Il contratto di affitto di fondo rustico di cui alla L. 203/1982

AGRICOLTURA --> CONTRATTI AGRARI --> AFFITTO

Le formalità e i termini di cui ai commi 1 e 3 dell'art. 25 della l. n. 203 del 1982, stabiliti per la conversione di un contratto associativo in contratto di affitto onde salvaguardare sia esigenze di certezza sia i diritti del concedente, sono inderogabili soltanto se la richiesta di trasformazione è unilaterale; invece, se le parti raggiungono un accordo, prevale il principio di libertà della forma, previsto dall'art. 1325, n. 4, c.c., e, pertanto, anche il negozio verbale è valido.

L'assistenza delle organizzazioni professionali di categoria alla stipula del contratto di affitto agrario non è prescritta a pena di nullità dell'intero contratto, ma solo ai fini della validità dei patti ... _OMISSIS_ ...disciplina legale in materia di contratti agrari (art. 45 della L. 3 maggio 1982, n. 203).

In materia di contratti agrari vale il principio generale della libertà di forme, sancito dalla L. n. 203 del 1982, art. 41 per cui, perché possa dirsi esistente un contratto di affitto agrario è sufficiente che risulti l'accordo delle parti sulla circostanza che una di queste abbia, per fini agricoli, il godimento di un fondo di cui l'altra abbia la disponibilità. Rispetto al contratto di affitto a coltivatore diretto non può darsi per acquisito, se non con una prova in concreto, il possesso, da parte dell'affittuario, della qualifica di coltivatore diretto.

La prova che il rapporto agrario integra un contratto di affitto particellare ai sensi dell'art. 3... _OMISSIS_ ...82, n. 203, incombe al locatore che ha interesse a far valere la minore durata seiennale del contratto rispetto alla durata quindicennale del rapporto di affitto ordinario, fornendo la dimostrazione che il fondo in controversia non costituisce, neppure in unione ad altri fondi condotti dall'affittuario, unità produttiva idonea ad assicurare una produzione idonea ad assicurare una produzione media annuale nell'entità prevista dall'art. 31 legge cit. e che esso ricade nelle zone ricomprese nei territori montani in forza della L. n. 1102 del 1971.

Il diritto all'indennità riconosciuto all'affittuario per i miglioramenti di fondo agrario, ai sensi della L. n. 203 del 1982, art. 17, presuppone il preventivo consenso del concedente (o, in difetto, l'autorizzazione d... _OMISSIS_ ... provinciale dell'agricoltura), il quale deve sostanziarsi in una manifestazione di volontà che specifichi la natura, le caratteristiche e le finalità degli interventi migliorativi, non essendo sufficiente un'autorizzazione meramente generica per tipi o categorie di opere; mentre l'assenso successivo non può fare venir meno ex tunc l'illiceità della condotta del concessionario o del mezzadro, dovuta al difetto della condizione legittimante, ma, eventualmente, solo precludere conseguenze pregiudizievoli al coltivatore, come la risoluzione per inadempimento.

È valida la clausola, inserita in un contratto di affitto di fondo rustico, di rinunzia preventiva all'indennità per i miglioramenti fondiari di cui alla L. n. 203 del 1982, art. 17, se stipulata con l'assis... _OMISSIS_ ...anizzazioni professionali.

In materia di contratti agrari, il diritto all'indennità riconosciuto all'affittuario, ai sensi della L. 3 maggio 1982, n. 203, art. 17, presuppone il preventivo consenso del concedente (o, in difetto, l'autorizzazione dell'Ispettorato provinciale dell'agricoltura), consenso che deve sostanziarsi in una manifestazione di volontà che specifichi la natura, le caratteristiche e le finalità degli interventi migliorativi, non essendo sufficiente un'autorizzazione meramente generica per tipi e/o categorie di opere.

La L. 3 maggio 1982, n. 203, art. 41 che stabilisce la validità ed efficacia anche nei confronti dei terzi dei contratti ultranovennali di affitto di fondi rustici a coltivatore diretto, pur se stipulati in forma ... _OMISSIS_ ...rascritti, deroga alla disciplina di cui all'art. 1350 c.c., n. 8 e art. 2643 c.c., n. 8, secondo cui tutti i contratti di locazione immobiliari ultranovennali (e quindi anche quelli agrari) debbono farsi a pena di nullità per atto pubblico o scrittura privata, ma non all'art. 2923 cod. civ., sicché, in caso di pignoramento del bene oggetto del rapporto agrario, il contratto ultranovennale è opponibile all'aggiudicatario solo se recante data certa anteriore al pignoramento, e, se non trascritto, solo nei limiti di un novennio dall'inizio della locazione.

L'apparente contrasto fra la L. n. 203 del 1982, art. 39 - secondo cui "ai fini della presente legge l'annata agraria ha inizio l'11 novembre" - e l'art. 2 - a stregua del quale la durata dei contrat... _OMISSIS_ ... coltivatore diretto in corso decorre dall'entrata in vigore della legge, cioè dal 6 maggio 1982 - va risolto privilegiando l'art. 39, che ha portata di carattere generale.

Posto che, già in relazione al regime di cui alla L. n. 11 del 1971, antecedente quello attuale, nel contratto di affitto di fondo rustico ad meliorandum il miglioramento costituisce il corrispettivo del godimento del fondo, con conseguente esclusione del diritto dell'affittuario alla percezione dell'indennità per tali miglioramenti, tale principio va confermato e ribadito anche in riferimento al regime vigente, di cui alla L. n. 203 del 1982, artt. 16 e 17.

È valida la clausola, inserita in un contratto di affitto di fondo rustico, di rinuncia preventiva alla indennità per i... _OMISSIS_ ...fondiari di cui alla L. 3 maggio 1982, n. 203, art. 17 purché essa sia stata stipulata con l'assistenza delle organizzazioni professionali, ai sensi dell'art. 45 della suddetta legge. In mancanza di tale presupposto, la rinunzia preventiva è nulla, poiché essa è diretta a regolamentare un diritto dell'affittuario in maniera diversa da quanto stabilito dal citato art. 17, L. 203/1982.

Deve escludersi che la disciplina di cui alla L. 3 maggio 1982, n. 203, art. 16 - relativa a miglioramenti, addizioni e trasformazioni dei fondi rustici - possa trovare applicazione anche nell'ipotesi in cui l'affittuario o il titolare di un diritto di godimento consimile (come il colono parziario in ipotesi di mancata conversione) esegua riparazioni straordinarie che sarebbero sp... _OMISSIS_ ...dente, ricadendo tale ipotesi nell'ambito di operatività dell'art. 1577 cod. civ., richiamato dal successivo art. 1621.

Il diritto dell'affittuario di un fondo rustico all'indennità per miglioramenti apportati prima dell'entrata in vigore della L. n. 11 del 1971 e L. n. 203 del 1982, è disciplinato dalle norme codicistiche, ossia, per i miglioramenti apportati con il consenso del concedente, dalle norme di cui agli artt. 1591, 1632 e 1633 c.c., riferibili tanto al contratto di affitto a non coltivatore diretto, quanto a quello di affitto a coltivatore diretto e, per quelli che non siano stati autorizzati né concordati con il locatore, in forza dell'art. 1651 c.c.

L'indennità spettante all'affittuario del fondo agricolo che ha eseguito i migliora... _OMISSIS_ ...re commisurata - sia alla stregua della normativa codicistica (art. 1633 cod. civ.) che di quella speciale (L. n. 11 del 1971, art. 15, comma 2, e L. n. 203 del 1982, art. 17, comma 2) - all'aumento di valore conseguito dal fondo e sussistente al momento della cessazione del rapporto di affitto e postula, quindi, a carico dell'affittuario medesimo, la prova non solo dell'avvenuta effettuazione delle opere, ma anche dello stabile accrescimento derivato alla produttività del fondo e del conseguente...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 15146 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto.

pdf 482 pagine in formato A4

25,00 €