La decorrenza dei termini decadenziali per impugnare varie tipologie di provvedimenti amministrativi

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA

Le prescrizioni comunali relative all'installazione dei sistemi di telecomunicazione non richiedono l'impugnazione entro il termine decadenziale dalla data della loro pubblicazione nell'albo pretorio.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> ACCORDO DI PROGRAMMA

Il termine per l’impugnazione dell’accordo di programma comportante variante urbanistica e appositivo del vincolo espropriativo decorre, ove non sia necessaria la notifica individuale, dalla pubblicazione della delibera consiliare di approvazione della variante, ferma restando la necessità di impugnare contestualmente anche l'accordo.

... _OMISSIS_ ...gt; IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> ATTI PREPARATORI

L’impugnazione dell’atto endoprocedimentale privo di concreta lesività, in uno con il provvedimento conclusivo, deve avvenire, a prescindere dalla data della sua emissione, che resta dunque irrilevante ai fini della ricevibilità del ricorso, entro il termine decadenziale valevole per l’impugnazione del provvedimento conclusivo.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Il termine decadenziale per l'impugnativa di una delibera comunale decorre dalla data di notifica o comunicazione dell'atto o di quella della piena conoscenza con riferimento solo ai soggetti di... _OMISSIS_ ...emplati nell'atto o che siano immediatamente incisi dai suoi effetti anche se in esso non contemplati, mentre, per quanto concerne gli altri soggetti indirettamente ed eventualmente incisi da un autorizzazione paesaggistica, il termine decadenziale dell'impugnativa decorre dalla data di pubblicazione nell'albo pretorio ai sensi dell'art. 41, comma 2 del D.Lgs. n. 104/2010.

Il termine decadenziale di 60 giorni per l’impugnazione del nulla osta ambientale deve ritenersi decorrere dalla ricezione dello stesso, anche se privo di motivazione, atteso che la piena conoscenza del provvedimento lesivo si verifica con la conoscenza degli elementi essenziali di un provvedimento amministrativo, cioè dell’Autorità emanante, del contenuto dispositivo e del suo e... _OMISSIS_ ...sufficienti a rendere l’interessato consapevole dell’incidenza e/o lesività dell’atto nella sua sfera giuridica, senza che sia necessaria la conoscenza della motivazione, impugnabile eventualmente con la proposizione di motivi aggiunti.

Il decorso del termine decadenziale di impugnazione dell'autorizzazione paesaggistica può ritenersi interrotto e/o sospeso soltanto se il ricorrente dimostra che l’Amministrazione ha impedito l’accesso, anche nella forma della visione, alla documentazione e non con la mera proposizione di un’istanza di accesso, in quanto, dopo la conoscenza dei predetti elementi essenziali (Autorità emanante, contenuto dispositivo e suo effetto lesivo), il soggetto interessato ha l’onere di attivarsi di... _OMISSIS_ ... immediatamente (cioè già il giorno successivo alla conoscenza dell’esistenza dell’atto lesivo) con istanza di accesso (anche informale, recandosi di persona presso gli Uffici dell’Amministrazione, la quale deve consentire l’accesso), finalizzata all’acquisizione del provvedimento lesivo.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> CONCESSIONE SUOLO PUBBLICO

Poiché il provvedimento provinciale di concessione di occupazione di suolo pubblico è soggetto al regime della pubblicazione sull’albo pretorio secondo quanto previsto dall’art. 124, comma 1, del d. lgs. n. 267/2000, il termine di impugnazione decorre dalla scadenza del termine di pubblicazione.

GI... _OMISSIS_ ...MPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> DECRETO DI ESPROPRIO

Il termine decadenziale per dedurre la mancata osservanza delle garanzie partecipative, dettate dagli artt. 11 e 16 del d.P.R. n. 327 del 2001, per il procedimento di apposizione del vincolo espropriativo e per quello di dichiarazione di pubblica utilità, decorre dal momento in cui l'interessato viene effettivamente a conoscenza dei relativi provvedimenti, poiché solo da questo momento il proprietario è posto in grado di adeguatamente verificare, ed eventualmente contrastare, l'idoneità, a termini di legge, delle modalità di partecipazione seguite dall'amministrazione. Ne consegue che in mancanza di rituale prova in ordine alle comunicazioni ex artt. 11 e 16 del D.P.R. 327/20... _OMISSIS_ ...per impugnare gli atti presupposti rispetto al decreto di esproprio, immediatamente lesivi della posizione giuridica dei ricorrenti, non può che decorrere dalla loro conoscenza, di cui vi sia prova.

Ai fini della tempestività dell'impugnazione del decreto di esproprio, la lesività delle determinazioni adottate dall’Amministrazione deve intendersi materializzata nel momento in cui è presentata istanza di accesso al decreto e agli altri atti della procedura ablativa, citandone gli elementi identificativi essenziali, da cui risulta la natura ablativa del diritto di proprietà del provvedimento oggetto di istanza, senza che sia necessario avere cognizione dell’integrale contenuto degli atti della procedura. Invero, proprio con la presentazione della do... _OMISSIS_ ...o agli atti insorge e si attualizza l’interesse sostanziale e processuale ad agire nei confronti del decreto di esproprio; del resto una più completa articolazione difensiva può essere apportata dai ricorrenti tramite il rimedio dei motivi aggiunti.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> DOMANDA RISARCITORIA

Ai sensi del 3° comma dell'art. 30 del c.p.a. la domanda di risarcimento per lesione di interessi legittimi è proposta entro il termine di decadenza di centoventi giorni decorrente dal giorno in cui il fatto si è verificato ovvero dalla conoscenza del provvedimento se il danno deriva direttamente da questo. Orbene, assumendo che l’intera procedura espropriativa sia inefficace/nulla... _OMISSIS_ ...momento della emanazione del decreto di esproprio risulti scaduta la dichiarazione di pubblica utilità, il dies a quo del fatto illecito causativo di danno è costituito dalla data di immissione in possesso (è evidente infatti che prima della presa di possesso dell’area alcun danno si è ancora concretamente realizzato nella sfera giuridica dei ricorrenti).

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> GARANZIE PARTECIPATIVE

Il ricorso operato dall’Amministrazione all'avviso pubblico ex art. 11 del d.P.R. n. 327/01, secondo modalità illegittime, oltre a rendere illegittimo il provvedimento emanato a conclusione del procedimento, non può costituire prova di intervenuta conoscenza degli atti che si ass... _OMISSIS_ ...nte impugnati.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> TERMINE DECADENZIALE --> DECORRENZA --> NOTIFICA

L’art. 42-bis D.P.R. 327/2001, al comma 4, prevede la notifica individuale del provvedimento di acquisizione sanante al proprietario del bene espropriato, sì che il termine per l’impugnazione dello stesso non può che decorrere da tale data, ove non sia data prova dell’acquisita piena conoscenza dello stesso in data anteriore.

La disciplina contenuta nel R.D. n. 1775, artt. 189 e 183, &egrav...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 30646 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo