ESPROPRIonline 5/2015

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità

20 novembre 2015

pdf  / 295 pagine in formato A4

Rilevanza dell'eccessiva onerosità nella restituzione del bene illegittimamente occupato; ritenuta irpef sul risarcimento del danno; indennizzo di fabbricato abusivo condonato; azionabilità dell'inerzia della commissione provinciale; obbligo di riscontro all'istanza di restituzione dei beni occupati senza titolo; l'occupazione acquisitiva non impedisce l'acquisizione sanante; occupazione sine titulo: condannabile la p.a. all'acquisione del bene; acquisizione sanante delle aree reliquate; quando è possibile prorogare i termini della p.u.; destinazione a servizi realizzabili anche dal privato; attualità dlela distinzione tra aree edificabili e agricole; giudicato preclusivo dell'acquisizione sanante; natura del vincolo di rispetto stradale; 42 bis come extrema ratio; silenzio del comune a fronte di istanza di ripianificazione; natura del verde pubblico attrezzato; istanza di nomina dei tecnici ex art. 21 tu, eccetera.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 248
  • isbn: 978-88-6907-145-4
  • sigla: EOL49
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

RESTITUTIO IN INTEGRUM: NON PREDICABILE L'ECCESSIVA ONEROSITÀ

RITENUTA IRPEF: SI APPLICA ANCHE AL RISARCIMENTO DEL DANNO CONSEGUENTE AD OCCUPAZIONE USURPATIVA

FABBRICATO ABUSIVO: L'INTERVENUTA SANATORIA NE CONSENTE L'INDENNIZZO EX ART. 44 TU

ISTANZA TESA AD OTTENERE LA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ DEFINITIVA DA PARTE DELLA C.P.: NON AZIONABILE IL RIMEDIO DEL SILENZIO -RIFIUTO

ISTANZA DI RESTITUZIONE DEI BENI OCCUPATI SENZA TITOLO: LA P.A. DEVE RISCONTRARE

L'OCCUPAZIONE ACQUISITIVA (ANCORCHÈ ACCERTATA IN SEDE GIUDIZIALE), NON È PIÙ DI OSTACOLO ALLA RESTITUZIONE DEL BENE O ALL'ACQUISIZIONE SANANTE

IL FATTO CHE IL FABBRICATO OCCUPATO E DEMOLITO SIA STATO O MENO SANATO RILEVA SULL'ENTITÀ DEL RISARCIMENTO DEL DANNO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: CONDANNABILE LA P.A. ALL’ACQUISIONE DEL BENE IN ALTERNATIVA ALLA SUA RESTITUZIONE

AREE RELIQUATE: NON PUÒ IL PRIVATO PRETENDERNE L'ACQUISIZIONE SANANTE DA PARTE DELLA LA P.A.

PROROGA TERMINI P.U.: GIUSTIFICATA SOLO PER CAUSE OGGETTIVE

LEGITTIMO RICORRERE AL DECRETO EX ART. 22 IS TU PER OPERE FOGNARIE AD INTEGRITÀ DELLA SALUTE PUBLICA ED AMBIENTALE

L'ACQUISIZIONE SANANTE EX ART. 42 BIS TU NON PUÒ ESSERE ESTESA AI RELITTI

DESTINAZIONE A SERVIZI REALIZZABILI ANCHE DAL PRIVATO: IL VINCOLO È CONFORMATIVO

NON PIÙ COSÌ RILEVANTE, AI FINI INDENNITARI, LA DISTINZIONE TRA AREE EDIFICABILI E AGRICOLE

CONDANNA ALLA RESTITUZIONE DEL BENE FATTO SALVO L'ART. 42 BIS TU: NON PUÒ DIRSI SUSSISTENTE UN GIUDICATO PRECLUSIVO DELL'ACQUISIZIONE SANANTE

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: SULLE QUESTIONI INDENNITARIE DECIDE IL G.O.

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: RECUPERABILE DAGLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI REALIZZATI IN AREA PEEP

RISARCIMENTO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE SENZA TITOLO: APPLICABILE IN VIA ANALOGICA IL CRITERIO EX ART. 42 BIS TU

OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE: NON ASSOLTO DA MERA DICHIARAZIONE DI INTENTI

IL VINCOLO DI RISPETTO STRADALE/AUTOSTRADALE HA NATURA CONFORMATIVA

NON EDIFICABILE L'AREA UBICATA IN FASCIA DI RISPETTO CIMITERIALE

VARIANTE PROGETTUALE: NECESSARIO IL PREVIO CONTRADDITTORIO SE APPOSITIVA DI VINCOLO

ART. 42 BIS TU: NESSUN INDENNIZZO NEL CASO DI ASSENZA DI EFFETTIVO PREGIUDIZIO

ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: LA P.A. DEVE RISCONTRARE

ANNULLAMENTO DEGLI ATTI PER VIOLAZIONE DEL GIUSTO PROCEDIMENTO: DEL DANNO COSTITUITO DALLE SPESE LEGALI RISPONDE IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: EXTREMA RATIO

ANCHE PER IL BENE GIÀ TRASFORMATO A STRADA TROVA APPLICAZIONE L'ART. 42 BIS TU

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: L'ILLECITO È PERMANENTE

DECADENZA VINCOLO: ILLEGITTIMO IL SILENZIO DEL COMUNE A FRONTE DI ISTANZA DI RIPIANIFICAZIONE

VERDE PUBBLICO (ATTREZZATO): IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO

ISTANZA DI NOMINA DEI TECNICI EX ART. 21 TU: LA P.A. DEVE RISCONTRARE

ISTANZA EX ART. 21 TU: LA PA DEVE PROVVEDERE

RETROCESSIONE TOTALE: NON ESCLUSA DALLA REALIZZAZIONE DELL'OPERA SE DIVERSA DA QUELLA DICHIARATA DI P.U.

LA CONDANNA, PASSATA IN GIUDICATO, ALLA RESTITUZIONE DEL BEN OCCUPATO SENZA TITOLO, PRECLUDE L'ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART 42 BIS TU

EFFETTO ACQUISITIVO SALVO SE IL PROVVEDIMENTO EX ART. 43 TU È STATO IMPUGNATO SOLO PER IL PARTE RISARCITORIA

IL PROPRIETARIO HA DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI PROGETTUALI

IL VINCOLO INDIRETTO NON HA NATURA ESPROPRIATIVA

VERDE PRIVATO: IL VINCOLO È CONFORMATIVO

NON INDENNIZZABILE IL PREFABBRICATO RIMUOVIBILE

ASSERVIMENTO ABUSIVO PER IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE: NON PRECLUSO IL RICORSO ALL'IMPOSIZIONE COATTIVA DELLA SERVITÙ

LA CESSIONE VOLONTARIA SUCCESSIVA ALL'INTERVENUTA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA È NULLA

ALL'EMANAZIONE DEL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU OSTA IL GIUDICATO INTERVENUTO SULL'ACCESSIONE INVERTITA

ART. 42 BIS TU: NECESSARIA LA TRASCRIZIONE AI FINI DELL'OPPONIBILITÀ A TERZI

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU.: ALLE SS.UU. LE QUESTIONI DI GIURISDIZIONE E COMPETENZA

INTERVENUTA L'USUCAPIONE, NON PUÒ ESSERVI RISARCIMENTO DEL DANNO

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: COMPETENZA AL CONSIGLIO COMUNALE

IL PROVVEDIMENTO DI REITERA DEL VINCOLO NON DEVE PREVEDERE LA SPETTANZA DI UN INDENNIZZO

DESTINAZIONE A PARCHEGGIO: IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO SE L'AREA È SOTTRATTA ALLA DISPONIBILITÀ DEL PRIVATO PER ESSERE SOSTANZIALMENTE ADIBITA AD USO PUBBLICO

TASSAZIONE IRPEF: OPERA IL PRINCIPIO DI CASSA

CORRISPETTIVO DI RETROCESSIONE: IL RIFERIMENTO VA AL VALORE DEL BENE AL MOMENTO DEL RITRASFERIMENTO ANCORCHÈ SULLA BASE DEL CRITERIO INDENNITARIO A SUO TEMPO APPLICATO

VERDE PUBBLICO: IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO QUALORA SOGGETTO AL SOLO INTERVENTO PUBBLICO

IL DANNO DA RITARDO NELLA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA VA PROVATO

IL DIRITTO ALLA RETROCESSIONE È SOGGETTO A PRESCRIZIONE

USUCAPIONE DA PARTE DELLA P.A. DEL BENE ILLEGITTIMAMENTE TRASFORMATO: ISTITUTO DISCUTIBILE

ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: SCELTA RISERVATA ALLA P.A. ANCHE IN IPOTESI DI ISTANZA DEL PRIVATO

