Atti impugnabili nel processo amministrativo

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> ATTI IMPUGNABILI

Ogni determinazione amministrativa che venga assunta sulla medesima questione costituisce una statuizione nuova ed autonoma, ancorché storicamente connessa alla precedente.

I principi sull’identificazione del momento della tempestiva impugnazione degli atti generali e, più in generale, riguardanti l’ammissibilità del ricorso giurisdizionale, richiedono che sia l’interesse sostanziale (a tutela del quale si agisce) che l’interesse ad agire siano caratterizzati dai requisiti della personalità e della attualità. Tali interessi devono, cioè, essere propri del soggetto ricorrente e devono avere riferimento ad una fattispecie già perfezionatasi; diversamente, infatti, ... _OMISSIS_ ...ronte ad interessi meramente potenziali. Anche la lesione subita dall’interesse sostanziale del ricorrente (ed in conseguenza della quale egli agisce in giudizio) deve, in linea di stretta conseguenzialità, essere contrassegnata dai caratteri della immediatezza, della concretezza e dell’attualità. La lesione deve, cioè, costituire una conseguenza immediata e diretta del provvedimento dell’Amministrazione e dell’assetto di interessi con esso introdotto, deve essere concreta e non meramente potenziale, e deve persistere al momento della decisione del ricorso

In tema di atto amministrativo e loro impugnazione, gli atti prodromici ed endoprocedimentali non sono impugnabili perché non dotati di autonoma lesività in assenza dell'atto finale d... _OMISSIS_ ...nico avente natura provvedimentale e carattere autoritativo.

L’impugnazione avverso la “verifica di coerenza” della Regione Autonoma Sardegna è inammissibile, per carenza di autonoma lesività.

La richiesta del Comune ai proprietari di esprimere l’eventuale volontà di provvedere in proprio all’attuazione del comparto (salvo, in caso contrario, configurarsi l’intervento diretto dell’Ente locale), non ha natura provvedimentale. Solo la concreta adozione di atti espressione di potestà ablatoria incide in via unilaterale ed autoritativa sulla sfera giuridica dei destinatari ed è idonea a legittimare la reazione processuale degli interessati.

È vero che in tema di contenzioso tributario, l'elenc... _OMISSIS_ ...ti impugnabili contenuta nell'art. 19 del D.Lgs. n. 546 del 1992 ha natura tassativa ma non preclude la facoltà di impugnare anche altri atti, ove con gli stessi l'Amministrazione porti a conoscenza del contribuente una ben individuata pretesa tributaria, esplicitandone le ragioni fattuali e giuridiche, però da questo non se ne può dedurre che siano impugnabili nei confronti della Agenzia delle Entrate le comunicazioni con cui il datore di lavoro o comunque il soggetto tenuto opera le ritenute alla fonte poiché la impugnazione non si può rivolgere ad un soggetto che non ha emesso quell'atto, mentre il rimedio per tali situazioni è costituito dalla istanza di rimborso con la impugnazione dell'eventuale rifiuto espresso o tacito che è atto specificamente previsto come impugnab... _OMISSIS_ ...9 D.Lgs. n. 546 del 1992 citato.

Nel processo amministrativo, un atto endoprocedimentale non è impugnabile in via autonoma in quanto la lesione della sfera giuridica del destinatario è di regola imputabile all'atto che conclude il procedimento.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> ATTI IMPUGNABILI NELL'ESPROPRIAZIONE

Atti quali la comunicazione dell’avvenuta dichiarazione di p.u., la notifica dell’elenco dei beni da espropriare e la formulazione della proposta della cessione volontaria dei suddetti beni sono mere comunicazioni e/o inviti, privi di qualsiasi concreta efficacia lesiva degli interessi degli espropriandi, cosicché questi ultimi non hanno alcun interesse alla loro impugnazione, non patendo da essi alcun preg... _OMISSIS_ ...
Solo la concreta adozione di atti espressione di potestà ablatoria può legittimare la reazione processuale degli interessati, che, viceversa, non hanno alcun oggettivo interesse a dolersi di atti privi in radice di contenuto imperativo e della connessa idoneità alla degradazione delle contrapposte situazioni dominicali.

Nell’ambito della serie procedimentale degli atti di approvazione di un progetto per la realizzazione di un’opera pubblica, devono considerarsi impugnabili solo quegli atti che siano effettivamente dotati di lesività nei confronti dei cittadini incisi dall’attività della pubblica amministrazione, tra i quali, in via generale, sono compresi l’approvazione del progetto definitivo dei lavori da realizzare che, cont... _OMISSIS_ ...arazione di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza, imprime al bene privato quella particolare qualità (o utilità pubblica) che lo rende assoggettabile alla procedura espropriativa, il decreto di occupazione temporanea e d’urgenza, che realizza lo spossessamento del bene in capo al privato, e il decreto di espropriazione, che attua, quindi, il trasferimento coattivo del bene dal privato alla pubblica amministrazione ovvero all’espropriante. Quanto agli altri atti (tra cui l’approvazione del progetto preliminare, l’approvazione del progetto esecutivo e la determinazione di dare avvio alla procedura espropriativa) non possono considerarsi invece ex se immediatamente lesivi. Tuttavia, quando detti atti siano impugnati per una asserita alterazione d... _OMISSIS_ ...procedimentale, gli stessi devono considerarsi immediatamente impugnabili, in quanto vanno ad incidere immediatamente e direttamente sul bene oggetto della procedura espropriativa, recando quindi un vulnus alla posizione del proprietario .

La mancata impugnazione dell’atto impositivo del vincolo, come della dichiarazione di pubblica utilità, preclude la possibilità di farne valere l’illegittimità derivata in sede di impugnativa del provvedimento finale di esproprio o dei successivi atti della sequenza procedimentale, trattandosi di atti direttamente lesivi.

Nel caso di impugnazione degli atti del procedimento espropriativo, non sussiste in capo al ricorrente l’onere di impugnare anche atti estranei alla procedura ablatoria dise... _OMISSIS_ .... 8 giugno 2001 n. 327, quali i provvedimenti di approvazione del progetto esecutivo dell’opera o di affidamento degli incarichi professionali afferenti alla sua realizzazione, che non producono di per sé alcun ulteriore effetto limitativo della sfera giuridica soggettiva del privato.

Un preavviso - effettuato ai sensi dello strumento urbanistico - ai proprietari di un comparto affinché provvedano a trasmettere gli elaborati relativi alle infrastrutture del comparto e quindi a manifestare l’intenzione di provvedervi direttamente, con l’avvertenza che in caso di mancato riscontro vi provvederà il Comune stesso, non ha valenza di atto del procedimento espropriativo immediatamente lesivo della proprietà, ed è inammissibile il ricorso avverso di ... _OMISSIS_ ...RLF| L'atto di avvio del procedimento di esproprio, così come meri atti di indirizzo, non sono immediatamente lesivi e quindi non sono impugnabili.

Sono atti privi di autonoma lesività quelli che si inseriscono in una fase meramente preparatoria e istruttoria del procedimento, e, per tale ragione, esso potrà incidere nella sfera giuridica dei proprietari solo se e quando sarà recepito dalla deliberazione del consiglio comunale con c...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 23061 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo