoli.

L'affidamento in appalto della manutenzione stradale alle singole imprese non sottrae la sorveglianza ed il controllo del comune, atteso che il contratto d'appalto per la manutenzione delle strade di parte del territorio comunale costituisce soltanto lo strumento tecnico-giuridico per la realizzazione in concreto del compit... _OMISSIS_ ..., proprio dell'ente territoriale, di provvedere alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade di sua proprietà ai sensi dell'art. 14 del vigente Codice della Strada, per cui deve ritenersi che l'esistenza di tale contratto di appalto non valga affatto ad escludere la responsabilità del comune committente nei confronti degli utenti delle singole strade ai sensi dell'art. 2051 c.c.

DEMANIO E PATRIMONIO - STRADE - RESPONSABILITÀ CIVILE - ART. 2051 - AFFIDAMENTO A TERZI - CANTIERE

La presenza stessa del cantiere sul luogo dei sinistro è di per sé sufficiente a rendere effettivo il controllo del Comune, trattandosi di area necessariamente ben delimitata, le cui potenziali condizioni di pericolo sono conosciute a priori dell'ente pubblico, come c... _OMISSIS_ ...diata e diretta della presenza degli stessi lavori.

Se l'area di cantiere è efficacemente delimitata ed affidata all'esclusiva custodia dell'appaltatore, con assoluto divieto del traffico veicolare e pedonale, dei danni subiti all'interno del cantiere risponde esclusivamente l'appaltatore, che ne è l'unico custode.

Se l'area su cui vengono eseguiti i lavori e su cui insiste il cantiere è ancora adibita al traffico e, quindi, utilizzata a fini di circolazione, permanendo il dovere di vigilanza da parte dell'ente titolare della strada, sia pure insieme all'appaltatore, sussiste la sua responsabilità ai sensi dell'art. 2051 cod. civ.

La responsabilità del proprietario della strada che non abbia inibito la circolazione all'interno di ... _OMISSIS_ ...iere è esclusa solamente dal caso fortuito, che ricorre quando la causa dell'evento dannoso sia un elemento esterno, recante i caratteri dell'imprevedibilità e dell'inevitabilità, a nulla viceversa rilevando che il danno risulti causato da anomalie o vizi insorti nella cosa prima dell'inizio del rapporto di custodia.

Anche in caso di appalto o comunque di affidamento di lavori da realizzare sulla pubblica via, se il bene continua ad essere destinato all'uso precedente, come nel caso di una strada comunque aperta al pubblico transito di persone e veicoli, la custodia permane anche in capo all'ente proprietario, che è, pertanto, chiamato a rispondere con l'appaltatore di eventuali danni a terzi.

Nell'area di cantiere la mancanza di cartelli di seg... _OMISSIS_ ...seguente invisibilità della esatta ubicazione del pericolo è ascrivibile sia all'appaltatore, in relazione al suo obbligo di custodire il cantiere, di apporre e mantenere efficiente la segnaletica, nonché di adottare tutte le cautele prescritte dall'art. 8 Codice Stradale e relativo regolamento, sia all'ente proprietario della strada, in relazione al suo dovere di vigilare sull'esecuzione delle opere date in concessione, ed altresì di emettere i provvedimenti necessari per la sicurezza del traffico

Anche in caso di rimozione della segnaletica di cantiere ad opera di ignoti, l'ente proprietario è tenuto a dimostrare che il danno all'utente della strada è derivato da una situazione improvvisa, in nessun modo ricollegabile ad un precedente difetto di dilig... _OMISSIS_ ...eglianza della strada.

Anche se a conoscenza che nel tratto percorso vi è un cantiere, per il principio dell'affidamento l'utente della strada non è tenuto ad individuare e schivare un'impalcatura nient'affatto segnalata, per giunta in una zona non illuminata.

In tema di strade soggette a cantiere, la mancanza di cartelli di segnalazione e conseguente invisibilità della esatta ubicazione del pericolo è ascrivibile sia all'appaltatore, sia all'ente pubblico proprietario.

Anche in caso di appalto o comunque di affidamento di lavori da realizzare sulla pubblica via, se il bene continua di fatto ad essere destinato all'uso precedente, come nel caso di una strada, nonostante l'emissione di ordinanza di divieto di circolazione, rimasta ... _OMISSIS_ ... al pubblico transito di persone e veicoli (anche se limitata ai residenti della zona), la custodia permane anche in capo all'ente proprietario, che è, pertanto, chiamato a rispondere con l'appaltatore di eventuali danni a terzi.

Se l'area su cui vengono eseguiti i lavori e su cui insiste il cantiere è ancora adibita al traffico e, quindi, utilizzata a fini di circolazione, permane il dovere di vigilanza da parte dell'ente titolare della strada, sia pure insieme all'appaltatore, e dunque sussiste la sua responsabilità ai sensi dell'art. 2051 cod. civ..

Dei danni sofferti dall'utente della strada all'interno di un'area di cantiere efficacemente delimitata ed affidata all'esclusiva custodia dell'appaltatore, nel caso di assoluto divieto del traffi... _OMISSIS_ ...pedonale, risponde esclusivamente l'appaltatore, che ne è l'unico custode.

In tema di danni determinati dall'esistenza di cantieri e lavori stradali, se l'area del cantiere è stata completamente enucleata, delimitata ed affidata all'esclusiva custodia dell'appaltatore con conseguente divieto su di essa del traffico veicolare e pedonale, dei danni subiti all'interno di questa area risponde esclusivamente l'appaltatore che ne è l'unico custode; se, invece, l'area risulti ancora adibita al traffico, ciò denota che l'ente titolare della strada ne ha conservato la custodia, sia pure insieme all'appaltatore, utilizzando la strada ai fini della circolazione e pertanto la responsabilità per danni subiti dall'utente a causa di lavori in corso su detta strada grava su e... _OMISSIS_ ...tti salvo poi l'azione di regresso dell'Ente proprietario della strada nei confronti dell'appaltatore dei lavori a norma dei comuni principi in tema di responsabilità solidale.

Indipendentemente dunque dal rapporto di concessione o d'appalto, se la strada continua ad essere aperta al pubblico transito di pedoni e veicoli, permanendo la custodia anche in capo all'ente proprietario, quest'ultimo risponde unitamente all'esecutore dei lavori degli eventuali danni a terzi.

La P.A. ha l'obbligo di segnalare la p...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 28460 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2368 pagine in formato A4

40,00 €