Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Il presente articolo è composto da sintesi giurisprudenziali tratte dal  prodotto di cui è mostrata la copertina. In tale prodotto il testo è riportato senza omissis, e ciascuna  sintesi è associata al pertinente brano originale e agli estremi della sentenza a cui essa si riferisce (come si può constatare scaricandosi il  demo del prodotto). Il cliente può acquistare il prodotto completo nonché, in certi casi, il solo articolo tratto da esso. 

Verbale conclusivo della conferenza di servizi

L'esito della conferenza dei servizi costituisce solo un atto preparatorio della fase di emanazione di un nuovo provvedimento dell'amministrazione che aveva indetto la conferenza: ed è solo quest'ultimo atto che può essere direttamente e immediatamente lesivo.

Il verbale contenente le determinazioni assunte in conferenza di servizi istruttoria non costituisce un atto immediatamente impugnabile bensì in un atto endoprocedimentale privo di efficacia esterna.

Il verbale della conferenza di servizi ha rilevanza provvedimentale alla luce delle modifiche introdotte dal d.l. n. 70/2011 all’art. 14-ter, comma 6-bis, l. n. 241/1990.

La mancanza del verbale conclusivo della conferenza di servizi non può essere degradato a mera irregolarità se nessuna determinazione conclusiva è stata assunta, all’esito della medesima.