Carrello
Carrello vuoto



Il soggetto legittimato ad accedere agli atti relativi al rilascio di un titolo edilizio

Ogni abitante in zona prossima a quella interessata dal permesso di costruire, ovvero qualsiasi soggetto in una posizione di vicinitas, ha diritto di accedere ai titoli abilitativi rilasciati ed ai relativi atti progettuali dell'intervento.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:ACCESSO AGLI ATTI nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 289 in formato A4, equivalenti a 491 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> TITOLO EDILIZIO

Il diritto di accesso dell'istante a conoscere i titoli edilizi rilasciati in un'area confinante a quella di propria proprietà è avulso da qualsiasi riguardo la fondatezza e le modalità delle strategie difensive successivamente avviabili.

E' legittimo negare l'accesso ai titoli edilizi rilasciati ai controinteressati laddove l'istanza di accesso sia finalizzata a verificare come l'Amministrazione comunale si sia comportata in casi analoghi (nella specie, di sopraelevazione), al fine di far valere nel giudizio promosso dinnanzi al TAR l'eventuale vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento.

L'art. 20 c. 6 del T.U. n. 380 del 2001 assicura a qualsiasi soggetto interessato, termine da intendersi riferito ai proprietari di immobili siti nella zona in cui la costruzione è permessa e a coloro che si trovano in una situazione di stabile collegamento con la stessa, la possibilità di visionare gli atti del procedimento di rilascio di un permesso di costruire, in ragione del controllo diffuso sull'attività edilizia, che il legislatore ha inteso garantire ed atteso che in subiecta materia non può essere affermata l'esisten... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ritto alla riservatezza in capo ai controinteressati.

Rispetto all'ostensione di un permesso di costruire o di altri titoli legittimanti l'esecuzione di interventi in edilizia deve ritenersi pacifico e radicato il principio secondo il quale la vicinitas tra la proprietà dell'istante e quella del controinteressato fa sì che debba riconoscersi la sussistenza di un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è stato chiesto l'accesso, cosicché la legittimazione all'accesso ai documenti amministrativi deve ritenersi consentita a chiunque possa dimostrare che il provvedimento o gli atti endoprocedimentali abbiano dispiegato o siano idonei a dispiegare effetti diretti o indiretti anche nei suoi confronti.

In materia di accesso ai documenti amministrativi gli atti relativi alla natura di una strada nella quale risiedono gli istanti nonché quelli relativi al permesso di costruire di un vicino sono accessibili non essendo dati relativi alla vita privata delle persone ma essendo per loro stessa natura soggetti al controllo dei terzi confinanti.

In materia di accesso ai documenti amministrativi relativamente agli atti conness... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...so di costruire, la sussistenza del requisito della vicinitas tra la proprietà dell'istante e quella del controinteressato fa sì che debba riconoscersi la sussistenza in capo all'istante dell'interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento di cui è stato chiesto l'accesso trattandosi di atti che per la loro diretta inerenza a provvedimenti amministrativi pubblici, non possono essere in alcun modo sottratti all'accesso.

In un contesto conflittuale tra una cooperativa edilizia e la società appaltatrice, è legittima la pretesa di quest'ultima di esercitare il diritto di accesso relativamente al computo metrico allegato al permesso di costruire concernente i lavori in oggetto e conseguito dalla cooperativa, in quanto tale pretesa risulta agevolmente riconducibile, in funzione strumentale, alla compiuta ricostruzione del quadro giuridico-fattuale nell'ambito del quale le contrapposte posizioni delle parti possono trovare, anche sul piano giudiziario, concreta definizione: ciò anche in considerazione del fatto, secondo cui il computo metrico costituisce un parametro contrattuale indispensabile ai fini della quantificazione dei lavori da eseguire (e quindi,... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ficatasi eventualità del recesso, della determinazione dell'indennizzo ex art. 1671 c.c.).

Le ragioni connesse alla esigenza di verificare la documentazione posta a base della pratica edilizia oggetto di appalto (essendo anche insorte, nella specie, contestazioni sulle quantità e qualità dei lavori da effettuare ed eseguiti) rispondono pienamente allo schema normativo di legittimazione all'esercizio del diritto di accesso: né risultano necessarie, ai suddetti fini, ulteriori precisazioni, la cui conoscenza da parte dell'amministrazione detentrice del documento de quo risulterebbero del tutto superflue e ridondanti.

Va riconosciuto il più ampio diritto all'accesso documentale nonché alla connessa tutela giurisdizionale nel settore della attività edilizia privata, rispondente alla esigenza di assicurare, oltre che la tutela di situazioni giuridiche soggettive dei singoli consociati, il rispetto del superiore interesse pubblico al corretto sviluppo edilizio del territorio contro il fenomeno dell'abusivismo.

Il proprietario di immobile confinante con quello oggetto di permesso di costruire non può essere qualificato come soggetto direttamente interessato al procedimento e non è... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...bligata l'Amministrazione a dargli comunicazione di avvio dell'iter preordinato al rilascio del titolo edilizio.

Deve ritenersi abnorme la richiesta di accesso formulata dal consiliere comunale a tutte le pratiche edilizie istruite dal 2008 al momento dell'istanza di accesso, specie qualora l'Ufficio abbia richiesto di puntualizzare meglio l'istanza e il consigliere si sia limitato a ribadirla senza circoscriverla alle pratiche di interesse.

Il proprietario di un terreno confinante con un'area oggetto di interventi edilizi ha il diritto di accedere ai relativi provvedimenti abilitativi e ai relativi atti di progetto.

La mera relazione di vicinitas (nella specie connessa all'occupazione abitativa di un MAP) non è in radice estranea a potenziali interessi qualificati all'accesso, ma in tal caso occorre darne chiara contezza nell'istanza di accesso, specificando le ragioni concrete dell'istanza stessa, al di là di una semplice cronistoria di variazioni catastali dell'immobile, di cui si intenderebbe acquisire dal Comune la documentazione edilizia di riferimento.

Il proprietario di immobili siti nella zona in cui è permesso l'intervento costruttivo è legittimato ad accedere agli atti relativi al ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...izio.

Qualsiasi soggetto abitante in zona vicina a quella interessata dal permesso di costruire (ancorché non proprietario dell'area in cui ricade l'intervento edilizio) ha diritto di accedere ai titoli abilitativi rilasciati ed ai relativi atti progettuali, rilevando la sussistenza di un interesse personale e concreto per la tutela di posizioni giuridicamente rilevanti.

L'accesso agli atti relativi al rilascio del titolo edilizio da parte del soggetto in una posizione di «vicinitas» è sufficientemente motivato con lo socpo dichiarato nell'istanza, di valutare la legittimità delle autorizzazioni rilasciate.

La legittimazione ad accedere agli atti del procedimento di rilascio dei titoli edilizi va riconosciuta non solo al proprietario o al possessore ma anche al semplice residente o domiciliato nell'immobile sito nella zona interessata dall'intervento edilizio, essendo all'uopo sufficiente uno stabile collegamento con la zona ove insite il fabbricato.

L'accesso agli atti relativi al procedimento di rilascio di titoli edilizi va riconosciuto anche nei confronti del soggetto che non possa impugnare il titolo edilizio per effetto del decorso del termine decadenziale.

L'interes... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nsione degli atti edificatori presuppone lo stabile collegamento ambientale, ovverosia quella vicinitas rispetto all'area interessata dall'intervento che legittima un'eventuale intrapresa giurisdizionale avverso il titolo che autorizza la sua realizzazione.

La legittimazione attiva all'accesso agli atti edificatori si presta ad una lettura restrittiva.

L'interesse all'accesso ambientale nei confronti di atti edificatori deve ritenersi soddisfatto dalla previa ostensione della autorizzazione paesaggistica provvisoria ex art. 159 del D.Lgs. 42/2004: eventuali ulteriori profili di interesse ulteriori, estranei a quello ambientale, sono soggetti ai normali limiti di azionabilità della pretesa all'accesso.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI