Pubblica utilità: il quinto termine

PUBBLICA UTILITÀ --> DICHIARAZIONE DI P.U. --> TERMINI --> QUINTO TERMINE

I termini di cui alla L. n. 2359 del 1865, art. 13 devono essere apposti nell'atto contenente la dichiarazione implicita di pubblica utilità, la mancata osservanza del termine triennale per l'inizio dei lavori introdotto dalla L. n. 1 del 1978, art. 1, comma 3, comporta la cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera (sempreché i primi termini risultino regolarmente apposti e la dichiarazione di p.u. risulti esistente).

Con l'indicazione dei termini di inizio e compimento dei lavori e delle espropriazioni, ai sensi della L. n. 2359 del 1865, art. 13, non va confuso il termine introdotto dalla L. 3 genna... _OMISSIS_ ...art. 1, comma 3, del tutto autonomo rispetto ai precedenti, che prevede un limite massimo (triennale) entro il quale devono essere iniziati i lavori (a pena di cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera).

Con l'indicazione dei termini di inizio e compimento dei lavori e delle espropriazioni di cui alla l. n. 2359 del 1865, art. 13, non va confuso il termine introdotto della l. 3 gennaio 1978, n. 1, art. 1, comma 3, del tutto autonomo rispetto ai precedenti, che prevede un limite massimo (triennale) entro il quale devono essere iniziati i lavori (a pena di cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera).

Se è vero che, nel s... _OMISSIS_ ...io dell’art. 13 L. n. 2359/1865, il mero decorso del termine di avvio dei lavori non comporta la decadenza della dichiarazione di p.u. è pure vero che la norma integrativa di cui all’art. 1, comma 3, l. n. 1/1978, non stabilisce dei termini legali per l'inizio e il compimento delle espropriazioni e dei lavori, che - se non desumibili da altre disposizioni di leggi speciali - devono essere fissati dall'amministrazione procedente, a norma della L. 25 giugno 1865, n. 2359, art. 13, a pena d'invalidità ed inefficacia della dichiarazione, ma prevede solo un ulteriore termine di decadenza per il mancato inizio delle opere nel triennio successivo.

Il tempestivo inizio dell’attuazione del progetto su una o più porzioni del suolo in esso coinvolte è ... _OMISSIS_ ...impedire la inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità anche relativamente alle restanti entità immobiliari ancora non coinvolte materialmente dall’esecuzione dei lavori.

L’art. 1 comma 3 L. n. 1/1978 prescrive l’inizio dei lavori di realizzazione del progetto nel termine di tre anni; nel caso in cui il progetto sia localizzato su suoli appartenenti a soggetti diversi, il tempestivo inizio dell’attuazione del progetto su una o più porzioni del suolo in esso coinvolte è sufficiente ad impedire l'inefficacia della dichiarazione di p.u. anche relativamente alle restanti entità immobiliari ancora non coinvolte materialmente dall'esecuzione dei lavori.

L’art. 1, comma 3, della l n. 1/1978 e (nel caso di specie) ... _OMISSIS_ ... comma 3, della l.r. Sicilia n. 35/1978 dispongono che gli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e d'indifferibilità ed urgenza cessano se i lavori non hanno avuto inizio nel triennio successivo all'approvazione del progetto o all'emissione del decreto di finanziamento dell opera, intendendosi per “progetto” il “progetto definitivo”.

Il termine triennale di cui alla L. n. 1/1978 riguarda l'efficacia della dichiarazione di p.u., mentre il termine della L. n. 865 del 1971, art. 20, comporta che l'occupazione del terreno privato possa essere autorizzata per una durata massima di 5 anni durante la quale conseguentemente l'attività compiuta sull'immobile - ivi compresa la sua irreversibile trasformazione - deve considerarsi legi... _OMISSIS_ ...torizzata dal titolo suddetto.

Il termine acceleratorio di cui al comma 3 dell'art. 1 L. n. 1/1978, non sostituisce né assorbe alcuno dei termini per l'esecuzione dei lavori e delle espropriazioni richiesti dalla L. n. 2359 del 1865, art. 13 - che dunque devono essere comunque fissati dall'amministrazione espropriante nello stesso provvedimento di approvazione del progetto, equivalente secondo il comma 1 a dichiarazione di p.u., pena la giuridica inesistenza o radicale nullità del provvedimento.

Il termine triennale di inizio dei lavori ex art. 1 comma L. n. 1/1978, va valutato rispetto all’opera complessiva, non alla singola tratta interessante l’area di alcuni dei proprietari.

Con l'indicazione dei termini di inizio... _OMISSIS_ ...ei lavori e delle espropriazioni, ex art. 13 L. n. 2359 del 1865, non va confuso il termine introdotto della L. 3 gennaio 1978, n. 1, art. 1, comma 3, del tutto autonomo rispetto ai precedenti, che prevede un limite massimo (triennale), entro il quale devono essere iniziati i lavori (a pena di cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera); tale termine ha natura acceleratoria dell'esecuzione delle opere pubbliche, e va raccordato con quelli di cui al citato art. 13.

L’intervallo temporale che deve intercorrere tra la dichiarazione di pubblica utilità e l’inizio dei lavori, va distinto dal termine quinquennale di durata dell’occupazione d’urgenza entro il quale, iniziati i l... _OMISSIS_ ...ere emanato il decreto di esproprio.

Il limite massimo (triennale) entro il quale devono essere iniziate "le opere" (a pena di cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera) di cui alla L. n. 1/1978 art. 1, comma 3, ha natura acceleratoria e va raccordato con quelli di cui all'art. 13 L. n. 2359/1865, nel senso che solo ove detti termini siano regolarmente apposti e la dichiarazione di p.u. risulti esistente, si pone il problema (logicamente successivo) di stabilire se la stessa abbia conservato o meno efficacia per l'osservanza (anche) di quest'ultimo termine perentorio.

La prescrizione di cui alla L. n. 1/1978 art. 1, comma 3, che prevede un limite massimo (triennale) en... _OMISSIS_ ...vono essere iniziate "le opere" (a pena di cessazione degli effetti della dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza e indifferibilità dell'opera), trova applicazione anche per le espropriazioni rivolte alla realizzazione di opere stradali; ciò in quanto non vi è alcuna disposizione del D.Lgs. n. 143 del 1994, o di altra normativa contenente particolari regole in tale settore, che modifica o esclude suddetto obbligo.

L'art. 1 comma 3 della L. n. 1/1978 prescrive l’inizio dei lavori di realizzazione del progetto nel termine di tre anni ma non prescrive, nel caso in cui il progetto sia localizzato su suoli appartenenti a soggetti diversi, che i lavori inizino entro tale termine su ciascuno di questi suoli; ne consegue che il tempestivo ini... _OMISSIS_ ...attuazione del progetto su una o più porzioni del suolo coinvolte è sufficiente ad impedire l'inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità anche relativamente alle restanti entità immobiliari ancora non coinvolte materialmente dall'esecuzione dei lavori.

Il termine triennale previsto dalla legge 3 gennaio 1978 n. 1 per l'inizio dell'opera pubblica assume carattere integrativo e non sostitutivo dei termini iniziali e finali di cui alla normativa fondamentale l. n. 2359/1865.

I termini di cui...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19481 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo