La dichiarazione di pubblica utilità di interventi su aree di cui non è prevista la materiale modificazione o trasformazione

PUBBLICA UTILITÀ --> DICHIARAZIONE DI P.U. --> ART. 13.8 DPR 327/2001

Alla luce del disposto di cui all’art.1 commi 1 e 2 del DPR 327/2001, la definizione di opera pubblica è di estrema ampiezza ed onnicomprensività, ed è sicuramente estensibile alla “realizzazione degli interventi” necessari per l'utilizzazione, da parte della collettività, di un terreno di cui non è prevista la materiale modificazione o trasformazione e che, tuttavia, hanno una loro consistenza, che è quella, nel caso di specie, di consentire la messa in sicurezza e la bonifica ambientale del sito; pertanto privo di fondamento è l’assunto secondo la quale sarebbe necessaria, ai fini dell’espropriazione, la modificazione e trasformazione fisica del bene.
... _OMISSIS_ ...nterventi di mera sistemazione di terreno a prato e manutenzione del verde in coerenza con la funzione pubblica ad esso deputata, rientrano pienamente nella previsione dell'art.13 comma 8 del testo unico sull’espropriazione.

Alla luce del disposto di cui all'art. 1 comma 2 ed art. 13 comma 8 del D.P.R. n. 327 del 2001, il presupposto della "utilizzazione" dell'immobile per scopi di interesse pubblico, non richiede la radicale irreversibile trasformazione del bene ma solo la sua apprezzabile modificazione, anche parziale, purché univocamente preordinata alla realizzazione dell'opera pubblica (nel caso di specie Parco universitario).

Alla luce del disposto di cui agli artt. 1 e 13 comma 8 DPR 327/2001, anche un parco è opera pubb... _OMISSIS_ ...do necessariamente interventi che, pur ovviamente non sostanziandosi nella realizzazione di edifici né nella materiale trasformazione del bene, tuttavia hanno una loro consistenza che è quella necessaria a consentire la stessa destinazione delle aree interessate a suddetta destinazione.

Legittimo è il ricorso all’art. 13 comma 8 DPR 327/2001 per la sistemazione di un’area destinata a verde pubblico comportante interventi da eseguire sui terreni espropriandi consistenti in leggero sbancamento, fornitura e stesura di terra da coltivo e formazione del prato tramite seminagione.

<