I vincoli urbanistici che consentono l'iniziativa privata o promiscua sono conformativi

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> PROMISCUI

Tutte le altre determinazioni che, pur limitando l’attività edilizia, non sono preordinate all’esproprio, e consentono al titolare del bene una qualche forma di utilizzazione, non costituiscono altro che espressione del potere di pianificazione, ossia del potere dell’autorità urbanistica di zonizzare il territorio comunale, al fine di programmare l’ordinato sviluppo delle aree abitate e di salvaguardare i valori urbanistici e ambientali esistenti.

La Corte Costituzionale con la sentenza n. 179 del 1999 ha affermato che fuoriescono dallo schema ablatorio-espropriativo e dalle connesse garanzie costituzionali i vincoli che importano una desti... _OMISSIS_ ...di contenuto specifico) realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata, che non comportino necessariamente espropriazione o interventi ad esclusiva iniziativa pubblica e quindi siano attuabili anche dal soggetto privato e senza necessità di previa ablazione del bene.

Le limitazioni al diritto dominicale relative sia alla tipologia di opere realizzabili (attrezzatture collettive, compresi impianti sportivi) sia alle modalità di loro utilizzo (necessità della stipula di una previa convenzione con il Comune) non sono tali da comportare uno svuotamento integrale delle facoltà di godimento dominicali che permangono, sebbene conformate al perseguimento di fini di utilità sociale, assicurando all’immobile un valore d’uso idoneo a garantir... _OMISSIS_ ...economica in capo al proprietario.

Per consolidato orientamento in materia di distinzione tra vincoli conformativi e vincoli espropriativi, questi ultimi implicano uno svuotamento sostanziale del contenuto del diritto dominicale che non si verifica nel caso dei vincoli che (nel limitare il diritto di proprietà, ai sensi dell’art. 42, comma 2, Cost.) impongono una destinazione, anche di contenuto specifico, realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata, tale da non richiedere necessariamente l’espropriazione dell’area e l’intervento ad esclusiva iniziativa pubblica.

Le destinazioni a spazi pubblici riservati alle attività collettive e a spazi per attrezzature pubbliche d’interesse generale, impresse... _OMISSIS_ ...o urbanistico a determinate aree, non comportano automaticamente l’ablazione dei suoli e, anzi, potrebbero ammettere la realizzazione anche da parte di privati delle relative attrezzature destinate all’uso pubblico, sicché, nelle suddette ipotesi, si è in presenza di un vincolo conformativo.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> PROMISCUI --> ACQUISIZIONE ALLA MANO PUBBLICA

Esulano dalla categoria espropriativa i vincoli implicanti una destinazione, anche specifica, realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata, ovvero non richiedenti l'esclusivo intervento pubblico e quindi attuabili dal soggetto privato senza necessità della previa ablazione del bene.

Non vale ad att... _OMISSIS_ ...espropriativa ad un vincolo a impianti pubblici, attuabile anche dai privati mediante apposita convenzione, la previsione, in caso di inosservanza degli obblighi fissati nella medesima, dell’acquisizione dell’area in capo all’ente pubblico secondo la procedura espropriativa. L'esproprio infatti è un dato puramente ipotetico, riferito alla patologia del rapporto convenzionale, mentre il regime ordinario di gestione dell’area avente la destinazione in parola è subordinato soltanto all’onere di convenzionamento e risulta perfettamente compatibile con l’esercizio del diritto di proprietà privata sull’area.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> PROMISCUI --> DECADENZA

La sente... _OMISSIS_ ...1999, della Corte Costituzionale, ha affermato che fuoriescono dallo schema ablatorio-espropriativo e, quindi, non sono necessariamente soggetti all'alternativa di indennizzo o di durata predefinita, i vincoli che importano una destinazione, anche di contenuto specifico, realizzabile ad iniziativa privata o promiscua pubblico-privata che non comportino, necessariamente, espropriazione o interventi ad esclusiva iniziativa pubblica.

Non decadono le previsioni pianificatorie che prevedono la realizzazione, anche da parte di privati in regime di economia di mercato, di attrezzature destinate all’uso pubblico, nonché quelle che stabiliscono che le aree a verde per lo sport siano adibite, oltre che a parchi urbani, a campi ed attrezzature per il gioco e per lo... _OMISSIS_ ...e le palestre, le piscine e i campi coperti. Allorquando - infatti - le previsioni dello strumento urbanistico lasciano ferma la possibilità di realizzare, anche su iniziativa privata o promiscua pubblico-privata gli impianti di interesse collettivo cui la zona è destinata, non è a parlarsi di espropriazione (neppure sostanziale) né di vincolo ad essa preordinato: neppure se lo stesso ha carattere particolare ed incide su beni determinati.

Una destinazione promiscua a servizi, realizzabili anche da privati non configura un vincolo preordinato all’esproprio e non è soggetta a decadenza.

Non decade la destinazione impressa al suolo che dà luogo a un vincolo di tipo conformativo della proprietà dato che le destinazioni previste non si risolvo... _OMISSIS_ ...zzazione di un’opera pubblica ma nella previsione di un ventaglio di possibili utilizzazioni che sono in parte realizzabili anche dal privato proprietario.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> PROMISCUI --> EFFETTIVITÀ/ASTRATTEZZA

Per quanto attiene ai presupposti che possono consentire di prestare valore all’iniziativa privata riconosciuta per la realizzazione della destinazione pubblica dell’area vincolata ,occorre avere riguardo alla ‘effettiva’ possibilità per il privato di poter realizzare il tipo di iniziativa necessaria per soddisfare le finalità pubbliche, in concreto ed effettivamente; il giudizio sulla natura conformativa o espropriativa dei vincoli di destinazione non dev... _OMISSIS_ ...tanto dalla astratta possibilità attribuita al privato di realizzare l’intervento (o parte di esso) in alternativa all’ente pubblico, ma anche dall’interesse soggettivo del privato all’utile e fruttuoso sfruttamento dell’area, rispetto alla realizzazione, ad esempio, di un parcheggio sotterraneo: laddove, nella fattispecie, per realizzare determinate destinazioni si dovrebbe disporre di mezzi e/o di una organizzazione di cui normalmente non si dispone.

Un vincolo per attrezzature scolastiche ha natura sostanzialmente espropriativa anche se le destinazioni di cui al vincolo siano astrattamente realizzabili tramite iniziativa privata, qualora nel caso concreto, per la natura dell’attività economica svolta dai soggetti propriet... _OMISSIS_ ...atteristiche della porzione di area da trasformare e per il progetto stesso da realizzare, la connotazione di tale vincolo come soltanto conformativo in definitiva causi una impossibilità duratura per il privato di disporre liberamente sul mercato dell’area assoggettata al vincolo.

La natura conformativa del vincolo di inedificabilità non può far leva sulla sola astratta e teorica possibilità che la destinazione del bene sia realizzata anche ad iniziativa del privato proprietario (come nel caso dell'edilizia scolastica), ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 13299 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo