AREE INEDIFICABILI ED INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Salvago, Salvatore

04 giugno 2021

 / 388 Pagine in formato libro (17X24 cm)

"Aree inedificabili e indennità di espropriazione" del Pres. Salvatore Salvago costituisce il culmine scientifico mai raggiunto nello studio della materia. In quest'Opera imponente - che dopo le precedenti straordinarie fatiche sull'esproprio parziale e sui vincoli legali della proprietà immobiliare suggella una prestigiosa e imperdibile trilogia -, vengono affrontati nel modo più completo ed esaustivo tutti i principali nodi indennitari, dall'individuazione dei connotati di edificabilità, ai rapporti con la normativa urbanistica, al "tertium genus", alle zone F e alle fasce di rispetto, alle destinazioni border-line, al ruolo dell'edificabilità di fatto, alla ricostruzione storica in chiave evolutiva del fenomeno della progressiva valorizzazione delle aree inedificabili, ai soprassuoli e al sottosuolo, alle migliorie opportunistiche e all'attività estrattiva, alle poste aggiuntive. L'opera è senz'altro un "must have" per tutti i cultori, studiosi, appassionati, professionisti e operatori dell'espropriazione per pubblica utilità.

30,00

  • editore: Exeo
  • collana: esproprionline
  • numero in collana: 20
  • isbn: 978-88-6907-314-4
  • sigla: PL42
  • categoria: MONOGRAFIE
  • tipologia: giuridica
  • genere: studio applicato
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: NO
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

1. IL SISTEMA INDENNITARIO NELLA LEGGE FONDAMENTALE DEL 1865

1.1. Natura generale e vocazione espansiva della normativa.

1.2. Indennità per i suoli non edificabili.

1.3. Espropriazioni illegittime.

1.4. Anticipazione dei futuri principi della CEDU.

2.IL CRITERIO DEL PREZZO DEL BENE IN COMUNE COMMERCIO

2.1. I vantaggi per le parti.

2.2. Gli indici di valutazione.

2.3. Lo speciale parametro della legge c.d. di Napoli.

2.4. Destinazione indifferenziata delle aree.

3. LA LEGGE URBANISTICA 1150 DEL 1942: RICERCA ED INDIVIDUAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI

3.1. Zonizzazione e destinazioni d'uso.

3.2. Identificazione e sviluppo dei suoli edificatori.

3.3. Il meccanismo della c.d. edificabilità di fatto.

3.4.I difficili rapporti con la normativa urbanistica.

4. ASSENZA DI POTENZIALITÀ EDIFICATORIE: LA CATEGORIA ATIPICA DEI FONDI AGRICOLI.

4.1. La qualificazione agricola o rurale in origine.

4.2. Terreni agricoli e centri urbani.

4.3. Progressiva devalutazione della categoria: nascita del sistema dicotomico.

4.4. I terreni agricoli fuori dalla materia ablativa.

4.5. Misure riparatorie.

5. IL VALORE DI STIMA AGRICOLO MEDIO (VAM).

5.1. I criteri indennitari mediati e riduttivi.

5.2. La determinazione dei valori agricoli medi.

5.3. I temperamenti e le declaratorie di parziale incostituzionalità.

5.4. Azienda agricola, soprassuolo e costruzioni.

6. I TENTATIVI DI SUPERAMENTO

DEL SISTEMA VAM

6.1. La stima secondo i valori agricoli effettivi.

6.2. Il problema delle aree non agricole o non coltivate.

6.3. Inconciliabilità dei VAE con il "diritto vivente".

6.4. Criticità del meccanismo tabellare ed inefficienze delle C.P.

6.5. Le posizioni della giurisprudenza costituzionale e di legittimità.

7. LE DESTINAZIONI NON AGRICOLE.

7.1. Crescita e disomogeneità degli usi non agricoli.

7.2. Il ristoro irrisorio delle aree non coltivate.

7.3. L'impatto penalizzante dell'art. 5 bis legge 359/1992.

7.4. Assimilazione legale alle aree agricole.

8. NASCITA E VICENDE DEL TERTIUM GENUS

8.1. Fonte, presupposti e funzione della categoria.

8.2. Terzietà delle utilizzazioni c.d. intermedie e del parametro di stima.

8.3. La dottrina e le legislazioni regionali.

8.4. Chiusura della Corte Costituzionale.

8.5.La giurisprudenza successiva.

9. IL SISTEMA DICOTOMICO DI CLASSIFICAZIONE "LEGALE"

9.1. Il mutato rapporto aree inedificabili-aree agricole.

9.2. Ricognizione legale e criteri di classificazione.

9.3. Scomparsa del tertium genus.

9.4 Perdita di autonomia dei fondi agricoli.

9.5. Occupazioni illegittime.

10. AREE SOTTOPOSTE A VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ DALLA LEGGE.

10.1. Le "aree inedificabili" quale categoria, centrale ed unitaria.

10.2. Beni culturali ed ambientali.

10.3. Beni paesaggistici.

10.4. Effetti dei provvedimenti autorizzativi.

10.5. Fasce di rispetto.

10.6. Interferenze degli strumenti urbanistici.

10.7. Pianificazione paesaggistico-ambientale.

11. AREE SOTTOPOSTE A VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ DAGLI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO.

11.1. In generale.

11.2. Fonti regionali.

11.3. Iniziativa privata.

11.4. Possibilità effettive di edificazione.

11.5. Fattispecie particolari

12. ALTRE AREE INEDIFICABILI:

DESTINAZIONE AD USI AGRICOLI.

12.1. Vicende delle zone agricole.

12.2. Destinazione legale agricola.

12.3. Potenzialità edificatorie.

12.4. Costruzioni abusive.

12.5. Aree bianche.

13. DESTINAZIONI LEGALI CONTROVERSE

13.1. Il problema dei vincoli c.d. relativi.

13.2. Zone F.

13.3. Edilizia scolastica.

13.4. Opere di viabilità.

13.5. Verde pubblico.

13.6. Confronto con i principi comunitari e costituzionali.

14. PROGRESSIVA VALORIZZAZIONE DELLE AREE INEDIFICABILI

14.1. Riqualificazione delle aree inedificabili.

14.2. Marginalizzazione del sistema VAM: nella giurisprudenza.

14.3. Segue: nelle disposizioni legislative.

14.4. segue: incompatibilità con la Convenzione Edu.

14.5. segue: i dubbi di legittimità costituzionale.

15. LA DECLARATORIA DI INCOSTITUZIONALITÀ DEL SISTEMA VAM

15.1. Il nuovo corso.

15.2. Preventivo recepimento dei principi della CEDU.

15.3. Contenuto della declaratoria.

15.4. Limiti.

15.5. Ricognizione legale e sorte dei valori agricoli.

16. LA NUOVA INDENNITÀ PER LE AREE INEDIFICABILI

16.1. Il quadro normativo determinato dalla declaratoria

16.2. Aspettative edificatorie: indifferenza della CEDU

16.3. Incostituzionalità delle valutazioni "agricole".

16.4. "Restaurazione" della legge fondamentale del 1865.

16.5. Formale abrogazione della stessa.

17. RICERCA DEL VALORE DI MERCATO.

17.1. Criteri di valutazione e limiti.

17.2. Scelta delle utilizzazioni più redditizie.

17.3. Pregi naturali e vincoli ambientali.

17.4.Migliorie non opportunistiche.

17.5. Costruzioni e manufatti edilizi.

17.6. Onere della prova.

18. AREE COLTIVATE E SOPRAVVIVENZADELL'ART. 40, 1° COMMA T.U.

18.1. Le interpretazioni della norma "salvata".

18.2. Interpretazione "costituzionalmente orientata".

18.3. Condizioni e limiti di applicabilità.

18.4. Divieto di utilizzazioni extragricole.

18.5. Effetti innovativi della sentenza 181/2011.

19. ESERCIZIO DI AZIENDA AGRICOLA.

19.1. L'obbligo di valutazione dell'azienda agricola.

19.2. Diminuzione o cessazione dell'attività di impresa.

19.3. Pregiudizi e tutele ulteriori.

19.4. Soggetti non proprietari ed imprese extra-agricole.

19.5. Danni da esecuzione dell'o.p.

20.CAVA ED ATTIVITÀ ESTRATTIVA

20.1. Specialità ed autonomia della disciplina.

20.2. Inapplicabilità del sistema bipolare di classificazione delle aree.

20.3. Alternatività e presupposti dell'utilizzazione.

20.4. Necessità di provvedimenti autorizzativi.

20.5. Preclusioni e vincoli.

20.6. Occupazione temporanea.

21. FATTISPECIE PARTICOLARI

21.1. Espropriazione parziale

21.2. Asservimento

21.3. Cessione volontaria

21.4. Il sistema delle incentivazioni premiali.

21.5. Sorte delle maggiorazioni.

21.6. Acquisizione c.d. sanante.

22. OCCUPAZIONE TEMPORANEA E DI URGENZA.

22.1. Le diverse tipologie.

22.2. Occupazione preordinata all'espropriazione.

22.3. Indennità per le aree inedificabili.

22.4. Parametri di stima.

22.5. La disciplina delle occupazioni nel T.U.

22.6. Progressivo frazionamento dei criteri indennitari

23. LE INDENNITÀ AGGIUNTIVE

23.1. Tutela del lavoro nella coltivazione della terra.

23.2. Proprietario coltivatore.

23.3. Conduttore coltivatore.

23.4. Soggetti esclusi

23.5. Evoluzione delle indennità aggiuntive.

23.6. Declaratoria di incostituzionalità dei VAM.

23.7. La triplicazione dell'indennità.

24. PROSPETTIVE DELLE AREE INEDIFICABILI

24.1. Crisi delle destinazioni urbanistiche.

24.2. I programmi integrati di intervento.

24.3. Microzone autosufficienti e meccanismi perequativi.

24.4. Edificabilità legale virtuale.

24.5. L'esperienza normativa della Regione Trentino-Alto Adige.

24.6. Dubbi di legittimità costituzionale.

24.7. Compensazioni urbanistiche.

24.8. I limiti della legislazione attuale.

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI

ZONE F Il settore in cui la contestazione all’attuale sistema di ricognizione legale ha assunto i toni più accesi e persistenti nel tempo, è sicuramente quello dei vincoli conformativi apposti dagli strumenti urbanistici, ed ha riguardato in particolare le zone F, rappresentanti una delle e...
Apri l'articolo
OPERE DI VIABILITÀ. Il contrasto di decisioni persiste tuttora sulle opere di viabilità, ed in particolar modo sulle strade, per le quali numerosi TAR e molti autori continuano a sostenere che i relativi vincoli di piano rientrano comunque fra quelli preordinati all’espropriazione, con dive...
Apri l'articolo
 MARGINALIZZAZIONE DEL SISTEMA VAM: NELLA GIURISPRUDENZA. Alla progressiva valorizzazione dei terreni inedificabili si è affiancata, a partire dagli stessi anni 90’, tutta una serie di pronunce giurisdizionali, che hanno dimostrato l’incompatibilità proprio sotto il profilo logic...
Apri l'articolo