La procedura amministrativa di delimitazione del demanio marittimo rispetto alla proprietà privata

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO MARITTIMO --> PROCEDIMENTO DI DELIMITAZIONE

L’esclusione di zone dal demanio marittimo, ai sensi dell’art. 35 del codice della navigazione, rientra nel più vasto genere dei procedimenti amministrativi regolati dalla legge n. 241 del 1990, per cui il silenzio dell'Amministrazione contrasta con la previsione generale dell'art. 2 legge citata, che impone l'adozione di un provvedimento espresso quando il procedimento consegua obbligatoriamente all'istanza dell'interessato.

L’art. 35 Cod. Nav. non esclude che i soggetti interessati possano chiedere all’Amministrazione di attivarsi verificando l’esistenza dei presupposti per procedere alla sdemanializzazione di aree.

L'interessato all'area antistante l’abitazione di proprietà, che fa parte di una porzione più estesa di terreno, già oggetto di concessione demaniale, vanta un preciso interesse, g... _OMISSIS_ ...ilevante, ad ottenere una pronuncia con la quale l’Amministrazione, esercitando il potere discrezionale attribuito dall'art. 35 cod. nav., al fine di accogliere o rigettare la sua istanza, avvii e porti a termine il procedimento volto ad accertare se sussistono le condizioni per sdemanializzare il terreno in questione.

La previsione di un apposito procedimento amministrativo, qual è quello disciplinato dall'art. 32 c.n., volto alla delimitazione delle aree facenti parte del demanio marittimo rimessa al Capo del Compartimento marittimo, non incide sulla configurabilità della abusiva occupazione di area demaniale, qualora essa risulti fondata sulla cartografia ufficiale, ovverosia sui dati estrapolati attraverso il sistema SID.

In materia di delimitazione del demanio marittimo rispetto alla proprietà privata, la p.a. non esercita un potere autoritativo costitutivo, ma si limita ad accertare l’esatto confine demaniale. Siffatto acce... _OMISSIS_ ...volgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà privata in interesse legittimo, trattandosi, appunto, di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio, da qualificare come autotutela privatistica speciale e non come attività provvedimentale discrezionale.

Il procedimento di delimitazione marittima non costituisce un dovere per l’Amministrazione, ma quando esso sia attivato, sussiste la necessità di procedere ad un accertamento in contraddittorio della situazione dei confini, adottato previo formale procedimento di delimitazione dell’area ai sensi degli artt. 32 del codice della navigazione e 58 del relativo regolamento.

Il demanio marittimo ha una conformazione variabile nel tempo in considerazione della mutevole azione del mare sulle coste, quindi le aree demaniali marittime, per... _OMISSIS_ ...ura, possono risultare di incerta perimetrazione, in quanto possono intervenire, con un certo margine di probabilità, modificazioni del territorio costiero che rendano non più affidabili le mappe redatte dagli uffici catastali; pertanto l’oggettiva incertezza, in ordine all’esatto tracciato della linea di confine, rende illegittimo un procedimento istruttorio reso senza la partecipazione al procedimento stesso del privato, in quanto in contrasto con le prescrizioni di cui all’art. 32 cod. nav.

Il procedimento di delimitazione di un’area demaniale marittima ai sensi dell’art. 32 cod. nav. postula l’esistenza di un’obiettiva incertezza in ordine ai suoi confini (non essendo quindi a tal fine sufficiente una semplice non documentata asserzione della natura privata dell’area oggetto del provvedimento di autotutela), incertezza che il suddetto procedimento si propone di superare con l’accertamento dell&rsquo... _OMISSIS_ ...ne dei confini stessi.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo disciplinato dall'art. 32, 1 comma, cod. nav., è una mera facoltà e non un obbligo per l'amministrazione, la quale può essere esercitata sull’unico presupposto che sussista un ragionevole dubbio in ordine all'esatto confine del bene demaniale.

Nel procedimento di determinazione del confine demaniale, sia nel caso in cui essa sia conseguente al procedimento di cui all’art. 32 cod. nav., sia nel caso in cui essa avvenga d’ufficio a seguito di apposita richiesta formulata dal Demanio all’Agenzia delle Entrate, resta escluso ogni potere discrezionale in capo all’Amministrazione, di talché ciò che rileva è semplicemente la circostanza che l’area appartenga o meno al demanio.

Il provvedimento conclusivo del procedimento dichiarativo dell'estensione del demanio marittimo previsto dall'art. 32 c. nav. e dall'art. 58 reg, n... _OMISSIS_ ...tuisce indispensabile presupposto per il legittimo esercizio del potere di autotutela del demanio stesso e dell'individuazione della connessa fascia di rispetto, tutte le volte che sussista incertezza relativamente ai confini dell'area demaniale interessata; è illegittima, pertanto, l' ingiunzione di sgombero adottata in una situazione di incertezza di confini e quando vi sia una situazione di fatto e di diritto persistente negli anni, anche grazie a provvedimenti autorizzatori pubblici, l'Amministrazione non può ritenere sussistenti confini che non sono stati resi operativi e che nemmeno trovano riscontro in delimitazioni pregresse.

Il procedimento di delimitazione delle zone del demanio marittimo ex art. 32 cod. nav. è il corrispondente amministrativo del procedimento giurisdizionale di cui all’art. 950 cod. civ.: esso tende a rendere evidente la demarcazione tra il demanio e le proprietà private finitime (senza, tuttavia, che ne resti alterata la ... _OMISSIS_ ...idica preesistente) e si conclude con un atto di delimitazione, il quale si pone in funzione di mero accertamento, in sede amministrativa, dei confini del demanio marittimo rispetto alle proprietà private.

Il procedimento di delimitazione delle zone del demanio marittimo ex art. 32 cod. nav. va attivato a fronte ad una situazione di obiettiva incertezza in ordine alla natura demaniale di un’area ed avviene in contraddittorio con i proprietari limitrofi che siano muniti di idoneo titolo; quindi non può intervenire nel caso di mero occupante abusivo di area demaniale che non ha alcun interesse a che siano esattamente delimitati i confini demaniali rispetto a terreni di proprietà di terzi.

È illegittima l'ordinanza che ingiunge lo sgombero di un'area che si assume di pertinenza del demanio marittimo, e della quale si lamenta l'abusiva occupazione, la cui reale consistenza e i cui confini con la proprietà privata non siano stati accertati ... _OMISSIS_ ...rocedura di delimitazione di cui all'art 32 del codice della navigazione, in presenza di una ripetuta contestazione da parte del privato, tenuto conto che l'impiego dello strumento della delimitazione, per la garanzia del contraddittorio che esso assicura, appare doveroso di fronte alla reiterata contestazione mossa dal privato in ordine alla effettiva consistenza di un'area demaniale.

Il demanio marittimo, cui appartengono quali beni naturali il lido del mare e la spiaggia, ha, a causa della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione mutevole. Proprio a causa di tale naturale mutevolezza il codice della navigazione all'art. 32 prevede in capo alla autorità marittima un potere di accertamento della esatta delimitazione delle aree demaniali da esercitarsi, anche d'ufficio, in contraddittorio con i privati proprietari. Pertanto, in presenza di elementi concreti d'incertezza del confine tra l'area demaniale e la proprietà privata è o... _OMISSIS_ ...istrazione, prima di adottare l'ingiunzione di sgombero, procedere alla delimitazione del confine demaniale ai sensi dell'art. 32 cod. nav., essendo sufficiente l'indicazione catastale solo in assenza di detti elementi.

L'art. 31 cod. nav. ha lo scopo di delimitare esattamente i confini fra demanio marittimo e demanio fluviale e non anche quello di accertare il carattere demaniale di un'area rivendicata da un privato.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 c.n., è una proiezione specifica dell'azione di regolamento di confini e si conclude con un atto di mero accertamento e non costitutiva.

L'eventuale verbale concluso d'accordo tra le parti a definizione del procedimento di delimitazione del demanio marittimo (art. 32 c.n., comma 3) è assimilabile ad un negozio privato di accertamento, con il quale i proprietari di fondi finitimi addivengano ad una amichevole determinazione del confine, ... _OMISSIS_ ...mere la situazione di incertezza dello stesso. In tal caso il verbale assume perciò una rilevanza probatoria, agli effetti dell'accertamento del confine, che può essere superata soltanto adducendo concreti elementi atti ad inficiarne la validità.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo costituisce una mera facoltà e non un obbligo per l'amministrazione, la quale può essere esercitata sul presupposto che esista un ragionevole dubbio in ordine all'esatto confine del bene demaniale.

In una situazione di oggettiva incertezza l’Amministrazione deve far ricorso al procedimento di cui all’art. 32 cod. nav.: lo svolgimento dell’azione amministrativa che perviene all’adozione di un provvedimento di sgombero in presenza di gravi inesattezze sulla reale definizione dei confini dell’area demaniale comporta dunque l’illegittimità del provvedimento per carenza di istruttoria e per violazione del citato ar... _OMISSIS_ ....

In materia di delimitazione del demanio rispetto alla proprietà privata, la pubblica Amministrazione non esercita un potere autoritativo costitutivo, ma si limita ad accertare l’esatto confine demaniale; siffatto accertamento, pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà privata in interesse legittimo, trattandosi appunto, di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio.

In materia di delimitazione del demanio rispetto alla proprietà privata, la p.a. non esercita un potere autoritativo costitutivo, ma si limita all’accertamento dell’esatto confine demaniale che, pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà priva... _OMISSIS_ ... legittimo, trattandosi appunto di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio, da qualificare come autotutela privatistica speciale e non come attività provvedimentale discrezionale.

L’art. 32, primo comma, del codice della navigazione attribuisce il potere di delimitazione del demanio marittimo al «capo del compartimento»: quindi ai sensi dell’art. 35 del d.P.R. n. 380 del 2001, il Comune è titolare dei poteri pubblicistici di autotutela ivi previsti, quale autorità preposta alla tutela del territorio, e non può porre in essere iniziative volte alla delimitazione del patrimonio dello Stato. Inoltre, un tale potere è comunque discrezionale e non va attivato senz’altro quando risulti una occupazione abusiva di un’area demaniale, specie quando essa sia adiacente al demanio marittimo e sia stata riscontrata una occupazione da parte del proprietario limitrofo.

Per stabilire l’appartenenza di... _OMISSIS_ ...manio marittimo è sufficiente l’indicazione catastale solo qualora non vi siano elementi di oggettiva incertezza sull’individuazione del confine demaniale. Invece, in presenza di elementi concreti d'incertezza del confine tra l’area demaniale e la proprietà privata, è onere dell’Amministrazione, prima di adottare l'ingiunzione di sgombero di manufatti irregolari, procedere alla delimitazione del confine demaniale ai sensi dell’art. 32 cod. nav.

Il procedimento di delimitazione del confine demaniale marittimo ai sensi dell’art. 32 cod. nav., sotto il profilo sostanziale, sfocia in un provvedimento meramente dichiarativo (non costitutivo) dell'estensione del demanio marittimo; sotto il profilo procedimentale, rappresenta un indispensabile presupposto per il conseguente legittimo uso del potere di autotutela del demanio stesso e della connessa fascia di rispetto.

Considerando che il demanio marittimo, cui app... _OMISSIS_ ... beni naturali il lido del mare e la spiaggia ha, a causa della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione mutevole, proprio a causa di tale naturale mutevolezza il codice della navigazione all'art. 32 prevede, in capo alla autorità marittima un potere di accertamento della esatta delimitazione delle aree demaniali da esercitarsi, anche d'ufficio, in contraddittorio con i privati proprietari ogni volta che vi sia una situazione di incertezza obiettiva in relazione alle linee di confine.

I fenomeni naturali di erosione della spiaggia o di ritiro del mare non incidono sulla na...


...continua.  Qui sono visibili 14000 su 31838 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto). Possono essere presenti sintesi ripetitive o similari, derivanti da pronunce di contenuto ripetitivo o similare. 

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo