Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ

OCCUPAZIONE --> OPERE/OCCUPAZIONI PARTICOLARI --> ELETTRODOTTO

Non serve l'occupazione delle aree interessate solo dal passaggio dei cavi aerei.

OCCUPAZIONE --> OPERE/OCCUPAZIONI PARTICOLARI --> GASDOTTI/METANODOTTI

A norma dell’art. 52 octies DPR 327/2001 “Il decreto di imposizione di servitù relativo alle infrastrutture lineari energetiche, oltre ai contenuti previsti dall'articolo 23, dispone l'occupazione temporanea delle aree necessarie alla realizzazione delle opere e la costituzione del diritto di servitù, indica l'ammontare delle relative indennità, e ha esecuzione secondo le disposizioni dell'articolo 24”. L'urgenza discende pertanto dalla legge.

L’attività dell’Amministrazione competente al rilascio del provvedimento di occupazione delle aree necessarie alla realizzazione delle opere di cui alla L. 136/53 (opere E.N.I.) si traduce in un’attività essenzialmente vincolata.

Idonea è la motivazione a supporto della decretata occupazione d'urgenza delle aree interessate dalla realizzazione di metanodotto, che operi il rinvio al precedente atto dichiarativo della p.u. di un’opera destinata al potenziamento della rete distributiva di un bene primario quale il gas metano, in un territorio sfornito di adeguata rete di distribuzione.

Per effetto dell’art. 3... _OMISSIS_ ...(applicabile al caso di specie ratione temporis), l’Amministrazione competente alle procedure espropriative, è tenuta a rendere edotte, nel decreto di occupazione, le ragioni che inducono all’occupazione de fondi interessati.

Le opere dell’ENI sono di pubblica utilità, ma l’indifferibilità ed urgenza deve essere motivata.

OCCUPAZIONE --> OPERE/OCCUPAZIONI PARTICOLARI --> MILITARE

L'occupazione d'urgenza di immobili per esigenze militari, di cui all’ art. 76 della legge n. 2359 del 1865, pur non essendo necessariamente soggetta all'ordinario termine biennale previsto, in via generale, dall'art. 73 della citata legge, è comunque sottoposta “non potendo protrarsi indefinitamente, in modo da sopprimere sostanzialmente il diritto di proprietà, alla scadenza naturale costituita dalla ragionevolezza del perdurare dell'apprensione del bene privato in relazione agli specifici obiettivi perseguiti dall'autorità militare. Tale ragionevolezza, nell'occupazione d'urgenza preliminare all'esproprio per l'esecuzione di opera militare (e non già con finalità meramente detentiva) va riferita al tempo necessario per definire la procedura di espropriazione”. Alla scadenza del termine ragionevole, l’occupazione “militare” diviene illegittima.

Un'occupazione militare, ordinata nel 1938 a... _OMISSIS_ ...ss, poi proseguita per decenni, doveva essere impugnata quando fu disposta.

OCCUPAZIONE --> OPERE/OCCUPAZIONI PARTICOLARI --> MINERARIA

Prima che fosse concretamente operante il trasferimento alle Regioni della competenza in materia di cui agli artt. 1 – 3 della legge 15 marzo 1997, n.59, e degli artt. 32 – 34 del D.Lgs. 31 marzo 1998, n.112 concernenti le funzioni amministrative relative alla materia «miniere e risorse geotermiche» concernenti le attività di ricerca e di coltivazione e tutte le funzioni connesse con lo svolgimento di tali attività, la competenza in materia di estrazione geotermica, ivi compresa la adozione di decreto di occupazione d’urgenza, era in capo al Ministero.

OCCUPAZIONE --> OPERE/OCCUPAZIONI PARTICOLARI --> OPERE DI MITIGAZIONE AMBIENTALE

La previsione, nel piano particellare di esproprio allegato al decreto di occupazione d’urgenza, quale titolo di occupazione, di una “sistemazione ambientale”, non può ritenersi titolo di occupazione temporanea e non preordinata all’esproprio; la “sistemazione ambientale” configura infatti non già un titolo di occupazione provvisoria bensì una funzione finale del bene, destinato alla mitigazione dell’impatto ambientale dell’opera (autostradale) e quindi tale da supportare la definitiva ablazione ... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 3,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista