Parametri per stabilire l'entità del risarcimento danni da occupazione illegittima

PATOLOGIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA - PARAMETRO Il valore base del suolo cui parametrare l'indennità di occupazione illegittima deve essere attualizzato anno per anno, con l’utilizzo dell'indice ISTAT e, solo sul relativo risultato, deve essere computato il danno per la perdita della possibilità di utilizzo del bene, calcolato attraverso il tasso di interesse legale, che rappresenta, in sostanza, la commisurazione equitativa dei c.d. frutti civili.

Il danno da occupazione temporanea illegittima va commisurato al valore venale del bene da calcolarsi al momento dello spossessamento ed aggiornato anno per anno.

Il valore venale del bene, quale parametro per la quantificazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione di un'area privata da parte della pubblica amministrazione, va determinato utilizzando il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato... _OMISSIS_ ...iante la comparazione di valori di beni della stessa tipologia di quello oggetto di stima (atti di compravendita di terreni finitimi e simili), rivalutando o devalutando i valori fino a portarli al momento della cessazione di efficacia del decreto di occupazione d’urgenza; applicando a questi ultimi gli interessi nella misura del 5% per ogni anno di occupazione fino alla data si restituzione; detraendo da detta somma quanto eventualmente già corrisposto a titolo di indennità di esproprio, e aggiungendo gli interessi legali ex art. 1282 comma 1 c.c. dalla data di pubblicazione della eventuale sentenza, sino al soddisfo.

Il parametro giuridico-economico di riferimento per il risarcimento del danno da occupazione illegittima va correlato all’effettiva destinazione dell’area ante imposizione del vincolo espropriativo. Ai fini della determinazione del valore venale del lotto va considerato quale risultava essere la “destinazione urbanis... _OMISSIS_ ...rreni avevano anteriormente all’imposizione del vincolo e alla declaratoria di pubblica utilità. Dunque in punto di definizione del “quantum” del risarcimento dovuto va definito il principale elemento caratterizzante della fattispecie: individuazione del “valore venale” del bene (in considerazione delle caratteristiche giuridiche e fisiche), in riferimento al quale va rapportata la percentuale annuale, del 5%, per il dovuto risarcimento da occupazione (nonché le eventuali ulteriori voci, allo stesso parametrate, previste dall'art. 42 bis T.U.Es.).

Ai fini del risarcimento del danno, la quantificazione del valore venale del bene operata dal Comune è sufficientemente motivata con rinvio alla stima del valore del bene da parte della Corte d’Appello, ossia del giudice naturalmente competente a conoscere dei criteri che presiedono alla determinazione dell’indennità di espropriazione complessivamente intese.

In s... _OMISSIS_ ...ento del danno, è legittimo utilizzare la medesima base annuale di calcolo per tutti gli anni di occupazione sine titulo qualora il valore di mercato dei fondi occupati non abbia subito significative variazioni durante quel periodo di riferimento.


PATOLOGIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA - PARAMETRO - AGENZIA DELLE ENTRATE Ai fini della determinazione del valore venale del bene in sede di quantificazione delle somme spettanti al proprietario in caso di occupazione illegittima, occorre fare riferimento a criteri e valori oggettivi, tenendo conto innanzitutto del regime urbanistico dei suoli e della presenza di eventuali vincoli e zone di rispetto. A tal fine, ed in virtù del principio di completezza dell’istruttoria, l’Amministrazione deve acquisire ogni elemento disponibile per giungere ad una corretta determinazione del “quantum” dovuto a titolo risarcitorio, facendo eventualmente ricorso anche al valore me... _OMISSIS_ ...lle banche dati delle quotazioni immobiliari dell’Agenzia delle Entrate.

Il valore venale dei terreni illegittimamente occupati deve essere stabilito dall’amministrazione mediante richiesta della relativa stima al competente ufficio dell’Agenzia delle entrate.


PATOLOGIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA - PARAMETRO - AREA AGRICOLA Il risarcimento del danno da occupazione appropriativa va liquidato secondo il criterio agricolo di mercato, nel caso il privato, gravato del relativo onere, non abbia allegato che l'area occupata sia suscettibile di uno sfruttamento ulteriore e diverso rispetto a quello agricolo, pur senza raggiungere il livello dell'edificatorietà , e che, quindi, possiede una valutazione di mercato che rispecchia possibilità di utilizzazione, assentite dallo strumento urbanistico, intermedie tra quella agricola e quella edificatoria (come, ad esempio, parcheggi, depositi, attività sportive e... _OMISSIS_ ...ioschi per la vendita di prodotti), sempre che tali possibilità siano assentite dalla normativa vigente, sia pure con il conseguimento delle opportune autorizzazioni amministrative.


PATOLOGIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA - PARAMETRO - AREA BIANCA Il valore di un terreno coltivato, ubicato in zona "bianca" per decadenza vincoli, non può essere assunto in relazione a contigue aree edificabili.


PATOLOGIA - RISARCIMENTO DEL DANNO - OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA - PARAMETRO - RIVALUTAZIONE, DEVALUTAZIONE, INDICI Quanto alla determinazione del valore venale del bene, da valutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione (pari al 5% annuo), occorre: I. utilizzare il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato di un bene mediante la comparazione di valori di beni della stessa tipologia di quel... _OMISSIS_ ...tima (atti di compravendita di terreni finitimi e simili); II. devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a mq. indicati per il terreno interessato, secondo gli indici dell’andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare, per comprendere il periodo che va dall’inizio dell’illegittima detenzione fino all’attualità; III. su tali ultimi valori-devalutati al momento dell’illegittimo possesso e aggiornati all’attualità-, andranno, come detto, computati, a titolo di risarcimento del danno dovuto, gli interessi nella misura del 5% per ogni anno di occupazione illegittima.

Per determinare il valore venale del bene, da valutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione (pari al 5% annuo), occorre, tenuto conto della destinazione urbanistica del... _OMISSIS_ ...) utilizzare il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato di un bene mediante la comparazione di valori di beni della stessa tipologia di quello oggetto di stima (atti di compravendita di terreni finitimi e simili), avuto, altresì, riguardo alle indicazioni dei ricorrenti quanto all’accertamento del valore di mercato del terreno de quo; II) devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a mq. indicati per il terreno interessato, secondo gli indici dell’andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare, per comprendere il periodo che va dall’inizio dell’illegittima detenzione fino all’attualità; III) su tali ultimi valori - devalutati al momento dell’illegittimo possesso e aggiornati all’attualità -, andranno computati, a titolo di risarcimen... _OMISSIS_ ...vuto, gli interessi nella misura del 5% per ogni anno di occupazione illegittima sino alla giuridica regolarizzazione della fattispecie.

Quanto alla determinazione del valore venale del bene, da valutarsi per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione, è necessario devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a metro quadro indicati per il terreno interessato, secondo gli indici dell'andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare, per comprendere il periodo che va dall’inizio dell’illegittima detenzione fino all’attualità.

Quanto alla determinazione del valore venale del bene, da valutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione, è necessario devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a... _OMISSIS_ ...er i terreni interessati, secondo gli indici dell’andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare, per comprendere il periodo che va dall’inizio dell’illegittima detenzione fino all’attualità ovvero fino all’adozione dei provvedimenti ablativi, ove intervenuti.

Quanto alla determinazione del valore venale del bene, da valutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione (pari al 5% annuo), l’ente comunale deve, tenuto conto della destinazione urbanistica dell’area: - utilizzare il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato di un bene mediante la comparazione di valori di beni della stessa tipologia di quello oggetto di stima (atti di compravendita di terreni finitimi e simil... _OMISSIS_ ...rsquo;accertamento del valore di mercato; - devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a mq. indicati per il bene interessato, secondo gli indici dell’andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare; - dall’importo da corrispondere alla parte ricorrente detrarre la sola somma eventualmente già incassata dalla stessa a titolo di indennità provvisoria di espropriazione.

Per la determinazione del valore venale del bene, da valutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione (pari al 5% annuo), l'Amministrazione intimata deve, tenuto conto della destinazione urbanistica dell’area: i) utilizzare il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato di un bene mediante la comparazione di valori di beni d... _OMISSIS_ ...ologia di quello oggetto di stima (atti di compravendita di terreni finitimi e simili), avuto, altresì, riguardo alle indicazioni della società ricorrente quanto all'accertamento del valore di mercato del terreno de quo; ii) devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a metro quadro indicati per il terreno interessato, secondo gli indici dell'andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare, per comprendere il periodo che va dall’inizio dell’illegittima detenzione fino all’attualità; iii) su tali ultimi valori - devalutati al momento dell'illegittimo possesso e aggiornati all'attualità - andranno, computati, a titolo di risarcimento del danno dovuto, gli interessi nella misura del 5% per ogni anno di occupazione illegittima sino alla giuridica regolarizzazione della fattispecie.

La determinazione del valore venale ... _OMISSIS_ ...lutarsi unicamente per definire il parametro per la determinazione del danno patrimoniale da illegittima occupazione in applicazione dell’art. 42 bis dpr 327/2001, tenuto conto della destinazione urbanistica dell'area occupata, si deve utilizzare il metodo di stima diretta (o sintetica), che consiste nella determinazione del più probabile valore di mercato di un bene mediante la comparazione di valori di beni della stessa tipologia di quello oggetto di stima (atti di compravendita di terreni finitimi e simili), quanto all'accertamento del valore di mercato; devalutare e rivalutare annualmente i valori medi a mq. indicati per il terreno interessato, secondo gli indici dell'andamento dei prezzi del mercato immobiliare pubblicati nei siti internet delle maggiori e più accreditate società di studi e di osservatori del mercato immobiliare; dall'importo delle somme dovute a titolo risarcitorio dovranno poi essere dedotte le somme eventualmente versate a titolo di acconto... _OMISSIS_ ... di espropriazione e/o di occupazione legittima.

Ai fini del risarcimento del danno, il valore venale dei terreni illegittimamente occupati deve essere attualizzato anno per anno con utilizzo dell’indice ISTAT e a tali importi devono aggiungersi gli interessi legali per il ritardo nell’erogazione delle somme, da computarsi anno per anno, partendo dal primo anno di scadenza dell’occupazione abusiva sino al soddisfo. Infine, la somma così risultante deve essere maggio...


...continua.  Qui sono visibili 14000 su 25124 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto). Possono essere presenti sintesi ripetitive o similari, derivanti da pronunce di contenuto ripetitivo o similare. 

Acquista per soli 9,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo