Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

SOGGETTI E RESPONSABILITÀ NELL'ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ

Il funzionario che non curi tempestivamente gli atti prodromici per la definizione del procedimento, non rilevando e/o rimuovendo gli eventuali elementi ostativi dei quali è consapevole, è da ritenersi responsabile in termini di colpa grave e, pur volendo ammettere l’esistenza di impedimenti non rimovibili dal medesimo, in ogni caso, egli è tenuto ufficialmente a darne insistentea e tempestiva comunicazione all’organo di vertice. Il mancato compimento della procedura espropriativa è imputabile pertanto non solo all'organo di vertice dell'ente (nel caso di Presidente della Provincia), ma anche al Responsabile dell’Ufficio Espropri.

Sussistono i presupposti della responsabilità erariale in capo al responsabile dell'ufficio che dopo aver disposto il deposito dell'indennità non abbia intrapreso tutte le iniziative utili per sollecitare l’ufficio di ragioneria al versamento delle somme prodromico all’adozione dell’atto finale.

Il responsabile del servizio che abbia disposto il deposito dell’indennità provvisoria di espropriazione presso la Cassa Depositi e Prestiti, è il soggetto competente e giuridicamente tenuto all’adozione di tutte le iniziative utili per l’emanazione del decreto di esproprio. La condotta omissiva di tale soggetto assume un rilievo decisivo e causalmente rilevante nell’insorgenza... _OMISSIS_ ...ncata conclusione del procedimento, sia in relazione al profilo strettamente fattuale, con riferimento all’omissione di attività o impulso finalizzati alla definizione tempestiva della procedura espropriativa, sia sotto il profilo giuridico, attese le funzioni ricoperte e i conseguenti obblighi e doveri.

Il Dirigente in veste di responsabile dell'Ufficio competente della gestione delle procedure espropriative, è sicuramente il soggetto deputato ad imprimere gli opportuni impulsi e le necessarie sollecitazioni per assicurare la rapida definizione delle vertenze insorte con i proprietari dell’area. In particolare, una volta spirati i termini per l’opposizione alla stima, è soggetto tenuto immediatamente a predisporre, avvalendosi delle articolazioni dipendenti, gli atti formali per proporre agli amministratori in carica l’adozione della Deliberazione di riconoscimento di debito fuori bilancio, nell’intento di garantire la copertura finanziaria per il pagamento dell’indennità ai proprietari ed evitare il contenzioso poi insorto con gli stessi.

In caso di omessa conclusione del procedimento, appare gravemente colposa la condotta del capo dell'Ufficio tecnico, che, in violazione dei propri doveri d'ufficio, non abbia segnalato ai soggetti competenti la pendenza della relativa procedura. Per giurisprudenza consolidata, è ravvisabile colpa grave nel ... _OMISSIS_ ...nerzia tenuta dal dirigente del servizio delle espropriazioni di pubblica utilità nel condurre a conclusione un procedimento di espropriazione con condanna finale del comune al risarcimento dei danni verso i proprietari degli immobili.

Sussiste la responsabilità amministrativa del responsabile dell'Ufficio Espropri per il danno conseguente alla mancata conclusione del procedimento, qualora lo stesso, pur dovendo avere contezza dell'impossibilità di emettere i decreti di esproprio per mancanza dei frazionamenti e adeguata copertura finanziaria, si sia attivato per segnalare tali carenze con ritardo, a pochi mesi dalla scadenza del termine per l'esercizio della potestà di esproprio.

La mancata predisposizione degli atti istruttori per la definizione del procedimento ablativo, causata da ingiustificata ed ininterrotta inerzia da parte del responsabile dell’ufficio Espropri configura una condotta omissiva grave discendente dalla violazione dei doveri connessi al ruolo e ai compiti ad esso specificatamente attribuiti come responsabile unico dell’Ufficio Espropri.

In ipotesi di danno conseguente alla mancata conclusione del procedimento il baricentro della responsabilità si sposta dalla sezione espropri e dal funzionario che la dirige verso altri soggetti, qualora suddetta mancata conclusione sia dipesa dalla mancanza del finanziamento e dalla mancata redazion... _OMISSIS_ ...; in quanto, pur in disparte il profilo del finanziamento, non v’è chi non veda come in mancanza del frazionamento da parte dell'ufficio tecnico, ossia dell’atto che serve ad identificare la porzione d’area da sottoporre ad esproprio, il relativo procedimento non può avere alcuno sviluppo.

Il soggetto preposto all'Ufficio espropri risponde del danno conseguente alla mancata conclusione del procedimento ancorché sia stato affidato ad altro soggetto compiti di indirizzo, coordinamento e supervisione delle varie pratiche; ciò in quanto da tale circostanza è da escludere che ad esso si sia sottratta la direzione operativa dell’ufficio espropri e le connesse responsabilità dirigenziali.

Se è vero che le proroghe di legge mantengono la possibilità di concludere il procedimento espropriativo, è altrettanto vero che tale possibilità non significa che lo stesso deve essere ultimato alla scadenza delle proroghe; ne consegue che del danno conseguente alla mancata conclusione del procedimento rispondono anche i precedenti responsabili del servizio espropri avendo questi l'onere, in quanto a conoscenza dell’avvio del procedimento e dell'intervenuta realizzazione dell’opera pubblica, di completare il relativo procedimento ordinario e di non lasciare passare circa cinque anni senza adottare alcun doveroso atto della procedura.... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 4,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista