Carrello
Carrello vuoto

  • HOME
  • responsabilità
  • Le condizioni per l'insorgenza della responsabilità contabile nell'espropriazione


Le condizioni per l'insorgenza della responsabilità contabile nell'espropriazione


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:SOGGETTI E RESPONSABILITÀ NELL'ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 2922 in formato A4, equivalenti a 4967 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


La sussistenza degli elementi tipici della responsabilità amministrativa si sostanziano in un danno patrimoniale economicamente valutabile, arrecato alla Pubblica amministrazione, nella sussistenza di un rapporto di servizio tra coloro che lo hanno determinato e l'ente che lo ha subito, in una condotta connotata da colpa grave o dolo, nonché nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l'evento dannoso.

Se, per effetto di proroghe, emerga che una fattispecie risarcitoria per l'illecito derivante da ipotesi di accessione invertita –sulla base della quale era stata azionata la responsabilità erariale- debba intendersi convertita in richiesta di determinazione della stima dell'indennità di esproprio, oltre al requisito del danno, e prima ancora, viene meno quello della condotta antigiuridica fonte di responsabilità, indipendentemente dall'importo indennitario.

La ricerca del nesso eziologico tra condotta e danno erariale conseguente alla mancata conclusione del procedimento, deve esser effettuata secondo le regole poste dagli articoli 40 e 41 c.p. e secondo i principi della conditio sine qua non, sia pure con le limitazioni poste dal secondo comma dell'articolo 41 e con le specificità prop... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lleciti omissivi. Il concorso di cause preesistenti, simultanee o sopravvenute, pertanto, anche se indipendenti dall'azione od omissione del responsabile, non esclude il rapporto di causalità fra l'azione od omissione di quest'ultimo e l'evento, ancorché dette cause derivino da fatto illecito altrui.

Gli elementi tipici della responsabilità amministrativa si sostanziano in un danno patrimoniale, economicamente valutabile, arrecato alla pubblica amministrazione, in una condotta connotata da colpa grave o dolo, nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l'evento dannoso, nonché nella sussistenza di un rapporto di servizio fra coloro che lo hanno determinato e l'ente che lo ha subito.

La responsabilità della pubblica amministrazione per lesione di interessi legittimi è riconducibile nello schema della responsabilità aquiliana per cui l'imputazione di tale responsabilità non consegue alla mera illegittimità del provvedimento amministrativo ma richiede anche l'accertamento in concreto del requisito almeno della colpa, da ravvisarsi nell'adozione dell'annullato provvedimento in evidente violazione delle regole di imparzialità, correttezza e buona amministrazione, qual... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e si pongono come limite esterno alla discrezionalità amministrativa (nel caso di specie non è stata ravvisata la colpa dell'amministrazione dato il contrasto giurisprudenziale e la non univoca interpretazione dei testi normativi).

L'azione di responsabilità amministrativa non può trovare ostacoli al proprio pieno compimento né nell'adozione di strumenti alternativi, dei quali sia titolare la P.A. danneggiata, per il recupero del danno subito, né nel concorrente ricorso ad altre giurisdizioni da parte della medesima P.A. che deve ritenersi precluso dal carattere esclusivo della giurisdizione contabile nelle materie di contabilità pubblica.

Gli elementi imprescindibili perché possa predicarsi la responsabilità amministrativo-contabile sono: a) un danno, economicamente valutabile, prodotto nella sfera patrimoniale erariale della P.A.; b) la sussistenza di un nesso di causalità tra l'evento dannoso e la condotta imputabile ai soggetti medesimi in quanto connessa allo svolgimento delle rispettive funzioni e posta in essere in violazioni di obblighi di servizio; c) un comportamento doloso o di colpa grave addebitabile a soggetti legati alla pubblica amministrazione da un rapporto di im... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...servizio.

Al di fuori di specifici settori (es. appalti pubblici), non vi è responsabilità civile dell'Amministrazione per danno da provvedimento illegittimo senza il concorso dell'elemento soggettivo, normalmente identificato nella colpa.

Ai fini dell'accertamento della colpa della P.A. non è invocabile l'assunto secondo cui questa sarebbe in re ipsa nell'emanazione e nell'esecuzione di un provvedimento amministrativo illegittimo dovendosi invece verificare se l'azione dell'intero apparato amministrativo si sia svolta in violazione delle regole di imparzialità, di correttezza e di buona amministrazione che presiedono all'esercizio della funzione pubblica.

Ai fini della responsabilità amministrativa – contabile, la ricerca del nesso eziologico deve esser effettuata secondo le regole poste dagli articoli 40 e 41 c.p. e secondo i principi della conditio sine qua non, sia pure con le limitazioni poste dal secondo comma dell'articolo 41 e con le specificità proprie degli illeciti omissivi. Il concorso di cause preesistenti, simultanee o sopravvenute, pertanto, anche se indipendenti dall'azione od omissione del responsabile, non esclude il rapporto di causalità fra l'azione od omissio... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...'ultimo e l'evento, ancorché dette cause derivino da fatto illecito altrui.

Ai fini della responsabilità amministrativa – contabile, la ricerca del nesso eziologico deve esser effettuata secondo le regole poste dagli articoli 40 e 41 c.p. e secondo i principi della conditio sine qua non, sia pure con le limitazioni poste dal secondo comma dell'articolo 41 e con le specificità proprie degli illeciti omissivi. Il concorso di cause preesistenti, simultanee o sopravvenute, pertanto, anche se indipendenti dall'azione od omissione del responsabile, non esclude il rapporto di causalità fra l'azione od omissione di quest'ultimo e l'evento, ancorché dette cause derivino da fatto illecito altrui.

Gli elementi essenziali e costitutivi della responsabilità amministrativo-contabile, si sostanziano in un danno patrimoniale, economicamente valutabile, arrecato alla pubblica amministrazione, in una condotta connotata da colpa grave o dolo, nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l'evento dannoso, oltreché nella sussistenza di un rapporto di impiego o di servizio fra coloro che lo hanno determinato e l'ente che lo ha subito.

I principi contemplati dagli articoli 40 e 41 del... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ale non possono essere ritenuti fondanti per la determinazione del contributo causale in ambito civilistico, con riferimento alle condotte omissive, atteso che non vi è coincidenza tra il nesso eziologico in sede penale e quello in sede civile; nel campo civilistico la causalità giuridica risponde alla logica della preponderanza dell'evidenza causale, ossia della regola del più probabile che non e, quindi, obbedisce a criteri di maggiore flessibilità rispetto al settore penale.

Gli elementi tipici della responsabilità amministrativa, si sostanziano in un danno patrimoniale, economicamente valutabile, arrecato alla pubblica Amministrazione; in una condotta connotata da colpa grave o dolo; nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l'evento dannoso e, infine, nella sussistenza di un rapporto di servizio fra coloro che tale evento hanno determinato e l'ente che lo ha subito.

La sussistenza di responsabilità erariale va accertata con riguardo a specifici atti o comportamenti che siano di per sé stessi causalmente rilevanti nella determinazione del danno azionato nonché qualificabili come gravemente colposi non potendo, detta responsabilità, essere desunta dalla sola circ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...avere il soggetto ricoperto una determinata carica nell'arco temporale di produzione del danno stesso.

In materia di responsabilità contabile, il nesso causale è configurabile come il legame concreto, in termini di probabilità e di prevedibilità tra un atteggiamento comportamentale ed un risultato dannoso, laddove tutto quello che concerne l'ambito degli obblighi e dei vincoli di cautela, valutazione dei rischi e salvaguardia comportamentale imposti dalla regole giuridiche del ragionevole agire, attengono alla sfera soggettiva relativa alla colpevolezza nella causazione dell'illecito.

In tema di responsabilità della pubblica amministrazione, non è sufficiente la illegittimità del provvedimento o dell'inerzia amministrativa per ritenere integrata una fattispecie di responsabilità aquiliana della P.A., essendo essenziale ad integrare la fattispecie il giudizio di imputabilità soggettiva, quantomeno a titolo di colpa dell'apparato amministrativo procedente.

In tema di responsabilità aquiliana della Pubblica Amministrazione, per riconoscere la fondatezza della domanda così avanzata è necessario che il difettoso funzionamento dell'apparato pubblico sia... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ile ad un comportamento negligente o ad una volontà di nuocere, o che esso si ponga in contrasto con le prescrizioni di legalità, imparzialità e buon andamento di cui all'art. 97 della Cost.

Il nucleo fondamentale del giudizio di responsabilità contabile è costituito dalla sussistenza dell'elemento soggettivo, rappresentato dalla colpa grave o dolo, da quello oggettivo, costituito dal danno e dal rapporto di causalità che deve collegare i due elementi ora detti, con il presupposto dell'esistenza del rapporto di servizio tra colui che si tratteggia come l'autore del danno e l'amministrazione che il nocumento abbia subito.

Deve escludersi che si possa accogliere una nozione unitaria di causalità; è maggiormente rispondente alle peculiarità della responsabilità civile ed, in conformità, di quella amministrativo-contabile, l'accoglimento di una nozione di causalità nel differente significato, rispetto alla causalità penale, di "elevata probabilità logica" del giudizio controfattuale o della causalità ipotetica, principio ricavabile dall'art. 1221 c.c. che analizza le opposte ipotesi della situazione quale sarebbe stata senza il verificar... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o dannoso e quella, invece, effettivamente realizzatasi.

Il nesso causale è configurabile come il legame concreto, in termini di probabilità e di prevedibilità tra un atteggiamento comportamentale ed un risultato dannoso, laddove tutto quello che concerne l'ambito degli obblighi e dei vincoli di cautela, valutazione dei rischi e salvaguardia comportamentale imposti dalla regole giuridiche del ragionevole agire, attengono alla sfera soggettiva relativa alla colpevolezza nella causazione dell'illecito.

L'imputazione di responsabilità non può ricollegarsi automaticamente alla posizione rivestita nell'ambito dell'organizzazione comunale, essendo necessario individuare puntuali comportamenti omissivi connotati da colpa grave legati da un rapporto causale all'evento dannoso.

Sono elementi costitutivi della responsabilità amministrativo - contabile l'esistenza di un rapporto di impiego o di servizio con l'Amministrazione danneggiata, la sussistenza del danno erariale, la colpa grave o il dolo del convenuto e l'evidente rapporto causale tra il comportamento illecito descritto e l'evento lesivo.

Il nucleo centrale di ogni giudizio di responsabilità è costituito dall'elem... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tivo, rappresentato dalla colpa o dolo e da quello oggettivo, costituito dal danno e dal rapporto di causalità che deve collegare i due elementi ora detti.

Perché sussista responsabilità amministrativa debbono coesistere i seguenti elementi: 1. un rapporto di impiego o soltanto di servizio tra il soggetto che ha causato il danno e la P.A.; 2. un danno patrimoniale, suscettibile di valutazione economica; 3. il dolo o la colpa del soggetto agente (il cosiddetto elemento psicologico); 4. il nesso di causalità tra l'attività antigiuridica del soggetto agente ed il danno dallo stesso procurato.

In tema di responsabilità per danno erariale, secondo la giurisprudenza consolidata, sussiste il nesso di causalità quando l'evento dannoso possa considerarsi, secondo la comune esperienza degli accadimenti umani, conseguenza immediata e diretta della condotta addebitata agli agenti.

In tema di responsabilità amministrativa la ricerca del nesso eziologico tra condotta ed evento deve esser effettuata secondo le regole poste dagli articoli 40 e 41 c.p. e secondo i principi della conditio sine qua non. Deve, dunque, affermarsi che il concorso di cause preesistenti, simultanee o soprav... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...he se indipendenti dall'azione od omissione del responsabile, non esclude il rapporto di causalità fra l'azione od omissione di quest'ultimo e l'evento, ancorché dette cause derivino da fatto illecito altrui, salva l'ipotesi di circostanze eccezionali, non prevedibili.

Elementi costitutivi della responsabilità amministrativa sono da individuarsi nell'ingiusto nocumento patrimoniale subito dall'Amministrazione, effettivo e valutabile in termini economici, nell'addebitabilità di un comportamento commissivo od omissivo posto in essere da un pubblico amministratore o dipendente in violazione dei doveri d'ufficio, caratterizzato da dolo o colpa grave, che abbia determinato il nocumento.

Anche nel campo della responsabilità contabile deve farsi applicazione, in virtù della disciplina generale contenuta nel codice penale, del criterio della regolarità causale e conseguentemente ravvisarsi il nesso di causalità tra fatto illecito ed evento dannoso ogni qualvolta il primo abbia posto in essere uno stato di cose senza il quale il secondo non si sarebbe prodotto.

Ai fini del positivo riscontro della responsabilità amministrativa patrimoniale nei confronti di soggetti legati da u... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di servizio con l'amministrazione, occorre la dimostrazione della contestuale presenza dei seguenti elementi: un comportamento commissivo od omissivo "contra jus" connotato dall'elemento soggettivo del dolo o della colpa grave; un evento dannoso per l'Erario in termini di pregiudizio valutabile economicamente; un rapporto di causalità adeguata ed efficiente tra condotta contra jus ed evento di danno.

Gli elementi costitutivi della responsabilità sono il danno economico, la condotta antidoverosa, dolosa/gravemente colposa, il nesso causale.

La responsabilità amministrativa patrimoniale nei confronti di soggetti legati da un rapporto di servizio con l'amministrazione sorge con un comportamento commissivo od omissivo contra jus connotato da dolo o colpa grave; un evento dannoso per l'Erario in termini di pregiudizio valutabile economicamente; un rapporto di causalità adeguata ed efficiente tra condotta contra jus e danno.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI