Carrello
Carrello vuoto



Autorizzazioni e titoli paesaggistici nella normativa regionale


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL PAESAGGIO
anno:2016
pagine: 1922 in formato A4, equivalenti a 3267 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE

Il parere e l'autorizzazione paesaggistica dell'art. 146 D. Lgs. 42/2004 non possono essere limitati dall'esterno da una legge regionale.

La legislazione regionale non può prevedere una procedura per l'autorizzazione paesaggistica diversa da quella dettata dalla legislazione statale.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> CAMPANIA

Stante la mancata effettuazione sul P.U.T. dell'area sorrentino-amalfitana (approvato con L. Reg. Campania 35/1987) della verifica prevista dall'art. 156 del d.lgs. 42/2004, per il procedimento di controllo delle autorizzazioni paesaggistiche va seguito il procedimento fissato per un periodo transitorio dall'art. 159 del medesimo decreto legislativo.

Nella zona 1B del P.U.T. dell'Area Sorrentino-Amalfitana devono ritenersi ammissibili interventi conservativi e modificativi di manufatti preesistenti (realizzati prima ovvero dopo il 1955) compatibili con l'ambeinte circostanti: pertanto, è illegittimo il parere sfavorevole della Soprintendenza che sia motivato sulla base dell'assoluta inedificabilità della zona 1B senza alcuna valutazione sull'effettiva compatibilità del progetto edilizio &nda... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...conto delle dimensioni, della natura delle opere, dell'effettivo contesto in cui si inseriscono e di tutti gli altri profili di fatto e di diritto possibilmente rilevanti - con la tutela dei luoghi circostanti sotto il profilo della loro fruizione estetico-naturalistica.

È incostituzionale l'art. 1, co. 1 della L.R. Campania 11/2010, che prevede la possibilità per le strutture turistiche ricettive e balneari di realizzare piscine in deroga alla normativa primaria e speciale e agli strumenti urbanistici paesistici, sovracomunali e comunali vigenti.

Il parere negativo della Soprintendenza, espresso in relazione ad un parcheggio interrato che si assume da realizzare in una certa zona del P.U.T. Sorrentino-Amalfitano, è illegittimo allorché sia accertata inclusione dell'area in una zona dal minor rigore vincolistico.

In Campania compete ai comuni la valutazione della compatibilità paesaggistica delle opere edilizie nelle aree sottoposte a vincolo ambientale, fatto salvo l'esercizio dei poteri di cui agli artt. 146 e 159 d.lg. 22 gennaio 2004 n. 42 da parte delle Soprintendenze ai beni ambientali e architettonici.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> EMILIA-ROMAGNA
... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...utorità preposta alla tutela del vincolo ambientale posto nel territorio della regione Emilia – Romagna, ai sensi dell'art. 10 L.R. n. 26 del 1978 e s.m. e i., è il Comune, che opera previo parere della Commissione edilizia integrata comunale.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> FRIULI-VENEZIA GIULIA

È costituzionalmente illegittimo l'art. 58 L.R. Friuli Venezia Giulia 5/2007, che dispone che il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica da parte dei Comuni avvenga con applicazione della disciplina transitoria di cui all'art. 159 d. lgs. 42/2004 «sino all'adeguamento dei loro strumenti di pianificazione al piano paesaggistico regionale»: tale norma infatti modifica la decorrenza del termine fissato dal legislatore statale per la piena applicazione della procedura autorizzatoria di cui all'art. 146 d.lgs. 42/2004, determinando una illegittima riduzione della tutela del paesaggio imposta dalla legislazione statale.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> LOMBARDIA

Nella Regione Lombardia la tutela paesaggistica è affidata alla Provincia, mentre quella urbanistica ed edilizia spetta al Comune, sicché la verifica della compatibilità ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ca non può essere richiesta al Comune.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> PROVINCIA DI BOLZANO

L'art. 9, co. 2, L.P. Bolzano 16/1970 è una norma programmatica e non prescrittiva, che non impone la partecipazione ai lavori del Collegio per la tutela del paesaggio di un componente appartenente al gruppo linguistico ladino, ma, in una prospettiva propositiva, si limita a garantirne la facoltà di accesso.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> PUGLIA

Poiché l'art. 11, co. 4, L.R. Puglia 17/2006 consente il mantenimento delle opere precarie poste a servizio di uno stabilimento balneare per l'intero anno solare, la prescrizione di temporaneità dei manufatti precari e conseguente rimozione dei medesimi al termine della stagione estiva deve fondarsi su di una valutazione di preponderante tutela da accordare ai valori paesaggistici del sito nel cui ambito lo stabilimento balneare è insediato.

Nella Regione Puglia, poiché l'art. 11, quarto comma, l.r. 23 giugno 2006 n. 17 consente il mantenimento delle opere precarie poste a servizio di uno stabilimento balneare per l'intero anno solare, l'autorizzazione paesaggistica che prescrive l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ità dei manufatti precari e conseguente rimozione dei medesimi al termine della stagione estiva deve fondarsi su di una valutazione di preponderante tutela da accordare ai valori paesaggistici del sito nel cui ambito lo stabilimento balneare è insediato.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> SICILIA

Nella Regione Sicilia, il termine per il rilascio per il parere obbligatorio della Soprintendenza sull'istanza di concessione demaniale è quello di 120 giorni indicato dall'art. 46 della legge reg. n. 17/2004, e non già quello dei 60 giorni indicato in generale dall'art. 7 della legge reg. n. 4/2003 per le concessioni marittime.

Non può ritenersi formato alcun silenzio assenso ex art. 46 L.R. Sicilia 17/2004 sulla richiesta di nulla osta formulata in relazione a un'area inedificabile.

TITOLO PAESAGGISTICO --> REGIONI E PROVINCE --> VENETO

Nella Regione Veneto, l'intervenuta soppressione della commissione edilizia comunale non può incidere sull'esigenza, espressa dal comma 2 dell'art. 6, L.R. 31 ottobre 1994, n. 63, che nel rilascio di autorizzazione in materia ambientale e paesaggistica vi sia il coinvolgimento di due esperti in materia di bellezz... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e di tutela dell'ambiente.

Nella Regione Veneto, la sfera di competenza riservata al Presidente della Provincia dalla l.r. n. 11 del 1984, recante subdelega alle Province delle funzioni concernenti la materia dei beni ambientali, non è stata incisa dalla l. n. 142 del 1990 né dal d. lgs. n. 29 del 1993, che, infatti, fanno salve proprio quelle attribuzioni espressamente previste dalla legge o dallo statuto.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI