Natura e funzioni del membro nazionale di Eurojust

Natura e funzioni del membro nazionale di Eurojust L’art 9 della decisione-quadro prevede, al primo comma, che i membri nazionali siano soggetti all’ordinamento interno dello Stato membro, per quanto riguarda il loro statuto. Al terzo comma prevede che ciascuno stato membro definisca la natura e la portata dei poteri giudiziari che conferisce al proprio membro nazionale sul proprio territorio, nonché il diritto ad agire nei confronti delle autorità giudiziarie straniere, secondo gli impegni assunti sul piano internazionale.

Il contesto delle funzioni concretamente esercitate dai membri nazionali di Eurojust nei confronti delle autorità giudiziarie e la specifica previsione di cui all’art 6 della decisione-quadro che prevede in capo al membro... _OMISSIS_ ...ossibilità di chiedere alle autorità competenti degli Stati membri di valutare se avviare un’indagine o azioni penali per fatti precisi o di indicare quale autorità sia più indicata per avviare un’indagine o azioni penali per fatti precisi sembrerebbero configurare la natura giurisdizionale delle funzioni dei membri nazionali di Eurojust.

Nello stesso senso appaiono deporre i poteri attribuiti al Rappresentante Nazionale in ordine alla costituzione ed alle attività delle Squadre Investigative Comuni. Ed invero, sia i membri nazionali (art.6) che il Collegio (art.7) di Eurojust possono chiedere alle autorità nazionali interessate la istituzione di una squadra, in forza dei poteri di coordinamento attribuiti ad Eurojust ed in conformità ai pertinenti... _OMISSIS_ ...ooperazione.

La richiesta proveniente dal rappresentante nazionale ha un mero valore di “raccomandazione”, in quanto si sostanzia in una richiesta alle competenti autorità degli Stati membri di valutare la possibilità e l’opportunità della istituzione della squadra, mentre nel caso di richiesta proveniente dal Collegio le autorità competenti degli Stati interessati sono obbligate ad ottemperarvi ovvero a motivare un eventuale rifiuto (art. 8) e comunicarlo all’organismo richiedente. Il rifiuto può comunque essere opposto senza motivazione quando può esservi pregiudizio per gli interessi nazionali essenziali in materia di sicurezza, compromissione dello svolgimento di indagini in corso ovvero pericolo per la sicurezza di una persona [1].... _OMISSIS_ ... Peraltro, un rappresentante di Eurojust può entrare a far parte della SIC e si discute su quali siano i poteri allo stesso astrattamente attribuibili, anche se l’orientamento prevalente propende per un mero ruolo di supporto ed assistenza, a meno che non diversamente ed espressamente previsto nell’accordo istitutivo [2].

In realtà, uno studio condotto all’interno di Eurojust sui poteri giudiziari dei membri nazionali ha evidenziato come non vi è un modello predefinito né vi è omogeneità fra i tipi di attribuzioni, neppure fra gruppi di Paesi con sistemi legali simili.

Ed invero, circa la metà dei rappresentanti nazionali possono interagire direttamente con le autorità straniere, conservare i poteri giudiziari/inquisitori nell... _OMISSIS_ ...presentano, inoltrare e ricevere richieste di mutua assistenza ed avere un diretto contatto con le loro autorità nazionali, suggerire la costituzione di squadre comuni, avere l’accesso ai dati relativi ai precedenti penali, scambiare informazioni con gli altri membri nazionali, chiedere alle autorità nazionali di aprire un’indagine e ricevere informazioni su casi aperti di competenza di Eurojust.

Circa il 30% può agire come autorità centrale, emettere formali lettere di richiesta di rogatoria, ordinare alla polizia ed ai procuratori lo svolgimento di indagini, decidere conflitti di competenza, formulare richieste di mutua assistenza. Un’esigua minoranza può sottoscrivere accordi per la costituzione di Squadre Investigative Comuni, emettere m... _OMISSIS_ ...arresto europei ed ordinare alle procure di eseguire azioni investigative, trasferire od accettare un procedimento penale dal proprio Stato o dirigere un’indagine.

Tale disparità fra le funzioni attribuite da ciascuno Stato al proprio delegato è stata costantemente segnalata come una delle maggiori cause di difficoltà nell’azione di Eurojust, poiché ne determina una carenza di efficacia ed incisività delle funzioni attribuite e nella concreta gestione dei casi.

Come si vedrà a breve, molte delle problematiche sopra evidenziate hanno trovato soluzione nella citata Decisione del Consiglio 2009/426/GAI del 16 dicembre 2008 che ha modificato la normativa che disciplina Eurojust, incidendo in maniera particolare proprio sui poteri attrib... _OMISSIS_ ...entante nazionale.


La legislazione italiana sul rappresentante nazionale di Eurojust Prima di esaminare gli aspetti più rilevanti della citata Decisione, occorre sottolineare che nella legge italiana di attuazione il membro nazionale è stato ritenuto una figura avente funzioni essenzialmente amministrative, e ciò sebbene l’art. 5 della legge preveda l’attribuzione al membro nazionale dei poteri (sostanzialmente giudiziari) previsti dall’art. 6 della decisione quadro, così come per quanto attiene ai poteri del collegio (art. 6 della norma interna) vi è un rinvio all’art 7 della decisione consiliare.

In aggiunta, l’art 7 della legge 41 del 2005, rubricato “Richiesta di informazioni, accesso alle ... _OMISSIS_ ... sistemi informativi nazionali, obbligo di informativa”, prevede ampie e cogenti possibilità di intervento per il membro nazionale che può:


a) richiedere e scambiare con autorità giudiziaria competente, anche in deroga al divieto stabilito dall’articolo 329 c.p.p. sull’obbligo del segreto, informazioni scritte in ordine a procedimenti penali e al contenuto di atti degli stessi;

b) accedere alle informazioni contenute nel casellario giudiziale e dei carichi pendenti, nelle anagrafe delle sanzioni amministrative, nei registri delle notizie di reato e negli altri registri istituiti presso gli uffici giudiziari e in ogni altro pubblico registro;

c) richiedere all’autorità che ha la competenza centrale p... _OMISSIS_ ...azionale del Sistema di informazione Schengen di comunicargli dati inseriti nel S.I.S..


L’autorità giudiziaria competente nella fase delle indagini preliminari è il pubblico ministero e nelle fasi successive il giudice ed è, peraltro, prevista la possibilità impugnare avanti alla Cassazione il decreto che a...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 16175 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo