Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

SOGGETTI E RESPONSABILITÀ NELL'ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ

La sussistenza degli elementi tipici della responsabilità amministrativa si sostanziano in un danno patrimoniale economicamente valutabile, arrecato alla Pubblica amministrazione, nella sussistenza di un rapporto di servizio tra coloro che lo hanno determinato e l’ente che lo ha subito, in una condotta connotata da colpa grave o dolo, nonché nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l’evento dannoso.

Se, per effetto di proroghe, emerga che una fattispecie risarcitoria per l’illecito derivante da ipotesi di accessione invertita –sulla base della quale era stata azionata la responsabilità erariale- debba intendersi convertita in richiesta di determinazione della stima dell’indennità di esproprio, oltre al requisito del danno, e prima ancora, viene meno quello della condotta antigiuridica fonte di responsabilità, indipendentemente dall'importo indennitario.

La ricerca del nesso eziologico tra condotta e danno erariale conseguente alla mancata conclusione del procedimento, deve esser effettuata secondo le regole poste dagli articoli 40 e 41 c.p. e secondo i principi della conditio sine qua non, sia pure con le limitazioni poste dal secondo comma dell’articolo 41 e con le specificità proprie degli illeciti omissivi. Il concorso di cause preesistenti, simultanee o sopravvenute, pertanto, anche se indipendenti dall’azione od omissione del responsabile, non esclude il rapporto di causalità fra l’azione od omissione di quest’ultimo e l’evento, ancorché dette cause derivino da fatto illecito altrui.

Gli elementi tipici della responsabilità amministrativa si sostanziano in un danno patrimoniale, economicamente valutabile, arrecato alla pubblica amministrazione, in una condotta connotata da colpa grave o dolo, nel nesso di causalità tra il predetto comportamento e l'evento dannoso, nonché nella sussistenza di un rapporto di servizio fra coloro che lo hanno determinato e l'ente che lo ha subito.

La responsabilità della pubblica amministrazione per lesione di interessi legittimi è riconducibile nello schema della responsabilità aquiliana per cui l’imputazione di tale responsabilità non consegue alla mera illegittimità del provvedimento amministrativo ma richiede anche l’accertamento in concreto del requisito almeno della colpa, da ravvisarsi nell'adozione dell’annullato provvedimento in evidente violazione delle regole di imparzialità, correttezza e buona amministrazione, quali regole che si pongono come limite esterno alla discrezionalità amministrativa (nel caso di specie non è stata ravvisata la colpa dell’amministrazione dato il contrasto giurisprudenziale e la non univoca interpretazione dei testi normativi).

L’az... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 6,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista