ESPROPRIonline 1/2016

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità

04 marzo 2016

pdf  / 250 pagine in formato A4

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 254
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL51
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

INTERESSI E SPESE LEGALI COSTITUISCONO DANNO ERARIALE

OMESSA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: GIURISDIZIONE AL G.A.

IL DIRIGENTE PREPOSTO ALL'UFFICIO INCARICATO DEI PROCEDIMENTI ESPROPRIATIVI È RESPONSABILE DEL DANNO CONSEGUENTE AL MANCATO PAGAMENTO DELLE INDENNITÀ

NESSUN EFFETTO TRASLATIVO PUÒ COLLEGARSI ALLA REALIZZAZIONE DELL'OPERA PUBBLICA REALIZZATA SUL FONDO OCCUPATO SINE TITULO

NON EDIFICABILE IL TERRENO UBICATO IN ZONA F

UN NUMERO ELEVATO DI ESPROPRIANDI PUÒ GISTIFICARE LA PROROGA DEI TERMINI DELLA PUBBLICA UTILITÀ

ISTANZA DI RIQUALIFICAZIONE: L'AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI REVISIONE DELLO STRUMENTO URBANISTICO GENERALE ESCLUDE L'INERZIA DELLA P.A.

REVOCA P.U.: IL PRIVATO DEVE RESTITUIRE L'INDENNITÀ PERCEPITA CON INTERESSI DALLA DATA DELLA RICHIESTA DI RESTITUZIONE

RISARCIMENTO DEL DANNO: VALORE DI MERCATO A PRESCINDERE DALLA NATURA ACQUISITIVA O USURPATIVA DELL'OCCUPAZIONE

ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: LA NATURA DISCREZIONALE DEL PROVVEDIMENTO NON ESCLUDE L'OBBLIGO DI RISCONTRO

SI POSSONO ESPROPRIARE SOLO LE SUPERFICI PREVISTE NELLA DICHIARAZIONE DI P.U.

SPETTA ALLA P.A. DECIDERE SE ACQUISIRE O RESTITUIRE IL BENE OCCUPATO SENZA TITOLO

RIPIANIFICAZIONE ZONA BIANCA: IL DANNO DA RITARDO NON PUÒ DESUMERSI DALLA MERA INERZIA DELLA P.A.

INDENNNITÀ DI OCCUPAZIONE: DEBITO DI VALUTA

DESTINAZIONE A PARCHEGGIO: L'INTERVENTO DEL PRIVATO NE ESCLUDE LA NATURA ESPROPRIATIVA

PRIMA REITERAZIONE: NON NECESSARIA UNA PARTICOLARE MOTIVAZIONE

L' ESPROPRIO NON COMPORTA AUTOMATICAMENTE CHE IL BENE ACQUISTI NATURA DEMANIALE

IL POSSESSO CONSEGUITO DALLA P.A. CON ATTO AUTORITATIVO E CONTRO LA VOLONTÀ DEI PROPRIETARI NON È UTILE AI FINI DELL'USUCAPIONE

INEDIFICABILE IL TERRENO SOTTOPOSTO A VINCOLO ARCHEOLOGICO: PER IL CALCOLO DELL'INDENNITÀ SI APPLICA COMUNQUE IL VALORE VENALE PIENO

ASSERVIMENTO: VA INDENNIZZATO ANCHE IL PREGIUDIZIO ALLA PROPRIETÀ RESIDUA

REINTEGRAZIONE PER EQUIVALENTE: LA PRESCRIZIONE DEL DIRITTO AL RISARCIMENTO DECORRE DALLA DOMANDA GIUDIZIALE

INEDIFICABILI LE AREE DESTINATE AD UTILIZZO MERAMENTE PUBBLICISTICO

INEDIFICABILE IL TERRENO UBICATO IN ZONA F

OPPOSIZIONE ALLA STIMA EX ART. 19 L. N. 865/1971: LA REGOLA PER CUI IL TERMINE DECADENZIALE DECORRE DAL DECRETO DI ESPROPRIO VALE SOLO IN CASO DI DECRETO SUCCESSIVO ALLA STIMA DEFINITIVA

INDENNIZZO EX ART. 46 L. N. 2359/1865: NON COMPUTABILI DANNI DA MANCATO REDDITO (LUCRO CESSANTE)

INDENNITÀ AREE PEEP: DEVE PRESCINDERE DAI VINCOLI ESPROPRIATIVI

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: SE EMANATO AD ISTANZA DI PARTE NON È INVALIDANTE L'OMESSA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

ISTANZA ACCESSO AGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO: NON ACCOGLIBILE QUALORA IMPLICHI ATTIVITÀ DI RICERCA ED ELABORAZIONE DATI

LEGITTIMO IL RICORSO AD ISTITUTI PEREQUATIVI (CONSENSUALI) IN ALTERNATIVA ALL'ESPROPRIO

DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: PRESUPPONE IL VERBALE D'IMMISSIONE IN POSSESSO

EDIFICABILI LE AREE INSERITE NEL PEEP

L'ECCESSIVA ONEROSITÀ DEL RIPRISTINO NON È DI OSTACOLO ALLA RESTITUZIONE DEL BENE ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATO

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: GIURISDIZIONE AL G.O.

INTESA STATO - REGIONE EX ART. 2 D.P.R. N. 383/1994: IL VINCOLO ESPROPRIATIVO È APPOSTO ANCORCHÈ NON NE SIA FATTA ESPRESSA MENZIONE

VERDE - GIOCO - SPORT: IL VINCOLO È CONFORMATIVO

AREE PEEP: SOLO CON L'APPROVAZIONE DEL PIANO SORGE IL VINCOLO ESPROPRIATIVO

RISARCIMENTO DEL DANNO: PRESCRIZIONE SOLO A DECORRERE DALLA DOMANDA DI REINTEGRAZIONE PER EQUIVALENTE

OPPOSIZIONE ALL'INDENNITÀ: SOLO IN MANCANZA DI DECORRENZA DEL TERMINE DI DECADENZA OPERA LA PRESCRIZIONE DECENNALE

ANNULLAMENTO P.U.: IL DECRETO DI ESPROPRIO NE RESTA TRAVOLTO

LA NECESSITÀ DI RISPETTARE GLI STANDARD GIUSTIFICA LA REITERA DEI VINCOLI ESPROPRIATIVI

IL FUNZIONARIO CHE, PUR A CONOSCENZA DEL PROCEDIMENTO, NON NE SEGNALI LA PENDENZA, RISPONDE DELLA SUA MANCATA CONCLUSIONE

ANCHE IL POSSESSO ANTECEDENTE L'ENTRATA IN VIGORE DEL DPR 327/2001 È UTILE AI FINI DELL'USUCAPIONE DEL BENE OCCUPATO DALLA P.A.

IL DANNO NON PATRIMONIALE, AL DI FUORI DELLE IPOTESI DI ACQUISIZIONE DEL BENE EX ART. 42 BIS TU, VA PROVATO

INDENNIZZO IN CASO DI ACQUISIZIONE SANANTE: DEL QUANTUM CONOSCE IL G.O.

LA TASSAZIONE DELLE PLUSVALENZE OPERA ANCHE SUL RISARCIMENTO DEL DANNO

OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE: L'INERZIA DELLA P.A. NON COMPORTA L'AUTOMATICA INSORGENZA DI UN DANNO RISARCIBILE

EDILIZIA SCOLASTICA: IL VINCOLO, IN QUANTO CONFORMATIVO, RILEVA AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ

NON INDENNIZZABILE LA SOTTOPOSIZIONE DEL BENE A VINCOLO DI RISPETTO FERROVIARIO PER EFFETTO DELLA REALIZZAZIONE DELL'OPERA PUBBLICA

EDIFICABILE È IL TERRENO IN CUI È CONSENTITO L'INTERVENTO DEL PRIVATO SIA PURE A TIPOLOGIA VINCOLATA

DESTINAZIONE AD ATTREZZATURE SANITARIE: SE REALIZZABILI ANCHE DAL PRIVATO IL VINCOLO È CONFORMATIVO

LA CONOSCENZA DEL PROVVEDIMENTO DICHIARATIVO DELLA P.U. NON PUÒ FARSI DISCENDERE DALLE ANTECEDENTI COMUNICAZIONI DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

LA COMPETENZA AD ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU NON PUÒ DIRSI COMPRESA NELLA DELEGA EX ART. 6 COMMA 8 DPR 327/2001

NON IDONEA A GIUSTIFICARE LA PROROGA DEI TERMINI LA NECESSITÀ DI PROCEDERE AD AGGIORNAMENTI CATASTALI

OCCUPAZIONE SENZA TITOLO: LA P.A. VA CONDANNATA ALL'ACQUISIZIONE DEL BENE IN ALTERNATIVA ALLA SUA RESTITUZIONE

NESSUN OBBLIGO PER LA P.A. DI ACQUISIZIONE SANANTE SE ESISTE UN DECRETO DI ESPROPRIO VALIDO ED EFFICACE

LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA PUBBLICA NON È DI IMPEDIMENTO ALLA RESTITUZIONE DEL SUOLO OCCUPATO SINE TITULO

IL DIFETTO DI COPERTURA FINANZIARIA NON È SINDACABILE DALL'ESPROPRIATO

RISCHI IDREOLOGICI GIUSTIFICANO IL PROVVEDIMENTO DI OCCUPAZIONE D'URGENZA

LA CONGRUITÀ DELLA QUANTIFICAZIONE DELLE INDENNITÀ IN QUADRO ECONOMICO NON È CONDIZIONE DI LEGITTIMITÀ DELLA PROCEDURA

DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: NESSUN AUTOMATISMO

IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU È ATTO DISCREZIONALE

RISARCIMENTO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: INTERESSE LEGALI SUL VALORE DEL BENE COMPRENSIVO DEI MANUFATTI

ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU O RESTITUZIONE: LA PA DEVE RISCONTRARE

CESSIONE VOLONTARIA EX ART. 45 TU: NECESSARIA (E SUFFICIENTE) LA FORMA SCRITTA E NON ANCHE L'ATTO PUBBLICO

LA MANCATA INDICAZIONE DELLE RAGIONI CHE HANNO CONDOTTO ALL'INDEBITA OCCUPAZIONE DEL BENE NON INVALIDA IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

RITENUTA EX L. N. 413/1991: PRINCIPIO DI CASSA SALVO INGIUSTIFICATO RITARDO DELLA P.A.

RITARDI O OMISSIONI DI REGISTRAZIONE E TRASCRIZIONE DEL DECRETO DI ESPROPRIO NON RILEVANO AI FINI DELLA SUA EFFICACIA

LA P.A. DEVE RISCONTRARE L'ISTANZA DI ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA ARBITRALE DI CUI ALL'ART. 21 T.U.

A FRONTE DELLA DISPONIBILITÀ DEL PRIVATO, L'AMMINISTRAZIONE NON È OBBLIGATA A STIPULARE IL NEGOZIO DI CESSIONE BONARIA

PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU: NECESSARIO IL GIUSTO PROCEDIMENTO SALVO CONTRADDITTORIO GIÀ AVVENUTO

ACQUISIZIONE SANANTE: LA COMPENTENZA È DEL CONSIGLIO COMUNALE

PER EFFETTO DELLA SENTENZA C.C. 293/2010, VA ANNULLATO IL DECRETO DI ACQUISIZIONE EX ART. 43 T.U. CHE SIA STATO IMPUGNATO

COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO: ATTO NON AUTONOMAMENTE IMPUGNABILE

APPLICABILE L'ART. 11 COMMA 2 TU PER IL PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX ART. 12 D.LG.VO N. 387/2003.

ART. 2933 COMMA 2 C.C.: LIMITE ALLA RESTITUZIONE DEL BENE MA SOLO NELLA MISURA IN CUI SI TRADUCA NELL'ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

ISTANZA DI RIQUALIFICAZIONE DI AREA INTERESSATA DA VINCOLO DECADUTO: NON SUFFICIENTE, AI FINI DI UN IDONEO RISCONTRO, IL RINVIO AL REDIGENDO PRG

OBBLIGO DI RIPIANAFICAZIONE: SODDISFATTO CON VARIANTE GENERALE O SPECIFICA

DECADUTO IL PIANO ATTUATIVO, L'INCLUSIONE DELLE AREE IN ZONA F NON COMPORTA UN VINCOLO ESPROPRIATIVO SE È AMMESSO L'INTERVENTO DEL PRIVATO

PEEP: IL PRINCIPIO DEL PAREGGIO COPRE ANCHE LE SPESE LEGALI E TECNICHE DEL GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE ALLA STIMA

LA MANCATA INDICAZIONE DEL VINCOLO EX ART. 17.1 T.U. È MERA IRREGOLARITÀ, SE LA STESSA È COMUNQUE CONTENUTA IN ALTRO ATTO CONTESTUALMENTE NOTIFICATO

NECESSARIA L'OFFERTA SOLENNE SE IL COMPORTAMENTO RETINENTE DEL PROPRIETARIO IMPEDISCE LA RESTITUZIONE DEL BENE OCCUPATO

IL DECRETO DI ESPROPRIO NON DEVE ESSERE PRECEDUTO DALLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

LA P.A. NON È TENUTA A DETERMINARE L'INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE IN SEDE DI ADOZIONE DEL DECRETO APPOSITIVO DEL VINCOLO

MOTIVAZIONE DELL'OCCUPAZIONE D'URGENZA: SUFFICIENTE IL RICHIAMO ALLA DICHIARAZIONE DI P.U.

IL GIUDICATO CHE ABBIA DISPOSTO LA RESTITUZIONE DEL BENE PRECLUDE L'ACQUISIZIONE SANANTE

SCADUTA LA P.U., L'OCCUPAZIONE DIVIENE ILLEGITTIMA, ANCORCHÈ DISPOSTA PER UN PERIODO MAGGIORE

È LA P.A. A DECIDERE SE ACQUISIRE O RESTITUIRE IL BENE OCCUPATO SENZA TITOLO

DELEGA AL CONCESSIONARIO EX ART. 6 COMMA 8 DPR 327/2001: PUÒ ESSERE CONFERITA ANCHE CON PROVVEDIMENTO DELLA P.A.

IL GIUDICATO SULLA RESTITUZIONE DEL BENE ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATO PRECLUDE L'ART. 42 BIS TU

INTERVENTI DI RIFORMA ECONOMICO-SOCIALE: OCCORRE LA PREVISIONE NORMATIVA

DECRETO DI ESPROPRIO VALIDO ED EFFICACE ANCORCHÈ NON NOTIFICATO AL PROPRIETARIO EFFETTIVO

METODO SINTETICO - COMPARATIVO: PRESUPPONE UN NUMERO DI DATI- CAMPIONE SIGNIFICATIVO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: NON APPLICABILE L'ISTITUTO DELLA SPECIFICAZIONE

VERDE PUBBLICO ATTREZZATO: IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO

PUBBLICA UTILITÀ DICHIARATA A VINCOLO DECADUTO: ANNULLABILE E NON NULLA

DICHIARABILE L'USUCAPIONE PUBBLICA SUSSISTENDONE I PRESUPPOSTI

IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS PUÒ ESSERE EMANATO DAL COMMISSARIO AD ACTA

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.