La decadenza del titolo abilitativo edilizio

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA


La specifica disciplina dell’attività edilizia assoggettata al regime della d.i.a. o s.c.i.a. di cui all'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 ed all'art. 22 del d.P.R. n. 380/2001 non reca alcuna indicazione relativa a un termine decadenziale di avvio dei lavori.

Le disposizioni di legge che prevedono i termini massimi per l’inizio e la fine dei lavori per i quali sia stato rilasciato il titolo abilitativo edilizio e la conseguente decadenza del medesimo in caso detti termini non siano stati rispettati, sono norme vincolanti per l’Amministrazione, mentre quelle che prevedono la possibilità, a certe condizioni, di concedere la proroga di detti termini sono considerate dalla gi... _OMISSIS_ ...dquo;eccezionali” e di “stretta interpretazione”.

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA --> EFFETTI

Il venir meno ex tunc dell’efficacia del permesso di costruire per il mancato rispetto del termine di fine lavori in assenza di tempestiva domanda di proroga si riverbera sugli effetti dei successivi titoli edilizi che non possono ritenersi efficaci trattandosi di richieste di varianti rispetto ad un titolo edilizio principale privo di efficacia.

L'intervenuta decadenza, realizzatasi per superamento dei termini previsti per la realizzazione della costruzione, ai sensi dell'art. 15, comma 2, DPR n. 380/2001, comporta la impossibilità di realizzare la parte non eseguita dell'opera a suo tempo assentita, e la nece... _OMISSIS_ ...cio di un nuovo titolo edilizio per le opere ancora da eseguire, sempre che le stesse non possano essere realizzate sulla base di denuncia di inizio attività.

Una volta intervenuta la decadenza del permesso di costruire, chiunque intenda completare la costruzione necessita di un nuovo ed autonomo titolo edilizio, che deve provvedere a richiedere, sottoponendosi ad un nuovo iter procedimentale, volto sia a verificare la coerenza di quanto occorre ancora realizzare con le prescrizioni urbanistiche vigenti nell'attualità, sia, se del caso a provvedere al ricalcolo del contributo di costruzione.

Ai sensi dell'art. 15, comma 2, del d.P.R. n. 380 del 2001, il decorso dei termini di inizio e di ultimazione dei lavori, comporta la decadenza del permesso... _OMISSIS_ ...er la sola parte non eseguita, la cui realizzazione è quindi subordinata al rilascio di nuovo permesso.

Per effetto della natura meramente dichiarativa della decadenza e della perdita di efficacia ex tunc del titolo edilizio, non è configurabile la formazione del silenzio-assenso su una istanza di variante in corso d’opera, che è strettamente collegata ad un titolo autorizzatorio originario, dichiarato decaduto.

Una volta intervenuta la decadenza del permesso di costruire ai sensi dell'art. 15 d.P.R. n. 380 del 2001, chiunque intenda completare la costruzione necessita di un nuovo ed autonomo titolo edilizio, sottoponendosi così ad un nuovo iter procedimentale volto sia a verificare la coerenza di quanto occorre ancora realizzare co... _OMISSIS_ ...ni urbanistiche vigenti, sia, se del caso, a provvedere al ricalcolo del contributo di costruzione.

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA --> MANCATA ULTIMAZIONE

La presenza delle tamponature costituisce indefettibile presupposto per l’ultimazione del fabbricato, in quanto tale tipologia di muratura essenzialmente definisce la volumetria e la sagoma definitiva di quanto edificato, e non può pertanto costituire un mero completamento funzionale del fabbricato.

Ai sensi del comma 2 dell’articolo 15 del DPR n. 380 del 2001, decorsi i termini dallo stesso previsti per l’inizio e l’ultimazione dei lavori, il permesso decade di diritto per la parte non eseguita.

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA -... _OMISSIS_ ...

La decadenza del permesso edilizio per mancato inizio dei lavori entro il termine normativamente prescritto di per sé si verifica ope legis e per quanto attiene all’oggettiva circostanza del decorso del termine medesimo non è rimessa a valutazioni discrezionali dell’Amministrazione, trattandosi di riscontrare l’inerzia materiale del soggetto privato.

La nozione di effettivo inizio dei lavori che evita la decadenza del permesso di costruire è - per così dire – “elastica”, posto che il rispetto del surriferito termine annuale si desume dagli indizi rilevati sul sito dell’intervento, che devono essere di entità tale da scongiurare il rischio che il termine legale di decadenza venga invero ad essere ... _OMISSIS_ ...o opere fittizie e simboliche.

Ai sensi dell'art. 15, comma 2, del D.P.R. n° 380 del 2001 il termine per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo; quello di ultimazione, entro il quale l'opera deve essere completata, non può superare tre anni dall'inizio dei lavori. Decorsi tali termini il permesso decade di diritto per la parte non eseguita, tranne che, anteriormente alla scadenza, venga richiesta una proroga. L'effetto decadenziale si riconnette al mero dato fattuale del mancato avvio dei lavori entro il termine annuale fissato dalla legge.

La decadenza del permesso di costruire costituisce effetto automatico del trascorrere del tempo, che per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno da... _OMISSIS_ ...titolo abilitativo.

La contemporanea presenza di due procedimenti - uno per il rilascio della sanatoria e l’altro per il rilascio della concessione per la ricostruzione dell’immobile con i contributi statali - non dimostra, di per sé, alcuna contraddittorietà nel comportamento del Comune intimato che limiti a constatare, quanto al secondo procedimento, il mancato rispetto dei termini di inizio lavori

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA --> ONERE DELLA PROVA

Il riparto dell’onere probatorio, in materia edilizia, poggia sulla parte privata quando si faccia di questione di abuso edilizio, ossia di edificazione sine titulo, mentre invece cade rigorosamente sull’Amministrazione quando è questa che, pur in presen... _OMISSIS_ ... edilizio regolarmente assentito, pone in dubbio l’avvenuto rispetto dei suoi limiti temporali.

L’onere della prova del mancato inizio dei lavori assentiti al fine di verificare la decadenza del titolo edilizio incombe sull’Amministrazione comunale che la dichiara: e ciò alla stregua del principio generale in forza del quale i presupposti del provvedimento adottato devono essere accertati dall’autorità emanante.

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA --> PRESUPPOSTI

Giammai l'amministrazione comunale può pronunciare una "decadenza" in ordine al titolo edilizio tacito (presuntivamente) formatosi, qualora sia stato richiesto, più volte nel tempo l'emanazione di un provvedimento espresso.

... _OMISSIS_ ...l’eventuale provvedimento dell’Amministrazione comunale di declaratoria di decadenza del permesso di costruire. allorquando l’impedimento non sia riferibile alla condotta del destinatario del titolo edilizio e sia tale da costituire causa di forza maggiore.

I due presupposti legalmente individuati per la decadenza del permesso di costruire (scadenza del termine di efficacia iniziale e omesso inizio dei lavori) devono essere interpretati in aderenza con la finalità della norma di cui all’art. 15 D.P.R. 380/2001, che è quella di garantire una realizzazione ordinata dell...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21273 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto.

pdf 2864 pagine in formato A4

40,00 €