L'elemento oggettivo nel reato di cui all'art. 1161 co 1 c.n.
DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 1161, CO. 1, COD. NAV. --> ELEMENTO OGGETTIVO

In tema di tutela del demanio, per la configurabilità del reato di abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo non è necessaria la preventiva emanazione dell'ordinanza di sgombero da parte della competente autorità, poiché il reato è integrato dalla mera occupazione dello spazio demaniale in difetto di titolo concessorio.

Il reato di cui all'art. 1161 c.n. si configura anche in caso di occupazione protrattasi oltre la scadenza del titolo, a nulla rilevando l'esistenza della pregressa concessione e la tempestiva presentazione dell'istanza di rinnovo, atteso che va qualificata come arbitraria qualsiasi occupazione di spazio... _OMISSIS_ ...ttimo in assenza di un valido titolo concessorio.

Nell'art. 1161 c.n. che punisce colui il quale "arbitrariamente occupa uno spazio del demanio marittimo o aeronautico o delle zone portuali della navigazione interna, ne impedisce l'uso pubblico o vi fa innovazioni non autorizzate, ovvero non osserva le disposizioni degli artt. 55, 714 e 716", l'avverbio "arbitrariamente" richiama la necessità che la condotta occupativa, per assumere rilevanza penale, debba essere realizzata in violazione delle norme che disciplinano lo specifico titolo abilitativo dell'occupazione del bene demaniale.

Il reato ex art. 1161 cod. nav. è integrato per il semplice fatto di un'occupazione del demanio marittimo posta in essere "arbitrariam... _OMISSIS_ ...n assenza di autorizzazione valida ed efficace nonché non surrogabile da altri atti.

Integra il reato ex art. 1161 cod. nav. anche la condotta di chi prosegua nell'occupazione del demanio marittimo pur dopo la scadenza del provvedimento abilitativo, per tale motivo non più efficace, potendo solo rilevare, ai fini della eventuale esclusione dell'elemento soggettivo del reato, della tempestiva richiesta di rinnovo.

Deve essere qualificata come arbitraria e indebita ogni occupazione di spazio demaniale marittimo in assenza di un valido ed efficace titolo concessorio, posto che, evidentemente, il titolo che abbia esaurito i suoi effetti, per la scadenza del relativo termine di efficacia, non può produrli ulteriormente, successivamente a tale scadenz... _OMISSIS_ ... indispensabile per una lecita occupazione di parti del demanio marittimo, configurandosi, in mancanza (o in presenza di titolo scaduto e non tempestivamente rinnovato), il reato di abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo di cui agli artt. 54 e 1161 c.n..

Integra il reato di occupazione arbitraria di bene demaniale marittimo l'occupazione, senza autorizzazione, con arredi (ombrelloni, sedie e tavolini) di uno spazio di lungomare, anche se temporalmente limitata alla durata della stagione estiva, perché, concretizzando un impedimento al passaggio e allo stazionamento delle persone da e verso il mare, è comunque tale da comprimere l'interesse della collettività ad usare in maniera completa ed in tutte le sue implicazioni il bene demaniale.

... _OMISSIS_ ...arsi il reato di occupazione arbitraria di bene demaniale marittimo nel caso in cui i dipendenti di un albergo trasportino e posizionino ogni giorno sulla spiaggia, dall'alba al tramonto, un rilevante numero di ombrelloni e lettini a disposizione dei clienti a prescindere dall'effettiva presenza sul posto degli stessi, con conseguente interclusione dell'accesso a terzi.

Ove si tratti di reati permanenti, quale si configura l'occupazione abusiva di area demaniale, in tanto è da escludersi la violazione del principio del ne bis idem in quanto venga meno, tra il fatto già irrevocabilmente giudicato e quello da giudicare, l'identità dell'elemento materiale del reato.

L'autorizzazione prevista dall'art. 55 c.n. per l'esecuzione di nuove opere nella f... _OMISSIS_ ... di rispetto di trenta metri rientra tra i vincoli imposti alla proprietà privata nelle zone prossime al demanio marittimo e la sua inosservanza determina la sussistenza del reato previsto dall'art. 1161, a maggior ragione se si tratta di opere destinate ad incidere in modo permanente e duraturo nella fascia di rispetto.

Ai fini della sussistenza dell'abusiva occupazione di spazio demaniale di cui all'art. 1161 c.n., comma 2, per "veicoli" si devono necessariamente intendere solo quelli effettivamente destinati alla circolazione su strada, avendo il legislatore inteso eliminare la penale antigiuridicità di quelle condotte di minima rilevanza dalle quali non derivi una modificazione permanente dello spazio, essendo possibile in tali casi un'immediata ... _OMISSIS_ ...ostacolo anche da parte dello stesso agente accertante.

Devono essere qualificati come veicoli le abitazioni prefabbricate e posizionate su ruote e non collegate alla rete idrica o fognaria, così che la loro permanenza nel parcheggio di uno stabilimento balneare debitamente autorizzato non integra gli estremi del reato previsto dall'art. 1161 c.n.

Configura il reato di occupazione arbitraria di bene demaniale marittimo il fatto che i dipendenti di un albergo trasportino e posizionino ogni giorno sulla spiaggia, dall'alba al tramonto, un rilevante numero di ombrelloni e lettini a disposizione dei clienti a prescindere dall'effettiva presenza sul posto degli stessi con conseguente interclusione dell'accesso a terzi.

Nel caso ... _OMISSIS_ ...e dell'occupazione senza titolo del suolo demaniale, anche dopo una precedente sentenza, è configurabile un ulteriore reato ex artt. 54 e 1161 c.n.. Con il protrarsi dell'occupazione senza titolo il bene, infatti, viene mantenuto nella esclusiva disponibilità di chi lo utilizza, con sottrazione alla fruibilità collettiva.

Anche la realizzazione di opere assentite, ma realizzate in luogo diverso rispetto a quello contemplato dal titolo autorizzativo, integra il reato previsto dall'art. 1161 c.n., dal momento che l'autorizzazione delimita e precisa - sia dal punto di vista temporale che spaziale - il tipo di intervento consentito al privato in ambito demaniale.

Anche la realizzazione di opere sul fondo marino, invece che nel sottosuolo, integra il... _OMISSIS_ ...ll'art. 1161 c.n., dal momento che viene occupato uno spazio diverso rispetto a quello contemplato dal titolo autorizzatorio.

Deve intendersi come occupazione abusiva ex art. 1161 c.n. l'acquisizione o il mantenimento senza titolo del possesso di uno spazio demaniale in modo corrispondente all'esercizio del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento, anche oltre il limite temporale di efficacia della concessione.

È arbitraria l'occupazione del demanio marittimo protrattasi oltre la scadenza della concessione sino al rilascio della nuova, pur se già richiesta, con la conseguente sussistenza degli indizi del reato di cui agli artt. 54 e 1161 c.n., per effetto ed in conseguenza del mantenimento di un manufatto realizzato oltre la sc... _OMISSIS_ ...ine indicato nella concessione.

Per la configurabilità del reato di abusiva occupazione di spazio demaniale non è affatto necessario che l'attività di ostacolo all'uso pubblico venga realizzata in modo da escludere la fruibilità da parte dei potenziali utenti, essendo sufficiente una condotta che limiti o comprima detto uso, poiché il bene giuridico tutelato dalla norma è costituito dall'interesse della collettività ad usare pienamente l'area demaniale.

Costituisce illecita occupazione del lido del mare ex art. 1161 c.n. collocare stabilmente i propri ombrelloni benché non ancora noleggiati dai bagnanti da parte del privato autorizzato solamente a mantenervi depositi di ombrelloni e sdraio, da collocare sulla spiaggia solo dopo essere stati nole... _OMISSIS_ ...
La responsabilità per il reato di cui all'art. 1161 c.n. consiste nell'acquisire e mantenere senza autorizzazione il possesso o la detenzione di un bene appartenente al demanio marittimo in modo corrispondente all'esercizio non transeunte di un diritto di proprietà o di godimento, in modo da impedirne la fruibilità da parte di potenziali utenti o da comprimerne in maniera significativa l'uso.

Integra il reato di cui all'art. 1161 c.n. il fatto che i dipendenti di un albergo trasportino e posizionino ogni giorno sulla spiaggia, dall'alba al tramonto, un rilevante numero di ombrelloni e lettini a disposizione dei clienti a prescindere dall'effettiva presenza sul posto degli stessi con conseguente interclusione dell'accesso a terzi.

In tema... _OMISSIS_ ...demanio marittimo, ai fini della configurabilità dei reati previsti dagli artt. 54, 55 e 1161 c.n., non è previamente necessaria la definizione del procedimento amministrativo di delimitazione del suolo demaniale, atteso il carattere meramente ricognitivo e non costitutivo della demanialità di tale procedimento.

La prova del reato di abusiva occupazione di spazio demaniale può essere dedotta dal reato urbanistico e paesaggistico ad esso collegato, nel caso che quest'ultimo risulti integrato proprio dall'occupazione abusiva.

È configurabile il reato previsto dall'art. 1161 cod. nav. nell'abusiva occupazione di un tratto di spiaggia, ossia la striscia di terra sabbiosa o ghiaiosa che si estende tra il lido e l'entroterra, mediante la recinzione di... _OMISSIS_ ...metallica.

La realizzazione di un'opera senza autorizzazione su area demaniale può integrare il reato permanente di abusiva occupazione se il godimento dell'area viene sottratto alla fruibilità collettiva, mentre, configura il reato istantaneo di illecita innovazione nel caso in cui la nuova opera non determini alcuna limitazione al godimento comune del bene.

L'occupazione arbitraria di bene demaniale marittimo consiste nell'acquisire e mantenere il possesso o, comunque, una situazione fattuale di detenzione con il bene in modo corrispondente all'esercizio di un diritto di proprietà o di godimento sia esso reale o personale, contraddistinto dalla continuità o dalla stagionalità, dall'esclusione del diritto collettivo di uso per uno spazio non li... _OMISSIS_ ...mpo apprezzabile in modo da impedire la fruibilità da parte di potenziali utenti o da comprimerne in maniera significativa l'uso, in quanto il bene giuridico tutelato dalla norma è costituito dall'interesse della collettività di usare in maniera completa ed in tutte le sue implicazioni il bene demaniale.

Il posizionamento abusivo di ombrelloni, sedie e sdraio sullo spazio di lungomare antistante alla scalinata di accesso al lido del mare, così da occupare una parte di suolo demaniale, con la conseguente limitazione della fruibilità del bene da parte della collettività in modo apprezzabile, impedendo il passaggio e lo stazionamento delle persone da e verso il lido stesso, integra il reato di occupazione arbitraria di bene demaniale marittimo.

... _OMISSIS_ ...bitrariamente uno spazio del demanio marittimo significa esercitare, senza titolo, un potere di fatto sul bene in modo corrispondente all'esercizio del diritto di proprietà o di altro diritto reale. Pertanto, costituisce occupazione abusiva ex art. 1161 cod. nav. l'acquisizione o il mantenimento senza titolo del possesso di uno spazio demaniale in modo corrispondente all'esercizio del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento.

Integra il reato di cui all'art. 1161 cod. nav. la collocazione sull'arenile di strutture balneari, quali ombrelloni, lettini e simili, atteso che per la configurabilità del reato non è necessario che l'attività di ostacolo all'uso pubblico venga realizzata in modo da escluderne la fruibilità in termini assoluti (ad esem... _OMISSIS_ ...zione di cancelli o reti), ma è sufficiente una condotta che limiti o comprima l'uso me...

...continua.  Qui sono visibili 12500 su 39771 caratteri complessivi dell'articolo.

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo