Ordine di sgombero sul demanio marittimo

Ai sensi dell’art. 8 comma 3 lett. h) della legge 28.1.1994, n. 84, l’ordine di sgombero del concessionario deve essere assunto dopo aver udito il parere del comitato portuale, ma ciò vale solo per l’ordinario potere che la legge menzionata attribuisce al presidente dell’ente costiero, per cui non trova applicazione in sede di mera esecuzione della prescrizione derivante da una sentenza amministrativa.

E' logico e legittimo che la demolizione di una scala abusivamente realizzata sul demanio marittimo sia ingiunta al proprietario dell’edificio collegato alla spiaggia mediante tale opera abusiva.

La diffida a sgomeberare è legittimamente inviata al concessionario dichiarato decaduto, anche se questo è stato autorizzat... _OMISSIS_ ... affidare in gestione ad altro soggetto l’attività oggetto della concessione ai sensi dell’art. 45-bis cod. nav..

L’ingiunzione di demolizione ha carattere strettamente conseguenziale rispetto all’accertata occupazione del suolo demaniale marittimo (nella specie dimostrata anche dal pluriennale pagamento dell’indennizzo di occupazione abusiva del suolo demaniale marittimo).

La richiesta di autorizzazione all’esecuzione di lavori di manutenzione non è in grado di giustificare l’occupazione di un’area demaniale marittima differente rispetto a quella oggetto dell’originaria concessione.

La recinzione realizzata sul confine del demanio marittimo, anche laddove non integri alcuna ab... _OMISSIS_ ...ne del demanio stesso, può essere oggetto di ordinanza demolitoria ai sensi degli artt. 54-55 cod.nav., che sanzionano la realizzazione di opere nella fascia di rispetto demaniale.

È illegittimo il provvedimento con il quale la Capitaneria di Porto intima alle Ferrovie dello Stato S.p.a. lo sgombero di un’area demaniale a suo tempo da queste ultime occupata per i bisogni dell’esercizio ferroviario giusta verbale di consegna redatto ai sensi dell’allora vigente combinato disposto di cui agli artt. 227 e 228 legge 2248/1865, sulla scorta della ritenuta mancanza di un formale titolo concessorio e conseguente violazione degli artt. 54 e 1161 cod. nav., perché l’efficacia del predetto verbale di consegna non è venuta meno per effetto de... _OMISSIS_ .... 4 della legge 448/1998 e degli artt. 1, co. 3 e 15, co. 2 della legge 210/1985.

È legittimo l'ordine di sgombero di un chiosco realizzato su area appartenente al demanio marittimo senza l'autorizzazione di cui all'art. 55 cod. nav., e ciò anche se il manufatto è provvisto di titolo edilizio e di concessione di occupazione di suolo pubblico.

L’opera abusivamente sul demanio marittimo, anche se non soggetta a permesso di costruire, è comunque da demolire ai sensi dell’art. 54 del codice della navigazione.

La sanzione della rimessione in pristino a spese dell'interessato prevista dall'art. 54 cod. nav. segue l'inottemperanza dell'ingiunzione di demolizione emessa dal capo del compartimento, e non punisce direttamente l... _OMISSIS_ ...ell'obbligo di chiedere la preventiva autorizzazione per la realizzazione di nuove opere nella fascia di rispetto del demanio marittimo prevista dall'art. 55 cod. nav..

Le opere eseguite in assenza dell'autorizzazione di cui all'art. 24 reg. es. cod. nav. mar. sono abusive, a prescindere dalla rilevanza delle stesse sul piano strettamente edilizio.

Le opere eseguite sul demanio marittimo senza l'autorizzazione dell'ente concedente sono abusive, a prescindere dalla rilevanza delle stesse sul piano strettamente edilizio.

L’art. 54 cod. nav. estende l’elenco dei soggetti destinatari dell’ordina di demolizione includendo il contravventore che, a prescindere dalla titolarità di un diritto reale sull’immobile, po... _OMISSIS_ ...quo;abuso sanzionato e trae beneficio dall’uso dell’immobile in questione.

L'annullamento della concessione demaniale marittima determina l'abusività dell'occupazione e legittima l'adozione dell'ordinanza di sgombero ex art. 54 cod. nav..

L’illegittima occupazione di aree del demanio marittimo ha carattere permanente, protraendosi per tutto il tempo fino a che le opere vengano utilizzate, ossia fino a che persiste l’occupazione.

L’occupazione abusiva del demanio marittimo può ben avvenire anche attraverso strutture “mobili” e la circostanza che, solo in ragione della stagione, le stesse strutture siano state rimosse non vale ad escludere che il soggetto si sia reso responsabile di un utili... _OMISSIS_ ...m della zona.

Nel caso in cui l'occupazione abusiva avvenga con strutture mobili e la P.A. ordini il ripristino dello status quo ante, la rimozione di tali strutture non può che indurre a ravvisare la già avvenuta esecuzione dell’ordine impartito ma, comunque, non priva quest’ultimo di carattere dispositivo, implicando il chiaro divieto a riposizionare le medesime strutture nella zona.

L’art. 54 cod. nav. prevede l’immediata ingiunzione a demolire, con la conseguenza che l'amministrazione non è tenuta ad emanare alcuna previa diffida.

E' illegittima l’ingiunzione di sgombero emanata in carenza dell’indispensabile presupposto per il legittimo esercizio del potere di autotutela del demanio maritti... _OMISSIS_ ...dal necessario procedimento di delimitazione del confine tra proprietà privata e demaniale. secondo le regole dettate dall’art. 32 del cod.nav.

Il provvedimento di rilascio del bene demaniale è finalizzato esclusivamente a riacquisire il possesso del bene illegittimamente utilizzato da terzi: pertanto è illegittimo l'atto che ordini lo sgombero e che sia motivato dalla necessità di sistemare nell'area altre imprese già concessionare e trasferite dalle aree demaniali loro concessionate in ragione del fatto che su questi compendi erano in corso degli interventi per la realizzazione di infrastrutture portuali.

Nella Regione Lazio la competenza a disporre il rilascio del bene demaniale abusivamente occupato spetta ai Comuni e non alla Regione.... _OMISSIS_ ...quo;abusività dell’occupazione legittima di per sé l’esercizio dei poteri repressivi postulati dall’art. 54 cod. nav., senza che sia necessaria una particolare motivazione in ordine alla prevalenza dell’interesse pubblico al ripristino dello status quo ante rispetto all’interesse privato al protrarsi dell’occupazione.

Possono considerarsi innovazioni abusive ai sensi dell’art.54 cod. nav. interventi non autorizzati che comportino la realizzazione di nuove opere o nuove costruzioni o la modificazione strutturale e sostanziale di opere esistenti.

Non può qualificarsi come innovazione abusiva da perseguire ex art. 54 cod. nav. un intervento diretto al rifacimento della pavimentazione di un sottopasso p... _OMISSIS_ ...le è possibile accedere alla spiaggia, nel rispettando della struttura, delle caratteristiche e della consistenza originarie del tunnel.

Nella comparazione degli interessi appare prevalente quello pubblico a che non siano realizzati nuovi volumi in zona litoranea piuttosto che quello del privato a mantenere l'opera realizzata (nella specie, un dehor), che potrà comunque essere mantenuta ove ricondotta al rispetto della normativa.

È illegittimo il provvedimento che ordina il ripristino del libero accesso alla spiaggia qualora i cancelli di cui sia ordinat...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21100 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo