Modalità di assolvimento all'obbligo di ripianificazione conseguente alla decadenza dei vincoli urbanistici

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> MODALITÀ DI ASSOLVIMENTO

L’obbligo gravante sul Comune in caso di decadenza di un vincolo espropriativo va assolto mediante l’adozione di una variante specifica o di una variante generale, ossia attraverso gli unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse. Il potere di conformazione urbanist... _OMISSIS_ ...o dalla legge all’organo consiliare, sicché il semplice avvio del procedimento di revisione del piano regolatore generale comunale non costituisce adempimento da parte del Comune dell’obbligo di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante. L’adempimento non elusivo di tale obbligo può essere dato, infatti, soltanto dallo specifico ed effettivo completamento del Piano regolatore generale per quella zona, mediante l’adozione di un provvedimento espresso (e cioè di una variante) da parte del competente organo consiliare.

L'obbligo di ripianificazione va assolto mediante l’adozione di una variante specifica o di una va... _OMISSIS_ ..., essendo questi gli unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse.

Il decorso del quinquennio di durata del vincolo, in assenza dell’approvazione di un piano attuativo, implica certamente che la zona debba essere oggetto di nuova destinazione, che può essere impressa anche dal nuovo piano urbanistico generale, che opera la riqualificazione urbanistica dell’area, anche prevedendo la reiterazione del vincolo, non necessariamente assegnando una destinazione diversa rispetto alla p... _OMISSIS_ ...|
Se è possibile comprendere la scelta dell’amministrazione di procedere ad una rivalutazione complessiva dello stato dei luoghi nell'ambito dell'intero territorio comunale o, comunque, di un'ampia area al suo interno, posto che non è logicamente accettabile che la definizione della disciplina urbanistica ed edilizia di un’area possa tener conto semplicemente della situazione di un singolo soggetto, trascurando le aspettative e la situazione degli altri interessati, nonché quelle del territorio inciso nel suo complesso considerato, l’amministrazione deve tuttavia riscontrare l’istanza del singolo attraverso la sollecita adozione di tutte le determinazioni di propria competenza e l’indicazione di tempi certi di adempimento dell’obb... _OMISSIS_ ...ficazione. Non sono sufficienti a tal fine reiterati - e inconcludenti - tentativi di adozione del nuovo strumento urbanistico.

A fronte della avvenuta decadenza del vincolo espropriativo e delle istanze dell’interessato, il Comune deve adottare un provvedimento teso a riclassificare la destinazione urbanistica della zona in questione. Non costituiscono il suddetto provvedimento le linee guida del piano strutturale e del piano operativo, trattandosi di direttive generiche, preliminari all’avvio del procedimento ex art. 17 della L.R. n. 65/2014, che non danno contezza di una qualche prevista riqualificazione urbanistica dell’area intestata al deducente. Neppure il semplice avvio del procedimento di revisione dello strumento urbanistico general... _OMISSIS_ ...dempimento all'obbligo di conferire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina, a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante.

L'obbligo di provvedere alla rideterminazione urbanistica di un'area in relazione alla quale sono decaduti i vincoli espropriativi precedentemente in vigore, può essere assolto sia attraverso una variante specifica, sia attraverso una variante generale, unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse.
... _OMISSIS_ ...uo;obbligo di ripianificazione gravante sul Comune, in caso di decadenza di vincolo pre-espropriativo, va assolto mediante l’adozione di una variante specifica o di variante generale, ossia attraverso gli unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse.

Secondo un consolidato indirizzo giurisprudenziale formatosi per i Piani Regolatori Generali, l'obbligo di ripianificazione di area interessata da un vincolo decaduto, può essere assolto sia attraverso una variante specifica, sia attrave... _OMISSIS_ ...e generale, unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse.

A fronte della decadenza dei vincoli di natura espropriativa, l’Amministrazione è tenuta ad adottare o una variante specifica o una variante generale, che costituiscono gli unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse alle aree del territorio comunale rispetto ai principi informatori della disciplina di piano regolatore e alle nuove esig... _OMISSIS_ ...o interesse, al fine di attribuire la riqualificazione urbanistica alla zona rimasta priva di specifica disciplina a seguito di decadenza del vincolo di destinazione su di essa gravante.

L’obbligo di ripianificazione gravante sul Comune in caso di decadenza del vincolo espropriativo deve essere assolto mediante l’adozione di una variante (specifica o generale), l’unico strumento in grado di consentire alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse alle aree situate nelle zone del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore ed alle eventuali nuove esigenze di pubblico interesse.

L’obbligo gravante sul Comune, in ... _OMISSIS_ ...za di vincolo pre-espropriativo, va assolto mediante l’adozione di una variante specifica o di una variante generale, ossia attraverso gli unici strumenti che consentono alle amministrazioni comunali di verificare la persistente compatibilità delle destinazioni già impresse ad aree situate nelle zone più diverse del territorio comunale rispetto ai principi informatori della vigente disciplina di piano regolatore e alle nuove esigenze di pubblico interesse.

A seguito della decadenza del vincolo espropriativo è preciso obbl...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 33612 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo