L’imposizione di un vincolo indiretto sui beni culturali ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. 42/2004

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> STORICO, ARCHEOLOGICO, ARTISTICO --> VINCOLO INDIRETTO

Ai sensi della l. 1089/1939 (artt. 1 e 3), il vincolo archeologico c.d. diretto viene imposto su beni o aree nei quali sono stati ritrovati reperti archeologici, o in relazione ai quali vi è certezza dell'esistenza, della localizzazione e dell'importanza del bene archeologico, mentre il vincolo archeologico c.d. indiretto (art. 21 l. 1089/1939), viene imposto su beni e aree circostanti a quelli sottoposti a vincolo diretto, per garantirne una migliore visibilità e fruizione collettiva, o migliori condizioni ambientali e di decoro.

L’imposizione di un vincolo indiretto ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. 42/2... _OMISSIS_ ...alità procedimentali di cui ai successivi articoli 46 e 47), pur essendo rimesso alla discrezionalità dell’Amministrazione, soggiace ai limiti rappresentati dalla razionalità e dalla logicità dell’azione amministrativa.

È irrilevante che il provvedimento di vincolo indiretto non contenga alcuna motivazione sul pregio dell'area sottoposta.

È illegittimo, per violazione del principio di proporzionalità, il provvedimento con il quale a tutela di un vincolo indiretto imposto ex art. 45 D. Lgs. 42/2004 viene ingiunta la rimozione di una struttura composta da due paraventi in vetro trasparente con montanti in alluminio delimitante l’area al cui interno sono collocati dei tavolini a servizio di un esercizio di somministrazione aliment... _OMISSIS_ ...lora tale struttura non sia oggettivamente in grado di compromettere la visuale del complesso monumentale e sia collocata in posizione defilata rispetto al bene tutelato.

Il provvedimento impositivo di vincolo indiretto è illegittimo solo ove persegua in via esclusiva finalità di tutela paesaggistica.

Ai fini dell'imposizione di vincolo indiretto la continuità dell’area non deve essere intesa in senso solo fisico, né richiedere necessariamente una continuità stilistica o estetica fra le aree, ma può essere invocata anche a tutela della continuità storica fra i monumenti e gli insediamenti circostanti.
VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> STORICO, ARCHEOLOGICO, ARTISTICO --> VINCOLO INDIRE... _OMISSIS_ ...TTI

Ai fini del vincolo indiretto, per tutela della prospettiva non si intende solamente l’esigenza di assicurare una libera visibilità del bene immobile, ma anche quella di salvaguardare l’aspetto esteriore del bene così come inserito nell’ambiente, insieme con altre eventuali opere che, pur potendo non presentare in sé particolari pregi artistici, vengono indirettamente a valorizzarsi con il bene principale e, a loro volta, a meglio valorizzare quest’ultimo.

Qualora vi sia una negativa incidenza sulla prospettiva o sulla visibilità del bene sottoposto alla tutela diretta (in ragione delle particolarità dei luoghi), l'intervento sul immobile oggetto di vincolo indiretto richiede anche il parere della Soprintendenz... _OMISSIS_ ... sua salvaguardia.

Non richiedono il parere della Soprintendenza i titoli abilitativi riguardanti la ricostruzione dell’immobile originario, su di un'area sottoposta a vincolo indiretto, senza aumenti di altezza e comunque senza ulteriori elementi ostativi alla visibilità del bene oggetto di tutela diretta.

Non vero che il vincolo indiretto possa solo prescrivere distanze, misure e norme finalizzate ad evitare che siano messi in pericolo i beni culturali, ma non possa spingersi fino a dichiarare un terreno non edificabile; il vincolo indiretto ben può arrivare a determinare anche l'inedificabilità di determinate aree, pur essendo necessaria una motivazione rigorosa e sorretta da adeguata istruttoria, trattandosi evidentemente di imporre ai... _OMISSIS_ ... sacrificio di notevole intensità.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> STORICO, ARCHEOLOGICO, ARTISTICO --> VINCOLO INDIRETTO --> EFFICACIA

La notifica e la trascrizione non costituiscono elementi costitutivi del vincolo e nemmeno elementi integratori della sua efficacia, ma solo mero adempimento dal cui perfezionamento far decorrere i termini per l'impugnazione, ovvero consentire l'opponibilità ai terzi.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> STORICO, ARCHEOLOGICO, ARTISTICO --> VINCOLO INDIRETTO --> ESTENSIONE

In ordine alla estensione del vincolo indiretto va considerata legittima la sottoposizione a vincolo di un’intera zona, consider... _OMISSIS_ ...o complesso, anche se i reperti riportati alla luce siano stati rinvenuti soltanto in alcuni terreni vincolati, purché dalla motivazione del provvedimento di vincolo e dall'attività istruttoria svolta, emergano le specifiche ragioni che giustificano una valutazione unitaria della zona di pregio archeologico e sia indicata specificamente l'ubicazione dei singoli reperti nelle varie particelle catastali della zona vincolata.

Pur in ragione dell'elasticità e dell'indeterminatezza dei parametri tecnici delle discipline storiche ed archeologiche, si reputa indefettibile da parte dell'Amministrazione la specificazione dei presupposti di fatto che giustifichino l'imposizione di vincoli indiretti tali da consentire di individuare la correlazione tra estensione del ben... _OMISSIS_ ...tutelato ed estensione dell'immobile di proprietà privata oggetto del vincolo.

Quando l'area da vincolare sia un’area archeologica situata in cacumine elati montis (sia essa un castrum ovvero un’acropoli di epoca greco-romana), e da tale sommità siano dominati i terreni circostanti, ben può l’Amministrazione statale sottoporre a vincolo indiretto tali terreni (e, se del caso, l’antico sistema viario), per salvaguardare e lasciare inalterate quelle caratteristiche dei luoghi sui quali l’area archeologica si erge nella sua possenza.

Quando si tratti di un’area archeologica situata sulla cima di una collina, e da tale sommità siano dominati i terreni circostanti, ben può l’Amministrazione statale sottoporre... _OMISSIS_ ...retto tali terreni (e, se del caso, l’antico sistema viario), per salvaguardare e lasciare inalterate quelle caratteristiche dei luoghi sui quali l’area archeologica si erge nella sua totalità.

E' erroneo in diritto l’assunto che l'estensione spaziale del vincolo indiretto, che copre un’area quantitativamente rilevante, lo renda illegittimo.

L’art. 45 (Prescrizioni di tutela indiretta) del Codice dei beni culturali e del paesaggio (che ripete la fattispecie sostanziale dell’art. 21 l. 1 giugno 1939, n. 1089 e poi dell’art. 49 d.lgs. 29 ottobre 1999, n. 490) non stabilisce altra delimitazione spaziale che quella intrinsecamente funzionale alla sua causa tipica, che è di “prescrivere le distanze, le ... _OMISSIS_ ...re norme dirette ad evitare che sia messa in pericolo l’integrità dei beni culturali immobili, ne sia danneggiata la prospettiva o la luce o ne siano alterate le condizioni di ambiente e di decoro”.

L’ampiezza della zona da preservare in via indiretta non può essere determinata aprioristicamente, ma dipende in concreto dalla natura e dalla conformazione del bene direttamente tutelato e dallo stato dei luoghi che lo circondano.

L’estensione del vincolo ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 13963 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo