L’autotutela come potere di vigilanza in materia di demanio stradale

L'art. 822 del codice civile disciplina il demanio stradale come accidentale, precisando implicitamente la necessaria asserzione di volontà amministrativa per la sua attribuzione alla finzione sociale.

In particolare, il demanio in commento assorbe tutte quelle reti infrastrutturali destinate al pubblico transito per cui si percepisce il bisogno di marcare la proprietà della P.A. al fine di garantire l’interesse comune.

Il tema è abbastanza pregnante: la tenutezza della manutenzione e la sicurezza divengono argomenti di notevole rilievo considerata la tutela della vita delle persone che fruiscono di questa tipologia di bene.

Per questo il legislatore prima e l’operatore giudiziario dopo hanno contribuito a garantire ch... _OMISSIS_ ...lici di gestione e di difesa potestativi fossero trasferiti al concessionario privato a cui è affidato il compito sia di costruire che di esercitare il bene medesimo: viene in rilievo la casistica dell’ordine di rimozione di manufatti costruito da privati irregolari perché non osservanti la distanza minima dalla sede stradale.

Diverse le discipline che prevedono la competenza ad esercitare l’autotutela come potere di vigilanza in materia.

Storicamente, l’art. 378 della legge fondamentale 20 marzo 1865 n. 2248 all. F. conferiva tale potere al sindaco comunale quale manifestazione del ripristino possessorio della sede stradale di competenza territoriale, in seguito con l’avvento dell’art. 107 del d.lgs. 18 agosto 2... _OMISSIS_ ...sto Unico degli Enti Locali), percettore della “mescolanza normativa” in tema di separazione dei poteri politico/amministrativo, affida tale discrezionalità all’organo amministrativo dirigenziale.

Un tratto distintivo nella repressione dell’abuso del privato è la corretta sussunzione dell’ipotesi delittuosa nella sfera normativa di previsione, in giurisprudenza è consolidato il pensiero per cui la scelta della potestà pubblica di ripristino della legalità dipende dalla qualifica dell’illecito.

Al riguardo, diversamente dagli altri profili tipici di reprimenda legale, occorre chiarire che la reale portata dell’intento sanzionatorio nel regime amministrativo della giustizia autonomamente imposta dalla P.... _OMISSIS_ ...riportare la situazione possessoria quo ante all’evento lesivo affinché il bene liberato dalla condotta oppressiva illegittima riprenda la sua funzionalità predestinata, al contempo viene assolto il duplice fine di esternare un deterrente verso futuri comportamenti di identica natura.

Il disegno del legislatore in relazione a specifiche fattispecie di indebita occupazione di suolo pubblico spinge alla riflessione che il disposto di cui all’art. 823, comma 2 c.c. abbia una valenza di natura generica onnicomprensiva di ogni rapporto, ma regressiva in presenza di una normativa tecnica di settore che sussume la casistica in un confine di specie.

Così è per le strade urbane che, inquadrate dall’art. 3, comma 16 della legge ... _OMISSIS_ ...n. 94, sono tutelate dalla competenza del sindaco e del prefetto, quest’ultimo per quelle extraurbane, in applicazione di misure esecutive, laddove ricorrono motivi di pubblica sicurezza o occupazione abusiva ex art. 633 c.p.

In tali circostanze, i soggetti coinvolti possono agire per il ripristino dello stato dei luoghi imponendo le spese necessarie agli occupanti materiali.

La magistratura interessata, sia amministrativa sia di legittimità, precisa che la modalità di verifica della ricorrenza dei presupposti di legge per il ricorso allo strumento esecutivo di autotutela è principiata con l’accertamento della proprietà della strada, quale bene che rientra nella patrimoniale pubblica attraverso particolari canali di acquisizione t... _OMISSIS_ ...rsquo;inclusione negli elenchi di genere oppure mediante l’uso conforme nel tempo a favore di una data comunità.

Invero, una fazione alternativa a questa impostazione rileva diversamente la fondamentale precisazione che, ai fini del possibile ricorso allo strumento pubblico di cui in menzione, non assume importanza tanto la classificazione stradale rilevata dalla indicazione della stessa negli appositi elenchi predetti, quanto piuttosto l’esercizio della servitù pubblica di passaggio a cui rivolge la sua principale destinazione d’uso, e non importa neanche se tale circostanza sia acclarata ab immemorabili essendo sufficiente che rappresenti una condizione attuale ed effettiva della medesima.

Riepilogando, in riferimento al pa... _OMISSIS_ ...le ogni eventuale abuso perpetrato illegittimamente dal privato a sostegno delle proprie ragioni contrasta con lo spirito ordinamentale per cui si pone a garanzia l’autotutela possessoria.

Pertanto, i principi a cui è rivolta la precitata forma di tutela affermano la supremazia dell’interesse collettivo, animato non solo dalla salvaguardia del tipo di bene, ma anche e soprattutto dall’esigenza di assicurarne l’effettiva fruizione mediante la quotidiana circolazione conformemente alle caratteristiche strutturali di sicurezza dello stesso.

La macrocategoria del bene “strada” non esaurisce le proprie risorse in fatto di ammissibilità della tutela amministrativa di cui alla norma codicistica in commento, ma enucl... _OMISSIS_ ... ulteriori sviluppi pratici per ipotesi che possiamo asserire come residuali.

Più segnatamente, si tratta di censure che non attengono direttamente all’asse viario principale, ma all’occupazione abusiva di immobili minori pur se a quello stricto sensu pertinenti.

La regolamentazione dell’istituto è sempre univoca, ciò che è diverso è la contemporanea operatività in diversi settori.

In questa prospettiva, viene in rilievo che il potere di riesame amministrativo è riconosciuto anche ad un soggetto privatistico come Anas s.p.a.

La casistica si dilunga in termini abbastanza ampi sulle case cantoniere che, com’è noto, possono essere assegnate a dimora privata agli stessi dipendenti.

... _OMISSIS_ ...alche pronuncia isolata, che incentra la propria convinzione sul tipo di bene annoverandolo come patrimoniale e non demaniale, quindi nulla quaestio sulla natura del soggetto agente, il giudice amministrativo riconosce la permanenza in capo al soggetto privato di che trattasi dell’ausilio coattivo fornito dall’autotutela per riappropriarsi del bene fungibile al corretto esercizio della strada di competenza, pur dopo che l’occupante è cessato dalla mansione che rivestiva in costanza di servizio.

In sostanza, anche se organizzato secondo una nuova forma societaria, il nuovo organismo mantiene nel proprio assetto le connotazioni pubblicistiche che possedeva prima tra cui anche la potestà esecutiva di sommaria esecuzione.

Si agg... _OMISSIS_ ...udice amministrativo ha definitivamente esteso (rectius confermato) ad Anas la disciplina propria delle norme primarie codicistiche enucleate dagli artt. 823-829 c.c.

In altre occasioni, l’autotutela è direttamente funzionale alla conseguenza dell’annullamento di un titolo autorizzativo, il presupposto di autenticità è dunque dettato da un vizio di forma di cui ne è esecuzione il ripristino della legalità: è il caso del cartello pubblicitario inizialmente posto in essere in modo legittimo, poi oggetto...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 11786 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 139 pagine in formato A4

20,00 €