ESPROPRIonline 3/2016

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità

06 luglio 2016

pdf  / 202 pagine in formato A4

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 260
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL53
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

VA RISARCITO IL DANNO DA MANCATA RETROCESSIONE

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: PRESUPPONE UN PREGRESSO E DIFETTOSO ESERCIZIO DEL POTERE ABLATORIO

LA DICATIO AD PATRIAM NON È COMPATIBILE CON L'INTERVENUTA MANIPOLAZIONE DEL BENE

ACQUISIZIONE SANANTE: PRESUPPONE LA PREVALENZA DELL'INTERESSE PUBBLICO E L'ASSENZA DI ALTERNATIVE

LA DICATIO AD PATRIAM PRESUPPONE LA VOLONTÀ DEL PROPRIETARIO DI DESTINARE IL BENE ALL'USO DELLA COLLETTIVITÀ

L'INDENNITÀ DI ASSERVIMENTO COMPRENDE ANCHE IL DEPREZZAMENTO DEL FONDO RESIDUO

PIP: NON APPLICABILE IL QUINTO TERMINE EX ART. 1 COMMA 3 L. 1/1978

RISARCIMENTO DEL DANNO: NON COMPUTABILE IL VALORE DELL'OPERA REALIZZATA

REGIME ANTE TU: IL TERMINE DECADENZIALE EX ART. 19 L. N. 865/71 NON OPERA PER LA DOMANDA DI DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ MA SOLO PER L'OPPOSIZIONE ALLA STIMA

NON EDIFICABILE L'AREA DESTINATA AD EDILIZIA SCOLASTICA

DELL'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE DETERMINATA GIUDIZIALMENTE DEVE ESSERE ORDINATO IL DEPOSITO PRESSO LA CASSA DDPP

CESSIONE VOLONTARIA: NON ASSIMILABILE AD UN CONTRATTO DI COMPRAVENDITA

INEDIFICABILI LE AREE IN FASCIA DI RISPETTO STRADALE

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA E USURPATIVA: DISTINZIONE NON PIÙ RILEVANTE

SENTENZA C.C. 349/2007: OPERA IL DIVIETO DELLA REFORMATIO IN PEIUS

AI FINI DEL CRITERIO SINTETICO - COMPARATIVO CIÒ CHE RILEVA NON È LA TIPOLOGIA MA LA RAPPRESENTATIVITÀ DEGLI ATTI UTILIZZATI

OMESSA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: TUTTE LE CONDOTTE OMISSIVE CONCORRONO ALLA PRODUZIONE DEL DANNO

L'INDENNIZZO EX ART. 42 BIS DPR 327/2001 È ONNICOMPRENSIVO

RISARCIMENTO DEL DANNO: SUPERATA OGNI DISTINZIONE TRA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA ED USURPATIVA

ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: LA P.A. DEVE RISCONTRARE

IL DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO NON PUÒ AVERE EFFICACIA SANANTE ANCORCHÈ L'OPERA SIA STATA REALIZZATA

LA NECESSITÀ DI APPALTARE LE OPERE NON INTEGRA LA PARTICOLARE URGENZA EX ART. 22 BIS DPR 327/2001

EDIFICABILITÀ: IRRILEVANTE IL VINCOLO ESPROPRIATIVO

AI FINI RISARCITORI NON RILEVA L'EDIFICABILITÀ ATTRIBUITA DALLO STRUMENTO URBANISTICO SOLO ADOTTATO

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE AREE EDIFICABILI ANTE TU: NON APPLICABILE IL CRITERIO DEL DODICESIMO

LE SOLUZIONI ALTERNATIVE ALL'ACQUISIZIONE SANANTE CONSISTONO NELLA RESTITUZIONE O NELL'ACQUISTO CONSENSUALE E NON NEL RINNOVO DELLA PROCEDURA

SUL RECUPERO DEGLI ONERI DI ESPROPRIO DAGLI ASSEGNATARI DELLE AREE DESTINATE AD EDILIZIA SOCIALE DECIDE IL G.O.

INCIDENZA DELLE AREE DA DESTINARE A SPAZI PUBBLICI E DELLE SPESE DI URBANIZZAZIONE: NON RILEVANO IN CASO DI ADOZIONE DEL CRITERIO SINTETICO - COMPARATIVO

COMPETENTE AD ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU È CHI UTILIZZA IL BENE

ACQUISIZIONE SANANTE: INVOCABILE L'ART. 21 OCTIES

ACQUISIZIONE SANANTE EX ART. 42 BIS TU: ATTO DISCREZIONALE

AI FINI DEL RISARCIMENTO DEL DANNO NON SONO COMPUTABILI UTILIZZAZIONI DEL BENE MERAMENTE POTENZIALI

RITENUTA DEL 20%: DEFINITIVA SE IL CONTRIBUENTE NON OPTA PER LA TASSAZIONE ORDINARIA

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: IRRILEVANTE IL VINCOLO ESPROPRIATIVO

CONDANNA AL PAGAMENTO DI SOMME A TITOLO DI INDENNNITÀ DI ESPROPRIAZIONE: ASTREINTES NON APPLICABILI SE SUSSISTONO ESIGENZE DI CONTENIMENTO DELLA SPESA PUBBLICA

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU.: GIURISDIZIONE AL G.O.

ART 46 L. 2359/1865: NON APPLICABILE IN IPOTESI DI ESPROPRIO PARZIALE

AREE PEEP: OPERA IL PRINCIPIO DEL PAREGGIO ECONOMICO ANCHE IN DEROGA A QUANTO PREVISTO CONVENZIONALMENTE

ESPROPRIABILI LE ANTICHE REGOLE, SEPPUR PREVIA COMPARAZIONE DEI CONTRAPPOSTI INTERESSI PUBBLICI

PER LA SUSSISTENZA DELL'ESPROPRIO PARZIALE NON È SUFFICIENTE CHE L'ESPROPRIO ABBIA RIGUARDATO UNA SOLA PARTE DEL BENE

LA DISTINZIONE TRA SUOLI EDIFICABILI E NON EDIFICABILI NON È VENUTA MENO PER EFFETTO DELL'ILLEGITTIMITÀ DEI VAM

ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO NON SEMPRE NECESSARIA

IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE NON PUÒ ESSERE ELUSIVO DEL GIUDICATO CHE SIA INTERVENUTO SUL RISARCIMENTO DEL DANNO

21 OCTIES: L'UTILITÀ DELLA PARTECIPAZIONE È DIMOSTRATA DALL'INDIVIDUAZIONE DI SOLUZIONI ALTERNATIVE

AVVISI DI MASSA: INSUFFICIENTE L'INDICAZIONE DEI SOLI DATI CATASTALI

BENE INDIVISO: VA DEPOSITATA L'INTERA INDENNITÀ DETERMINATA GIUDIZIALMENTE, SALVO LE POSIZIONI GIÀ DEFINITE

DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: LA PRESCRIZIONE DECORRE DALLA DOMANDA DI RISARCIMENTO PER EQUIVALENTE

NON NECESSARIA LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENETO SE IL VINCOLO È STATO APPOSTO IN SEDE DI ADOZIONE DELLO STRUMENTO URBANISTICO

OMESSA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: LA RESPONSABILITÀ DEL SINDACO PRESUPPONE CHE LO STESSO SIA ANCORA IN CARICA AL MOMENTO DELL'OCCUPAZIONE

NON È CONFIGURABILE UNA RINUNCIA ABDICATIVA IMPLICITA NELLA DOMANDA RISARCITORIA PER EQUIVALENTE

VENUTA MENO LA DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ ANCHE L'OCCUPAZIONE D'URGENZA NE RESTA TRAVOLTA

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: GIURISDIZIONE AL G.O.

PERSISTERE NELL'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA AGGRAVA IL DANNO ERARIALE

RISARCIMENTO DEL DANNO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: APPLICABILE IN VIA ANALOGICA L'ART. 42 BIS TU

L'AUTORITÀ CHE UTILIZZA IL BENE E NON ANCHE L'IMPRESA DELEGATA PUÒ ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE

COSTI ACQUISIZIONE AREE PIP: IL PRINCIPIO DEL PAREGGIO OPERA ANCHE NEI CONFRONTI DEGLI AVENTI CAUSA DAGLI ASSEGNATARI

ISTANZA DI ACQUISIZIONE O RESTITUZIONE DEL BENE OCCUPATO SENZA TITOLO: L'OBBLIGO DEL RISCONTRO NON SI ESTENDE AL COME

L'ART. 42 BIS TU È RETROATTIVO

INDENNITÀ FABBRICATO NON FATISCENTE: NON APPLICABILE IL VALORE DI TRASFORMAZIONE MA IL VALORE DELLA COSTRUZIONE COMPRENSIVA DI AREA DI SEDIME

ACQUISIZIONE SANANTE: LA COMPETENZA È DEL CONSIGLIO COMUNALE

DESTINAZIONE AD EDILIZIA SCOLASTICA: PREDICABILE L'EDIFICABILITÀ SOLO SE INSERITA IN ZONA A-D

LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA NON IMPEDISCE LA RESTITUZIONE PREVIO RIPRISTINO

NON PIÙ INVOCABILE L'OCCUPAZIONE ACQUISITIVA

L'ACQUISIZIONE SANANTE PRESUPPONE LA MANCANZA DI UN DECRETO DI ESPROPRIO VALIDO ED EFFICACE

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA DEFINITIVAMENTE SUPERATA DALL'ART. 42 BIS TU

LEGITTIMA L'ACQUISIZIONE SANANTE DI UNA SOLA PARTE DEI BENI OCCUPATI

ATTREZZATURE SCOLASTICHE NON SOTTRATTE ALL'INIZIATIVA PRIVATA: È ESCLUSA LA NATURA ESPROPRIATIVA

A SEGUITO DELLA SENTENZA C.C. 293/2010 IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE EX ART. 43 TU È NULLO

LA DECISIONE DELLA P.A. DI INTRAPRENDERE O MENO UNA PROCEDURA ESPROPRIATIVA È VALUTAZIONE DISCREZIONALE

DEPOSITO INDENNITÀ: NON NECESSARIO ATTENDERE LA DETERMINAZIONE DELLA C.P.

ART. 2058 C.C.: OSTATIVO ALLA RESTITUO IN INTEGRUM

L'INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU DEVE ATTENERSI AL GIUDICATO RELATIVO AL RISARCIMENTO DEL DANNO

L'ACCORDO SULL'INDENNITÀ NON PRODUCE ALCUN EFFETTO TRASLATIVO

LA RESTITUZIONE DELLE AREE OCCUPATE ANCORCHÈ NON TRASFORMATE RICHIEDE ATTO FORMALE

SE LE AREE NON SONO STATE UTILIZZATE PUÒ ESSERNE RICHIESTA LA RETROCESSIONE MA NON ASSERITA L'INVALIDITÀ DEL DECRETO DI ESPROPRIO IN CUI LE STESSE SONO RICOMPRESE

ACQUISIZIONE SANANTE: NECESSARIO GARANTIRE IL CONTRADDITTORIO

LIMITAZIONI ALL'EDIFICAZIONE DERIVANTI DALLA VALENZA AMBIENTALE DELL'AREA INTERESSATA SONO ESPRESSIONE DI POTERE CONFORMATIVO

DESTINAZIONE A ZONA D: IL VINCOLO NON È ESPROPRIATIVO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.