Carrello
Carrello vuoto



Autorizzazione paesaggistica come presupposto del titolo edilizio

Benché i due procedimenti siano autonomi, il permesso di costruire rilasciato in assenza di preventivo nulla osta paesaggistico non solo è inefficace, è addirittura illegittimo.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL PAESAGGIO
anno:2016
pagine: 1922 in formato A4, equivalenti a 3267 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> PRESUPPOSTI --> AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

Il parere dell'autorità preposta alla tutela del vincolo è presupposto legittimante la trasformazione urbanistico-edilizia della zona protetta.

Il nulla osta della soprintendenza alla attività edilizia progettata costituisce un presupposto di legittimità della titolo edilizio.

L'autorizzazione paesaggistica rappresenta un atto autonomo e presupposto rispetto ai titoli legittimanti l'intervento edilizio, ivi compresa la d.i.a./s.c.i.a..

Nel caso in cui venga espresso in sede di approvazione del piano attuativo un giudizio favorevole sulla compatibilità paesaggistica, l'aspettativa che sorge in capo al lottizzante, nel momento in cui il progetto esecutivo verrà sottoposto a valutazione, sarà meritevole di tutela nel limite in cui è impedito alla Soprintendenza di procedere poi, nell'esame delle singole autorizzazioni paesistiche, a una revisione radicale del precedente giudizio, la quale potrà considerarsi legittima solo se nel frattempo siano stati introdotti elementi progettuali nuovi o se il maggiore grado di precisione delle progettazioni singole faccia emergere un impatto completamente ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... non era stato evidenziato nel piano di lottizzazione.

Le opere che realizzano una trasformazione edilizia e urbanistica del territorio in area assoggettata a vincolo paesaggistico, anche comportanti l'incremento dei volumi e delle superfici esistenti, richiedono la previa acquisizione del permesso di costruire e, comunque, dell'autorizzazione paesaggistica.

Il richiamo agli aspetti edilizi dell'opera non rappresenta alcuna indebita incursione della Soprintendenza nella sfera urbanistico-edilizia ma costituisce la necessaria premessa per un'esaustiva analisi "di contesto": è evidente, infatti, che una corretta valutazione circa l'incidenza sul paesaggio di una qualsiasi opera, soprattutto di vaste dimensioni, non può che partire dagli elementi edilizi ed urbanistici della stessa.

È escluso che l'abbassamento del livello di una strada abbia caratteristiche di attività di straordinaria manutenzione, trattandosi di trasformazione urbanistica. Nel caso di interventi del genere realizzati in zona sottoposta a vincolo si è ulteriormente stabilita la necessità di autorizzazione dell'ente preposto alla tutela del vincolo, sicché in tal caso sono necessari sia il permesso di costruire ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...izzazione paesaggistica.

Il parere della commissione di salvaguardia riguarda i profili di compatibilità paesaggistica dell'intervento per cui non può condizionare il rilascio del titolo edilizio da parte del comune, trattandosi di valutazioni che attengono a profili e interessi diversi.

In presenza di un immobile o di un'area di interesse paesaggistico l'intervento è comunque subordinato all'autorizzazione dell'autorità preposta alla tutela del vincolo con il parere vincolante della competente Soprintendenza.

L'autorizzazione paesaggistica non vincola l'operato del Comune, titolare del dovere di negare il rilascio del titolo edilizio in base alla normativa applicabile, tenuto conto della tipologia dell'intervento richiesto e della indefettibile applicabilità della disciplina edilizia.

L'autorizzazione paesistica costituisce un atto autonomo e presupposto del permesso di costruire.

Il procedimento descritto dall'art. 146 d.lg. 42/2004 per la verifica della compatibilità dell'intervento edilizio con i vincoli paesaggistici costituisce procedimento incidentale, ma autonomo, rispetto a quello di rilascio del permesso per costruire.

L'autorizzazione pae... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...è atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire: in assenza del nulla osta di compatibilità paesaggistica, giammai può essere rilasciata il titolo edilizio.

L'opinione del responsabile del procedimento non può equivalere ad un nulla-osta paesaggistico e comunque non ha alcuna rilevanza esterna in tale materia.

Il procedimento per il rilascio del permesso di costruire e quello per il nulla osta di compatibilità paesaggistica dell'intervento, ancorché connessi, sono procedimenti ontologicamente e logicamente distinti, perché hanno per oggetto la tutela di beni diversi, sulla base di competenze diverse e di normative differenti.

Il permesso di costruire rilasciato in assenza del preventivo nulla osta paesaggistico è illegittimo, non meramente inefficace.

Il provvedimento che dispone l'archiviazione della pratica edilizia in ragione dell'intervenuto parere negativo della Soprintendenza sull'istanza di autorizzazione paesaggistica ha valenza di diniego del titolo paesaggistico.

L'autonomia dei procedimenti di autorizzazione paesaggistica e di rilascio di concessione edilizia riguarda gli aspetti dei rispettivi presupposti e oggetto di valu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e finalità cui sono preordinati, ma non vale a escludere che il secondo sia subordinato all'esito favorevole del primo: la concessione per attività edilizie in zone vincolate non può essere rilasciata in mancanza di nulla osta in ordine al vincolo e la sua efficacia non può legittimamente persistere ove venga meno l'indispensabile presupposto.

Il procedimento di rilascio del permesso di costruire ha un rapporto di autonomia e non di interdipendenza rispetto al rilascio del parere ambientale.

L'autorizzazione paesaggistica non può essere intesa quale mero presupposto di legittimità del titolo legittimante l'edificazione, connotandosi piuttosto per una sua autonomia strutturale e funzionale rispetto al permesso di costruire.

Il rapporto tra autorizzazione paesaggistica e titolo edilizio si sostanzia in un rapporto di presupposizione necessitato e strumentale tra valutazioni paesistiche ed urbanistiche, nel senso che questi due apprezzamenti si esprimono entrambi sullo stesso oggetto, ma con diversi e separati procedimenti, l'uno nei termini della compatibilità paesaggistica dell'intervento edilizio proposto e l'altro nei termini della sua conformità urbanistico-edilizia

[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...izzazione paesaggistica costituisce un presupposto del titolo abilitativo edilizio.

La tutela urbanistica e quella paesaggistica sono nel nostro ordinamento del tutto autonome: l'urbanistica ha come scopo il raggiungimento di un ordinato assetto del territorio, il paesaggio invece tende alla conservazione del valore estetico culturale del bene valore, tra l'atro direttamente e autonomamente tutelato dalla Costituzione.

L'interesse paesaggistico è funzionalmente differenziato da quello urbanistico, pertanto singoli progetti, pur compatibili con la destinazione urbanistica, possono risultare poi incompatibili con i valori paesaggistici e viceversa.

La tutela urbanistica e quella paesaggistica sono, dal punto di vista della competenza, ripartite tra autorità diverse che compiono valutazioni tra loro autonome: pertanto, le considerazione espresse dall'una nell'esercizio dei propri poteri non rilevano ai fini della valutazione della legittimità delle conclusioni assunte dall'altra.

L'autorizzazione paesaggistica costituisce titolo autonomo rispetto a quello edilizio e non è conseguibile a sanatoria.

Ai sensi del combinato disposto fra artt. 22 e 23 T.U. edilizia, in assenza del prev... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, il titolo abilitativo edilizio non si forma, ovvero l'attività non può essere intrapresa.

È illegittimo il titolo edilizio rilasciato in assenza di autorizzazione paesaggistica.

È illegittimo il titolo edilizio rilasciato in assenza di autorizzazione paesaggistica.

In ragione del carattere autonomo – ancorché presupposto – del titolo paesaggistico rispetto a quello edilizio, il permesso di costruire rilasciato in carenza dell'autorizzazione paesaggistica, ove prescritta, non è illegittimo ma soltanto inefficace, essendo detta carenza unicamente preclusiva dell'avvio dei lavori.

In carenza dell'autorizzazione paesaggistica, non si forma nemmeno il titolo abilitativo edilizio e non può essere intrapresa l'attività edilizia, anche qualora si tratti di interventi edilizi «minori» assoggettati a s.c.i.a. (in passato: d.i.a.).

La pur necessaria e doverosa distinzione e autonomia del titolo paesaggistico rispetto a quello edilizio non implica separatezza tra i due (pur differenziati) piani delle tutele (parallele), incidenti in definitiva su un unico episodio di vita e aventi ad oggetto un... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rogetto realizzativo di trasformazione antropica dell'area vincolata.

L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire e non semplice condizione di legittimità dello stesso.

L'autorizzazione paesaggistica è atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire ai sensi dell'art. 146 D.lgs. 42/2004.

E' illegittimo l'annullamento del titolo edilizio motivato in relazione all'illegittimità dell'autorizzazione paesaggistica se questa, benché ritenuta illegittima dal giudice ordinario, non è stata impugnata nei termini di decadenza.

L'autorizzazione paesaggistica costituisce atto autonomo e presupposto rispetto al permesso di costruire, che si sostanzia in un rapporto di presupposizione necessitato e strumentale tra valutazioni paesistiche e urbanistiche, nel senso che questi due apprezzamenti si esprimono entrambi sullo stesso oggetto, l'uno, in termini di compatibilità paesaggistica dell'intervento edilizio proposto e, l'altro, in termini di sua conformità urbanistico-edilizia.

Il permesso di costruire e l'autorizzazione paesaggistica sono titoli che assolvono funzioni differenti in quanto tutelan... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...fferenti e sono emessi sulla base di valutazioni di tipo diverso (l'una di conformità urbanistica, l'altra di compatibilità paesaggistica): pertanto, dal rilascio della seconda non può discendere un affidamento all'emanazione anche del primo.

Se la edificazione privata, ancorché conforme alle norme urbanistico-edilizie, è in contrasto con le esigenze di tutela del paesaggio, non può dirsi esistente ed esercitabile uno jus aedificandi.

Il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica non vincola l'ente a rilasciare anche il titolo edilizio, essendo i due procedimenti paralleli e volti al perseguimento di diversi interessi.

In assenza dei pareri necessari per la realizzazione dell'opera in area vincolata, il titolo edilizio non può dirsi legittimamente formato.

In presenza di un intervento a realizzarsi su area assoggettata a vincolo paesaggistico, gli artt. 22 e 23 del Testo unico sull'edilizia precludono la immediata formazione di un titolo abilitativo per silentium, del quale quindi non può essere predicata la dovuta rimozione in autotutela.

Tra l'autorizzazione paesistica e la concessione edilizia esiste un vincolo funzionale, dovendo la prima interve... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...progetto fattibile.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI