L'ordine di demolizione dell'immobile abusivo contenuto nella sentenza penale di condanna

ABUSI EDILIZI --> SANZIONI --> DEMOLIZIONE --> RAPPORTO CON IL GIUDIZIO PENALE

Il provvedimento che prescrive la demolizione o la riduzione in pristino di un immobile oggetto di sequestro è affetto da vizio di nullità ai sensi dell’art. 21 septies della legge n. 241 del 1990 (in relazione agli artt. 1346 e 1418 c.c.) e, quindi, radicalmente inefficace, per l’assenza di un elemento essenziale dell’atto, tale dovendosi intendere la possibilità giuridica dell’oggetto del comando. Ne consegue che solo il venir meno del sequestro consente ex se all’Amministrazione di ingiungere o di reiterare la demolizione.

L’ordine di demolizione non può essere emesso in costanza di sequestro penale; quando l'immobile ve... _OMISSIS_ ...ato dal giudice penale, il Comune ben potrà reiterare l’ordinanza di demolizione, valutandone i presupposti, rinnovando eventualmente tale procedimento ab initio.

E' infondata la questione di legittimità costituzionale, per violazione degli artt. 3 e 117 Cost., del D.P.R. n. 380/2001, art. 31, rispetto alla mancata previsione di un termine di prescrizione dell'ordine di demolizione del manufatto abusivo disposto con la sentenza penale di condanna, data la differente natura della sanzione amministrativa ripristinatoria della demolizione, rispetto alla finalità rieducativa delle sanzioni penali, alla quale è connessa l'estinzione per prescrizione, che già integra una situazione diversa, idonea a giustificare il differente regime giuridico; l'imprescrittibi... _OMISSIS_ ...e di demolizione, infatti, deriva da una scelta legislativa rientrante nei limiti dell'esercizio ragionevole del potere legislativo, non sindacabile in sede di vaglio della legittimità costituzionale sotto il profilo della pretesa irragionevolezza, in quanto fondata su differenti natura e finalità rispetto alle sanzioni penali soggette a prescrizione.

L'emanazione di un'ordinanza di demolizione da parte del giudice penale si colloca a chiusura di una complessa procedura amministrativa finalizzata al ripristino dell'originario assetto del territorio alterato dall'intervento edilizio abusivo, nell'ambito del quale viene considerato il solo oggetto del provvedimento, ovvero l'immobile da abbattere, prescindendo dall'individuazione di responsabilità soggettive, ta... _OMISSIS_ ...lizione si effettua anche in caso di alienazione del manufatto abusivo a terzi estranei al reato, i quali potranno poi far valere in altra sede le proprie ragioni; l'intervento del giudice penale, peraltro, non è automatico, dato che egli provvede ad impartire l'ordine di demolizione se la stessa ancora non sia stata altrimenti eseguita.

L'ordine di demolizione contenuto nella sentenza penale di condanna ha natura autonoma rispetto a quello impartito dall'autorità amministrativa, rilevando l'assenza di norme specifiche che riconducano alla suddetta autorità l'esecuzione dell'ordine di demolizione emesso dal giudice penale e, dunque, l'assoggettamento della demolizione alla disciplina dell'esecuzione prevista dal Codice di procedura penale.

Il qu... _OMISSIS_ ...che disciplina la demolizione delle opere abusive esclude che ricorra l'indice, indiziante la natura penale di tale sanzione, della pertinenzialità rispetto ad un fatto-reato; invero, il D.P.R. n. 380 del 2001, art. 27 disciplina la c.d. demolizione d'ufficio, disposta dall'organo amministrativo a prescindere da qualsivoglia attività finalizzata all'individuazione di responsabili, sul solo presupposto della presenza sul territorio di un immobile abusivo; una demolizione, dunque, che ha una finalità esclusivamente ripristinatoria dell'originario assetto del territorio.

La circostanza per cui un dato immobile è sottoposto a sequestro penale non impedisce in assoluto che esso sia demolito, se il Giudice penale lo consenta, sul presupposto della cessazione delle e... _OMISSIS_ ...rie che il sequestro intendeva assicurare. Il destinatario dell’ordine di demolizione, pertanto, deve dare per lo meno la prova di essersi diligentemente attivato in tal senso, richiedendo al Giudice penale stesso di pronunciarsi al riguardo. È poi ovvio che, nel momento in cui il Giudice penale vi consenta, la demolizione deve essere eseguita senz’altro.

Qualora l'ordine di demolizione di opere abusive sia impartito dal giudice penale con la sentenza di condanna per violazioni della normativa urbanistico – edilizia, la misura sanzionatoria non deve essere eseguita dalla P. A. ma, al contrario, l'organo promotore dell'esecuzione va identificato nel Pubblico Ministero, con connessa parallela funzione di Giudice dell'esecuzione per quanto di sp... _OMISSIS_ ...nza.

Va affermata la natura autonoma dell’ordine di demolizione contenuto nella sentenza penale di condanna per illecito edilizio, rilevando l’assenza di disposizioni specifiche che riconducano alla autorità amministrativa il compito di eseguire l’ordine di rimozione impartito dal giudice penale.

Anche quando sono stati commessi abusi edilizi che hanno comportato l’emanazione, da parte del giudice penale, ex art. 44 del d.P.R. n. 380/2001, dell'ordine di demolizione previsto dall’art. 31 del decreto stesso, l’Amministrazione comunale continua a esercitare il potere di vigilanza sull'attività di natura urbanistico - edilizia svolta sul territorio comunale, il che comprende anche il compito di disporre e procede... _OMISSIS_ ... alla demolizione delle opere abusive e al ripristino dello stato dei luoghi, cosi come quello, ove del caso, e sussistendone i presupposti, di deliberare, con provvedimento del Consiglio comunale, l'esistenza di prevalenti interessi pubblici in contrasto con quelli sottesi alla demolizione.

Quando il giudice del merito subordina la concessione della sospensione condizionale della pena alla demolizione dell'opera abusiva, non fa altro che rafforzare il contenuto della statuizione accessoria, esaltando contemporaneamente la funzione sottesa alla ratio dell'art. 165 c.p., finalizzata all'eliminazione delle conseguenze dannose del reato, persistenti nel caso di ostinata inottemperanza all'esecuzione dell'ordine di demolizione, circostanza che rende perciò il cond... _OMISSIS_ ...vole della sospensione condizionale della pena.

Il giudice, nel disporre la condanna dell'esecutore e/o del direttore dei lavori per il reato di cui al D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44 non può subordinare il beneficio della sospensione condizionale della pena alla effettiva eliminazione delle opere abusive, in quanto solo il proprietario, ai sensi del citato D.P.R., art. 31 può ritenersi soggetto passivamente legittimato rispetto all'ordine di demolizione. Tale principio non può che valere anche per il tecnico comunale concorrente nel reato urbanistico, sul quale incombono anche specifici obblighi di demolizione, assegnati dalla disciplina urbanistica in ragione del ruolo ricoperto, ma al quale non può però essere imposta la demolizione nei termini indicati dal... _OMISSIS_ ...rito, non avendo egli alcuna disponibilità dell'area o dell'immobile.

L’esistenza di un sequestro penale non rende illegittima l’ordinanza di demolizione di manufatti abusivi, posto che, in tali casi, l’interessato può chiedere all’autorità giudiziaria l'autorizzazione ad effettuare la demolizione e in caso di diniego potrà addurre l'impossibilità giuridica di adempiere all’ingiunzione di demolizione per escludere le ulteriori conseguenze della mancata demolizione. Pertanto, solo tale ultimo evento, ossia il din...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 62030 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo