Carrello
Carrello vuoto



Il diritto di accesso agli atti (art. 22 Legge 241/1990)

Il diritto di accesso agli atti consiste nel diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti relativi ad ogni tipologia di attività della Pubblica Amministrazione (art.22 L.241/1990). La disciplina generale dell'istituto consente di valutare quale degli interessi debba prevalere anche in considerazione degli interessi pubblici e dei controinteressati.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:ACCESSO AGLI ATTI nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 289 in formato A4, equivalenti a 491 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI

La legittimazione all'accesso va riconosciuta a chiunque possa dimostrare che gli atti procedimentali oggetto dell'accesso abbiano spiegato o siano idonei a spiegare effetti diretti o indiretti nei suoi confronti, indipendentemente dalla lesione di una posizione giuridica, stante l'autonomia del diritto di accesso, inteso come interesse ad un bene della vita distinto rispetto alla situazione legittimante all'impugnativa dell'atto.

In tema di accesso agli atti, è evidente la meritevolezza dell'esigenza conoscitiva fatta valere dai proprietari di terreni occupati per pubblica utilità, in virtù del nesso immediato ravvisabile tra la loro posizione legittimante di proprietari ed il procedimento espropriativo i cui atti hanno richiesto di acquisire.

Le pubbliche amministrazioni e le società concessionarie delle stesse sono tenute a consentire l'accesso a chi dimostri di essere in possesso del relativo interesse di tutti gli atti concernenti la procedura espropriativa.

Non solo l'attività puramente autoritativa, ma tutta l'attività funzionale alla cura di interessi pubblici è sottoposta all'obbligo di trasparen... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...oscibilità da parte degli interessati, inclusi gli atti disciplinati dal diritto privato.

Nella nozione di attività amministrativa cui agli artt. 22 e 23 legge 241/1990 correlano il diritto di accesso, deve comprendersi non solo quella di diritto amministrativo in senso stretto, ma anche quella di diritto privato posta in essere dai soggetti gestori di pubblici servizi che, pur non costituendo direttamente gestione del servizio stesso, sia collegata a quest'ultima da un nesso di strumentalità derivante anche, sul versante soggettivo, dall'intensa conformazione pubblicistica.

La disciplina in materia di accesso non prevede più dopo le modifiche introdotte dalla legge 15/2005, ipotesi in cui, per ragioni di riservatezza l'accesso debba essere limitato alla sola visione senza la possibilità di estrazione di copia.

L'accoglimento della domanda di accesso non può essere condizionato da valutazioni circa la fondatezza della pretesa alla cui tutela l'acquisizione della documentazione è strumentale posto che, per costante giurisprudenza, il diritto di accesso è autonomo rispetto alla posizione giuridica posta a base della relativa istanz... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...de da ogni valutazione circa la fondatezza della stessa.

Ai sensi dell'articolo 22 della legge n. 241/1990 il diritto di accesso è il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi.

L'istituto dell'accesso trova applicazione nei confronti di ogni tipologia di attività della Pubblica Amministrazione.

La disciplina generale sull'accesso consente alla P.A. di valutare quale degli interessi in conflitto debba prevalere, anche in considerazione degli interessi pubblici e dei controinteressati, sulla base di criteri sufficientemente elastici, sanciti da leggi e dai regolamenti.

PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> CONDIZIONI

Non c'è un interesse meritevole di tutela, ai fini dell'esercizio del diritto di accesso agli atti, nella mera "volontà di attivare, eventualmente, le procedure giurisdizionali, nessuna esclusa, per la tutela dei proprio diritti e interessi", in presenza di una procedura espropriativa perfezionata da oltre 20 anni. Il diritto di accesso deve essere sorretto da un interesse, oltre che concreto, attuale che appare, nella specie, escluso proprio in ragione della circostanza per cui... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i fatti particolarmente risalenti nel tempo.

Il diritto di accesso ai documenti postula, ai sensi dell'art. 24 comma 7, l. 7 agosto 1990 n. 241, la dimostrazione di un'assoluta necessità e non mera utilità del documento cui si chiede di accedere, tanto più nei casi in cui l'accesso sia esercitato non già in relazione agli atti di un procedimento amministrativo di cui il richiedente è parte, ma in relazione agli atti di procedimenti amministrativi rispetto ai quali il richiedente è terzo, non configurandosi, di conseguenza, la posizione legittimante quando i documenti richiesti non sono necessari per la difesa in giudizio ma solo utili per articolare la difesa in giudizio secondo una particolare modalità, ossia per articolare una particolare censura.

Ai fini dell'esercizio del diritto di accesso è sufficiente il requisito della vicinitas che sussiste in capo al confinante ma anche al frontista e a coloro che si trovano in una situazione di stabile collegamento con la zona in cui si trova l'edificio.

Illegittimo il diniego di accesso nei confronti di atti interni della pubblica amministrazione.

Il diritto di accedere ai docum... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...strativi la cui conoscenza sia necessaria per curare o per difendere i propri interessi giuridici si riferisce a qualunque forma di tutela, sia giudiziale che stragiudiziale, di interessi giuridicamente rilevanti, anche prima e indipendentemente dall'effettivo esercizio di un'azione giudiziale.

L'istanza di accesso deve avere ad oggetto documenti già perfezionata dalla P.A..

Il diritto di accesso costituisce situazione attiva meritevole di autonoma protezione; ne consegue che il diritto alla trasparenza dell'azione amministrativa non è condizionabile da valutazioni relative alla fondatezza della pretesa alla cui tutela l'acquisizione della documentazione è strumentale e/o all'eventuale inammissibilità della domanda giudiziale che il richiedente, una volta conosciuti gli atti, potrebbe proporre.

PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> COSTI

La salvezza delle vigenti disposizioni in materia di bollo prevista dall'art. 25, 1° comma l. n. 241/90, nell'individuazione dei costi dell'accesso esercitato mediante copia, deve ritenersi, per logica, inteso nel senso che l'imposta in questione sia dovuta solo nel caso in cui l'istante invochi il rilascio di copia autentica... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...opia informale (come tale assoggettata ai soli costi di riproduzione, oltreché agli eventuali diritti di ricerca e di visura).

Ai fini dell'accesso agli atti, non solo non esiste alcun principio che renda ineludibile e imprescindibile la richiesta di atti nella sola forma della copia autentica piuttosto che in copia informale, con conseguente pagamento obbligatorio della imposta di bollo, ma – soprattutto – una tale previsione (in tesi affidata a misura regolamentare), si porrebbe in chiara contrapposizione rispetto alla lettera ed alla ratio dell'art. 25 1° comma l. n. 241/90, ispirato ad un evidente favor per l'esibizione e la copia dei documenti amministrativi, ove non vi ostino speciali e specifiche ragioni, di tal che se ne imporrebbe la disapplicazione.

PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> DIRITTO SOGGETTIVO

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi, come è noto, è posto a garanzia della trasparenza ed imparzialità della P.A. e trova applicazione in ogni tipologia di attività della P.A..

La posizione legittimante all'accesso agli atti amministrativi, anche se non deve assumere necessariamente la consistenza del diritt... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o o dell'interesse legittimo, deve essere però giuridicamente tutelata non potendo identificarsi con il generico ed indistinto interesse di ogni cittadino al buon andamento dell'attività amministrativa.

Il diritto di accesso è autonomo rispetto alla posizione giuridica posta a base della relativa istanza.

L'accesso alla documentazione amministrativa è oggetto di un diritto soggettivo di cui il giudice amministrativo conosce in giurisdizione esclusiva, e il relativo giudizio ha per oggetto la verifica della spettanza o meno del diritto medesimo, piuttosto che la verifica della sussistenza o meno di vizi di legittimità dell'atto amministrativo recante il diniego all'accesso.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI