Carrello
Carrello vuoto

ESPROPRIonline 5/2017

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità



 
titolo: ESPROPRIonline 5/2017
sottotitolo: Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità
area/e tematica/che: espropri
data: Settembre-Ottobre 2017
testo in formato: pdf  
pagine: 218 in formato A4 (cm 21X29,7), corrispondenti a 371 in formato libro (cm 17X24)
 
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE

editore: Exeo
collana: osservatorio di giurisprudenza
numero in collana: 293
issn: 1971-999 X
sigla: EOL61
categoria: ESPROPRIonline
tipologia: raccolta
genere: annuario/agenda/rivista
altezza: cm 29,7
larghezza: cm 21
dimensione: A4
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 25,00

 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

ATTREZZATURE SPORTIVE: CONGRUI 45 EURO AL METRO

CORRETTO UTILIZZARE NELLA STIMA CRITERI DI TRASFORMAZIONE MEDIATI

INUTILIZZABILE NELLA STIMA UN SOLO ATTO DI COMPRAVENDITA, PER DI PIÙ INCONFERENTE

L'INEDIFICABILITÀ DI FATTO ESCLUDE QUELLA DI DIRITTO

LE AREE PERTINENZIALI DI EDIFICI PRODUTTIVI VALGONO IL 10% DEL VALORE DELLE SUPERFICI DEGLI EDIFICI

PEEP: IL RECUPERO DEI MAGGIORI ONERI ESPROPRIATIVI SEGUE LA CIRCOLAZIONE GIURIDICA DELL'IMMOBILE

LA CORTE D'APPELLO ORDINA IL DEPOSITO IN CASSA DDPP PRO QUOTA

NON SI PUÒ APPROVARE IL PROGETTO SE NON SI ATTENDE IL PERFEZIONAMENTO DELLA COMUNICAZIONE

IMPOSSIBILE L'ACQUISIZIONE SANANTE IN PRESENZA DI GIUDICATO RESTITUTORIO

GLI ACCORDI EX ART. 11 L. 241/90 NON SONO STRUMENTI CIVILISTICI

DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: 5% + 10% ANCHE IN ASSENZA DI ACQUISIZIONE SANANTE

OPPOSIZIONE ALLA STIMA DELL'ESPROPRIANTE: ENTRO 30 GIORNI DALLA COMUNICAZIONE DELL'AVVENUTO DEPOSITO

L'OCCUPAZIONE TEMPORANEA È FUNZIONALE ALLA REALIZZAZIONE DELL'OPERA

INAMMISSIBILE IL RINVIO DEL 42-BIS ALLA CORTE DI GIUSTIZIA

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA, E NON DICATIO AD PATRIAM, IN CASO DI IRREVERSIBILE TRASFORMAZIONE PER OPERA PUBBLICA

IMPOSSIBILE L'AMPLIAMENTO DEI CIMITERO A MENO DI 50 MT DALLA ABITAZIONE PIÙ VICINA

AREA DESTINATA A SEDE VIARIA E PARCHEGGI: 200 EURO AL METRO CON L'INDICE TERRITORIALE

DANNO DA REALIZZAZIONE DELL'OPERA: GIURISDIZIONE DEL G.A.

LA NON EDIFICABILITÀ DI UN'AREA ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATA COMPORTA UN "GIUDIZIO DI RECESSIVITÀ" RISPETTO ALL'INTERESSE PUBBLICO

