ESPROPRI E OCCUPAZIONI

Stai vedendo 40-48 di 118 risultati

Risarcimento del danno ed eventuali obblighi restitutori per occupazione usurpativa: giurisdizione e competenza

Le domande risarcitorie e restitutorie relative a fattispecie di occupazione usurpativa rientrano nella giurisdizione ordinaria.

Giurisdizione sull'azione risarcitoria relativa all'occupazione usurpativa da parte della P.A.

Appartiene al GO la domanda di risarcimento del danno riguardante un’ipotesi di occupazione c.d. “usurpativa”, ossia realizzata al di fuori di un normale procedimento espropriativo, per essersi realizzata in assenza di una preventiva dichiarazione di pubblica utilità finalizzata all’acquisto a titolo originario del bene in capo all’ente.

Occupazione usurpativa: configurazione della fattispecie e giurisdizione

La fattispecie di occupazione usurpativa, su cui vi è giurisdizione del giudice ordinario, si verifica solo nell’ipotesi di appropriazione del bene in totale assenza del provvedimento amministrativo.

Occupazione usurpativa spuria: configurazione della fattispecie e giurisdizione

Restano riservate al giudice ordinario le controversie in tema di restituzione del terreno e risarcimento dei danni da occupazione usurpativa, che ricorre nei casi di mancanza materiale o giuridica della dichiarazione di pubblica utilità.

L'azione con cui i proprietari di un'area chiedono la restituzione del fondo rientra nella giurisdizione del G.A.

Il giudice amministrativo - nello stabilire l’importo del danno da ablazione illegittima - non può includervi anche quanto dovuto per il periodo di occupazione legittima, la cui valutazione pure è di spettanza del giudice ordinario a norma degli artt. 53, comma 3 e 54 T.U. 8 giugno 2001, n. 327.

La domanda di pagamento dell'indennità per occupazione legittima è di giurisdizione del G.O.

Verificatasi una vicenda di occupazione acquisitiva, la domanda afferente l'indennità da occupazione legittima deve essere proposta alla Corte di Appello quale giudice in unico grado ed essa Corte è tenuta ad esaminarla anche se indebitamente proposta in prime cure.

Le controversie risarcitorie per l'occupazione di un'immobile da parte della P.A. in assenza di decreto d'esproprio

Appartengono alla giurisdizione amministrativa le controversie, anche risarcitorie, che abbiano a oggetto un'occupazione originariamente legittima, e che sia poi divenuta sine titulo a causa del decorso dei termini di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità e dell’occupazione in via temporanea e d’urgenza, senza il sopravvenire di un valido decreto di esproprio.

Omessa conclusione della procedura espropriativa: giurisdizione sulle richieste di risarcimento

In materia di occupazioni illegittime della p.a., allorquando il privato agisca in giudizio sia per l'accertamento dell'illegittimità del comportamento dell'amministrazione (consistente nella perdurante occupazione "sine titulo" del suolo, connessa all'inutile scadenza dei termini finali della dichiarazione di pubblica utilità), sia per ottenere la condanna dell'amministrazione alla restituzione del suolo, siffatte domande appartengono alla giurisdizione amministrativa esclusiva

Detenzione da parte della P.A. del fondo altrui in via di mero fatto: giurisdizione e competenza

Le controversie in materia urbanistica ed edilizia rientrano nella giurisdizione del giudice amministrativo, salvo che esse siano relative a comportamenti della pubblica amministrazione non riconducibili, nemmeno mediatamente, all'esercizio di un pubblico potere, ancorché viziato da illegittimità (D.P.R. 8 giugno 2001 n. 329, art. 53, comma 1 – alla luce della sent. Corte Cost. n. 191/2006).

Competenza sulla domande di condanna della P.A. al risarcimento del danno per irreversibile trasformazione del fondo

Deve affermarsi la giurisdizione del giudice amministrativo a conoscere la domanda risarcitoria relativa all’asserita irreversibile trasformazione di aree occupate in forza di formali atti di procedura espropriativa, finalizzati alla realizzazione di opera pubblica.

Tutela risarcitoria per irreversibile trasformazione del fondo e giurisdizione del G.A.

Ai fini della giurisdizione, unico momento determinante al fine di valutare la sussistenza dell’esercizio di un potere amministrativo è quello dell’occupazione delle aree e solo rispetto a quest’ultimo, e non rispetto alla fine lavori, dovrà essere valutato se l’agire dell’Amministrazione si configura quale esercizio di potere o è riconducibile a mero comportamento.

Quando la domanda risarcitoria per occupazione illegittima da parte della P.A. è di competenza del G.O.?

Sussiste la giurisdizione del GO sulla domanda risarcitoria qualora l’occupazione sia intervenuta dopo la scadenza del termine di efficacia del decreto di occupazione, ossia in assenza di qualsiasi provvedimento che legittimI l’apprensione del bene del ricorrente.

Pagina 4 di 10 4