Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

NOTIFICHE nell'ambito del governo del territorio

PROCEDURA --> NOTIFICHE --> VIZIO, EFFETTI

Le censure in ordine al quomodo di esecuzione delle notifiche non sono assistite da prescrizione di invalidità potendo quindi, per ciò solo, al più concretare mera irregolarità.

La notificazione è da ritenersi inesistente solo quando essa manchi del tutto ovvero sia stata effettuata in modo assolutamente non previsto dalla legge, perché avvenuta in un luogo o con riguardo a persona che non abbiano attinenza alcuna o che non presentino alcun riferimento o collegamento con il destinatario della notificazione stessa, risultando a costui del tutto estranea.

Non è requisito di validità della cartella esattoriale l’apposizione della relata di notifica in calce alla cartella, ma è sufficiente la sottoscrizione del consegnatario nell’avviso di ricevimento della cartella stessa.

PROCEDURA --> NOTIFICHE --> VIZIO, EFFETTI --> RAGGIUNGIMENTO DELLO SCOPO

L’effetto sanante legato alla costituzione della controparte opera sempre - con effetto ex tunc con la costituzione del convenuto, ovvero con la rinnovazione della notifica cui la parte istante provveda spontaneamente o in esecuzione dell'ordine impartito dal giudice - quando, pur eseguita mediante consegna a persona o in luogo diversi da quello stabilito dalla legge, dall’avvenuta notifica possa ricavarsi un collegamento o elementi tali da rendere possibile e verosimile che l'atto, pervenuto a persona non del tutto estranea al processo, giunga a conoscenza del destinatario.

L’effetto sanante legato alla costituzione della controparte deve escludersi quando la notifica in questione è giuridicamente “inesistente” ossia quando manchi del tutto ovvero sia stata effettuata in un luogo o con riguardo a persona che non abbiano alcun riferimento con il destinatario della notificazione stessa, risultando a costui del tutto estranea.

Non può eccepirsi o sostenersi la inammissibilità del ricorso per difetto di notifica alla parte che si sia spontaneamente costituita in giudizio, quand'anche tale costituzione sia fatta proprio al fine di eccepire la nullità della notifica, essendo la costituzione la dimostrazione da parte dell'intimato di essere in grado, per fatto volontario, di esercitare il diritto di difesa.

PROCEDURA --> NOTIFICHE --> VIZIO, EFFETTI --> RIFLESSI SULLA LEGITTIMITÀ DELL'ATTO

Il vizio della notifica del diniego di condono edilizio non si traduce in un vizio di legittimità dell’atto ma, al più, giustifica la mancata conoscenza dello stesso, il che consente di contestare il diniego medesimo al momento della sua effettiva conoscenza, insieme all’ordine di demolizione.

Gli eventuali vizi della not... _OMISSIS_ ...validità dell’atto amministrativo, ma si riflettono, ove del caso, sul termine di impugnazione che decorrerà dall’effettiva conoscenza dell’atto medesimo.

Il vizio di notifica non determina l'illegittimità del provvedimento, ove la notifica abbia raggiunto il suo scopo e il ricorrente non lamenti alcun effetto sostanziale negativo, ad es. in termini di riduzione delle possibilità di adire i mezzi di tutela.

Il vizio della notifica non incide sulla legittimità degli atti della P.A. ma al più sulla decorrenza dei termini per l’impugnazione da parte dei soggetti legittimati.

Non sussiste violazione dell’art. 23 del DPR n. 327/2001, qualora il decreto di esproprio non sia stato notificato nella forma degli atti processuali civili se la diversa modalità di comunicazione, concretamente utilizzata (a mezzo dell’ufficio postale), abbia comunque raggiunto il medesimo scopo cui era finalizzata la formale notificazione secondo le norme del rito processuale civile. In ogni caso il vizio della notifica non incide sulla legittimità del provvedimento, quanto piuttosto sull'opponibilità dello stesso al destinatario e, specialmente, sull'effettiva decorrenza dei termini posti a disposizione dell'inciso per esercitare la sue facoltà in sede processuale.

Il vizio della notificazione del provvedimento sanzionatorio può comportare al più la nullità della notificazione stessa, ma non la nullità ovvero l'illegittimità del provvedimento, che resta perfetto ed esistente.

La notificazione del decreto d’occupazione d’urgenza non comporta l’illegittimità dello stesso, essendo la notifica solo una forma qualificata di comunicazione del provvedimento, con la conseguenza che la mancata notifica del decreto è rilevante solo ai fini del dies a quo di decorrenza del termine per l’eventuale impugnazione dell’atto.

La mancanza della notifica potrebbe incidere, eventualmente, sulla decorrenza del termine per l'impugnazione del decreto di occupazione d'urgenza, ma non sulla sua legittimità, atteso che la notifica è una forma qualificata di comunicazione del provvedimento, ma non ne rappresenta elemento costitutivo.

L’irritualità della notifica non vizia l’atto ma si limita ad incidere sulla decorrenza del termine per l’impugnazione, trattandosi di una formalità comunque esterna alla formazione dell’atto.

Le modalità di notificazione degli atti concernenti la dichiarazione di pubblica utilità ed il decreto di occupazione d'urgenza, rappresentano un dato estrinseco agli stessi e pertanto dotato di rilievo ai soli fini della violazione o meno dei termini decadenziali ai quali sono sottop... _OMISSIS_ ...onali.

L’eventuale difetto di notifica non incide sulla validità del provvedimento, ma sulla individuazione del termine ... _OMISSIS_ ...