AUTORIZZAZIONE UNICA: ILLEGITTIMO IL PREVIO AVVISO PUBBLICO SENZA I DATI CATASTALI

ACCORDI DI CESSIONE: IL RIFERIMENTO AL PARAMETRO INCOSTITUZIONALE VIENE AUTOMATICAMENTE SOSTITUITO DAL CRITERIO LEGALE

LA RESPONSABILITÀ ERARIALE PRESUPPONE L'ILLEGITTIMITÀ DELLA PROCEDURA

SE L'OCCUPANTE CHIEDE IL CONSENSO DEI PROPRIETARI PER REALIZZARE GLI INTERVENTI, LI REIMMETTE NEL POSSESSO DEL BENE

LA COMPETENZA (E RESPONSABILITÀ) IN MATERIA ESPROPRIATIVA DELL'UFFICIO TECNICO È IN RE IPSA

INTERESSI SULL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO: DAL DEPOSITO GRAVANO SULLA CASSA DDPP

LE FASCE DI RISPETTO DA SCAVO PREVALGONO SU QUELLE STRADALI

L'ASSENZA DI COPERTURA FINANZIARIA NON VIZIA LA PROCEDURA

DANNO DA ILLEGITTIMA OCCUPAZIONE: INTERESSI LEGALI

CESSIONE COMPENSATIVA: I DIRITTI EDIFICATORI DEVONO ESSERE PARAMETRATI ALL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO

LEGITTIMO IBRIDIZZARE I VINCOLI PER SFUGGIRE ALL'OBBLIGO DI INDENNIZZO DA REITERAZIONE

VINCOLI A VIABILITÀ E PARCHEGGI: NON DECADONO

L'ESISTENZA DEL VINCOLO PREORDINATO ALL'ESPROPRIO IMPEDISCE IL SILENZIO ASSENSO SULLA DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE

ERRONEA CONDANNA DEL PAGAMENTO DELL'INTERA INDENNITÀ AL COMPROPRIETARIO: SE PASSATA IN GIUDICATO VA OTTEMPERATA

OCCUPAZIONE EX ART. 49: È SUFFICIENTE EVIDENZIARE LA SUA STRUMENTALITÀ ALL'ESECUZIONE DEI LAVORI

IL DINIEGO A UNO SCAVO PREVENTIVO PER VALUTARE LE POSSIBILITÀ EDIFICATORIE COMPORTA VINCOLO DI INEDIFICABILITÀ DA INDENNIZZARE

I PRIVATI UTILIZZATORI NON POSSONO ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX 42 BIS

UN CONTRATTO PRELIMINARE DI CESSIONE DEL TERRENO PUÒ ESSERE FATTO VALERE AI SENSI DELL'ART. 2932 C.C.

LA VARIANTE URBANISTICA NON È UN ATTO MERAMENTE CONFERMATIVO E DEVE ESSERE IMPUGNATA

ATTREZZATURE SCOLASTICHE: IL VINCOLO È SOSTANZIALMENTE ESPROPRIATIVO QUANDO NON PUÒ ESSERE SFRUTTATO DAL PROPRIETARIO

IMPUGNAZIONE DEL DECRETO DI ASSERVIMENTO: NON VI È ONERE DI NOTIFICA AL BENEFICIARIO

IL DECRETO DI OCCUPAZIONE IN ASSENZA DI VINCOLO NON È NULLO MA ANNULLABILE

42 BIS: ANCHE UN RIFIUTO TOTALE FA VENIR MENO L'INTERESSE A RICORRERE AVVERSO LA VIOLAZIONE DELL'OBBLIGO DI RISCONTRO

LE FASCE DI RISPETTO NON SONO UN VINCOLO ESPROPRIATIVO

ILLEGITTIMO IL SILENZIO SU ISTANZA DI CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE DI UN TERRENO ESPROPRIATO

LA REDAZIONE DEL VERBALE DI IMMISSIONE IN POSSESSO FA PRESUMERE L'IMPOSSESSAMENTO

L'ENTE CHE NON RENDE DISPONIBILI I FINANZIAMENTI DEGLI ESPROPRI SI ASSUME LA RESPONSABILITÀ DELL'OCCUPAZIONE DIVENUTA ILLEGITTIMA

UTILIZZABILE SIA IL METODO SINTETICO COMPARATIVO SIA QUELLO ANALITICO RICOSTRUTTIVO

42BIS: AI FINI INDENNITARI RILEVA L'ASSETTO URBANISTICO AL MOMENTO DELL'APPROVAZIONE DEL PROGETTO

42BIS: EFFETTO TRASLATIVO SOLO CON IL PAGAMENTO

42 BIS: IL CONTROVALORE DEL BENE È A CARICO DEL DETENTORE DEL BENE, IL DANNO DA MANCATO GODIMENTO DI CHI HA CAUSATO L'ILLEGITTIMITÀ

I TERMINI DIMIDIATI VALGONO ANCHE PER L'IMPUGNAZIONE DELL'ACQUISIZIONE SANANTE

DANNI AI BENI CONTIGUI ALL'ALTA VELOCITÀ: GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO SE SIANO DEDOTTE LE MODALITÀ REALIZZATIVE DELL'OPERA

NULLA LA NOTIFICA AL PROPRIETARIO CATASTALE DECEDUTO

22 BIS: LA NECESSITÀ DI EVITARE SANZIONI CONFIGURA IL REQUISITO DELL'URGENZA

NON VIZIANTE LA MANCATA NOTIFICA AI PROPRIETARI EFFETTIVI

IL DISSESTO FINANZIARIO NON FERMA IL 42-BIS

L'OCCUPANTE DETIENE, NON POSSIEDE IL BENE

IL RISARCIMENTO DA ABDICAZIONE È INFERIORE ALL'INDENNIZZO DA ACQUISIZIONE SANANTE (MANCA IL 10%)

NOTIFICHE TELEMATICHE ALLA P.A.: VALIDE SOLO ALLE PEC INSERITE NELL'APPOSITO ELENCO MINISTERIALE

L'ACQUISIZIONE SANANTE NON DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE PRECEDUTA DA TRATTATIVE

NON SERVE CHE LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO PROVENGA DALLO STESSO ORGANO COMPETENTE AD ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO FINALE

RISARCIMENTO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA DI AREA AGRICOLA: NON SI TIENE CONTO DI POTENZIALITÀ EDIFICATORIE INESISTENTI O PRECLUSE DALLA DESTINAZIONE URBANISTICA

IMPUGNAZIONE DELL'ACQUISIZIONE SANANTE: TERMINI DIMIDIATI ANCHE SE IL PROVVEDIMENTO OTTEMPERA IL GIUDICATO

DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO: LA MANCATA TEMPESTIVA IMPUGNAZIONE NON CONSENTE DI RITENERE ILLEGITTIMO L'ESPROPRIO

LA PROCEDURA ESPROPRIATIVA VA DIRETTA AL PROPRIETARIO EFFETTIVO SOLO SE L'AMMINISTRAZIONE LO CONOSCA

SOGGETTO TENUTO AD ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS E SOGGETTO TENUTO A PAGARE, POSSONO DIFFERIRE

L'OBBLIGAZIONE INDENNITARIA EX ART. 42-BIS SORGE SOLO CON IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO

PUÒ ESSERE ATTO - E NON ACCORDO - DI CESSIONE ANCHE SE LA FORMALIZZAZIONE AI FINI DELLA TRASCRIZIONE AVVIENE IN UN SECONDO TEMPO

LA GIURISDIZIONE APPARTIENE AL GIUDICE ORDINARIO ANCHE PER QUANTO RIGUARDA IL "RISARCIMENTO" EX ART. 42-BIS TERZO COMMA

PRESSOCHÉ IMPOSSIBILE L'USUCAPIONE NELLE OCCUPAZIONI ILLEGITTIME

42 BIS: SPETTA AL GIUDICE ORDINARIO DIRIMERE LE CONTROVERSIE SULL'INTERESSE DEL 5%, ANCHE SE LA NORMA PARLA DI "RISARCIMENTO"

42BIS: SE C'È L'USUFRUTTUARIO IL DANNO DA SPOSSESSAMENTO VA LIQUIDATO A LUI

LA CONTROVERSIA SULLA SPETTANZA DELL'INDENNITÀ AL FITTAVOLO SPETTA AL GIUDICE ORDINARIO

IL FITTAVOLO CHE RESTA ABUSIVAMENTE SUL FONDO ESPROPRIATO, RISPONDE DELLA PERDITA DELL'INDENNITÀ AGGIUNTIVA SPETTANTE AL PROPRIETARIO

LA SERVITÙ DI ALLAGAMENTO HA NATURA PUBBLICISTICA

OBBLIGO DI RISCONTRARE ALL'ISTANZA DI RIPIANIFICAZIONE, FERMA RESTANDO LA DISCREZIONALITÀ NEL MERITO

L'AREA ESPROPRIATA PUÒ ESSERE CEDUTA IN CONCESSIONE ONEROSA ALLO STESSO EX PROPRIETARIO

IL DIRITTO DI SUPERFICIE SI COSTITUISCE CON ATTO FORMALE

LA FASCIA DI RISPETTO NON È INDENNIZZABILE

NELLA STIMA DELLE AREE INEDIFICABILI OCCORRE TENERE CONTO DELL'EVENTUALE TERTIUM GENUS

RILEVANO NELLA STIMA DELL'INDENNITÀ LE POSSIBILITÀ DI UTILIZZAZIONE INTERMEDIE TRA L'AGRICOLA E L'EDIFICABILE, PURCHÉ PREVISTE DALLA NORMATIVA VIGENTE

IL PROPRIETARIO COLTIVATORE DIRETTO NON PUÒ CHIEDERE L'INDENNITÀ AGGIUNTIVA SEPARATAMENTE DA QUELLA DI ESPROPRIO

42 BIS PER UNA CONDOTTA FOGNARIA: LA MOTIVAZIONE DISCENDE DALLA EVIDENTE ASSENZA DI ALTERNATIVE

NESSUN DANNO O ACQUISIZIONE SANANTE SE IL COMUNE SISTEMA LA PAVIMENTAZIONE DI UNA STRADA AD USO PUBBLICO

LA STIMA INDENNITARIA NON HA RILEVANZA AUTONOMA RISPETTO AL GIUDIZIO DI DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ

CESSIONE SALVO CONGUAGLIO NON CONFIGURABILE IN CASO DI ESPROPRIO DI FABBRICATI

IN ASSENZA DI INDENNITÀ DEFINITIVA, LA DETERMINAZIONE GIUDIZIALE PUÒ ESSERE CHIESTA NEL TERMINE DI DIECI ANNI DALL'ESPROPRIO

SE IL CTP CONTESTA DETTAGLIATAMENTE LA CTU, IL GIUDICE DEVE SPIEGARE I MOTIVI PER CUI ADERISCE A QUEST'ULTIMA

IL PROPRIETARIO DEL FONDO INTERCLUSO HA IL DIRITTO DI ACCESSO GRATUITO EX ART. 1054 C.C.

AL COMUNE NON SERVE IL TITOLO PER TUTELARE L'USO PUBBLICO

IL DECRETO DI ESPROPRIO NON PUÒ ESSERE IMPUGNATO PER VIZI DELLE PRECEDENTI FASI

L'INDENNIZZO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA NON PUÒ MAI ESSERE INFERIORE A QUELLO DA ESPROPRIO LEGITTIMO

L'AREA IN ZONA DI SVILUPPO INDUSTRIALE DEVE CONSIDERARSI EDIFICABILE

LE AREE ESPROPRIATE E INUTILIZZATE POSSONO ESSERE USUCAPITE DAI PRIVATI, MA SERVE L'INTERVERSIONE

FITTAVOLO: INIDONEO UN CONTRATTO NON REGISTRATO

L'AZIONE DI DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ È ESPERIBILE DOPO L'ESPROPRIO INDIPENDENTEMENTE DALLA LIQUIDAZIONE IN SEDE AMMINISTRATIVA

L'INDENNITÀ PER IL PROPRIETARIO COLTIVATORE DIRETTO SI CUMULA A QUELLA DI ESPROPRIO