ISTANZA DI ACQUISIZIONE DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO: ESPEREBILE L'AZIONE PER SILENTIUM

SE LA STATUIZIONE SULL'INTERVENUTA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA È PASSATA IN GIUDICATO NON È PREDICABILE IL SUPERAMENTO DELL'ISTITUTO

DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: RISPONDE L'ENTE TITOLARE DEL POTERE ESPROPRIATIVO I CUI ATTI SONO STATI ANNULLATI

L'INTERVENTO DEL PRIVATO, ANCORCHÈ SOTTOPOSTO A LIMITI, ESCLUDE CHE IL VINCOLO ABBIA NATURA ESPROPRIATIVA

L'UTILIZZO DEL BENE AI FINI DELL'ACQUISIZIONE SANANTE, VA CONSIDERATO CON RIFERIMENTO ALL'OPERA COMPLESSIVA

IL NON AMMETTERE L'USUCAPIONE A FAVORE DELLA P.A. NON GENERA ALCUNA DISPARITÀ DI TRATTAMENTO RISPETTO AL PRIVATO CHE A TALE ISTITUTO PUÒ VICEVERSA RICORRERE

DECADENZA DEL VINCOLO: L'OBBLIGO DI RIPIANIFICARE NON È ASSOLTO CON L'AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI REVISIONE DEL PRG

DECADENZA DEL VINCOLO: IL COMUNE DEVE RIPIANIFICARE ANCORCHÈ PENDENTI I TERMINI PER ADOTTARE I NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE: APPLICABILE L'ART. 21 OCTIES L. N. 241/1990

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZION ILLEGITTIMA: L'ILLECITO È PERMANENTE

SOLO L'AMMINISTRAZIONE PUÒ DECIDERE SE RESTITUIRE O ACQUISIRE IL BENE OCCUPATO SENZA TITOLO

ART. 13 L. N. 2359/1865: PERENTORIO SONO IL TERMINE FINALE LAVORI

LOCALIZZAZIONE OPERA PUBBLICA: SCELTA RISERVATA ALLA P.A.

DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO: ANNULLABILE E NON NULLO

DICHIARAZIONE D'INSERVIBILITÀ: IMPLICITA NELL'INSERIMENTO DEL BENE NEL PIANO DELLE DISMISSIONI

EDIFICABILI LE AREE INCLUSE NEL PEEP

L'INDENNITÀ EX ART. 46 L. N. 2359/1865 (E NON ANCHE QUELLA EX ART. 40) PRESCINDE DALLA VICENDA ESPROPRIATIVA

ATTREZZATURE RICREATIVE - SPORTIVE E VERDE PUBBLICO: IL VINCOLO È CONFORMATIVO

ALLA RESTITUZIONE DEL BENE ILLEGITTIMAMENTE OCCUPATO È TENUTA LA P.A. CHE LO UTILIZZA

NON EDIFICABILI LE AREE DESTINATE AD EDILIZIA SCOLASTICA

INEDIFICABILI I TERRENI UBICATI IN ZONA F

OCCUPAZIONE SINE TITULO: LA P.A. VA CONDANNATA ALLA RESTITUZIONE DEL BENE IN ALTERNATIVA ALLA SUA ACQUISIZIONE SANANTE

PIP: IL TERMINE DECENNALE DI EFFICACIA NON È PROROGABILE

VERDE PUBBLICO: ECCEZIONALMENTE IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO

LA CONDANNA DELLA P.A. A RISCONTRARE L'ISTANZA DI ACQUISIZIONE O RESTITUZIONE DEL BENE OCCUPATO LASCIA IMPREGIUDICATE LE VALUTAZIONI SULLA SUA FONDATEZZA

SUSSISTE L'OBBLIGO PER LA P.A DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO, A FRONTE DI ISTANZA DI RESTITUZIONE O ACQUISIZIONE SANANTE DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO

IL RECEPIMENTO DA PARTE DELLA P.A. DELL'ACCETTAZIONE DELL'INDENNITÀ NON È SUFFICIENTE AI FINI DEL TRASFERIMENTO DEL BENE

IL COMPROPRIETARIO DEVE POTER ACCEDERE AGLI ATTI PROGETTUALI

ELETTRODOTTO: ANCORCHÈ SCADUTA LA P.U. NON È PRECLUSA LA POSSIBILITÀ DI RICHIEDERE L'ASSERVIMENTO COATTIVO

LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA NON PRODUCE ALCUN EFFETTO ACQUISITIVO: DEVE PROCEDERSI ALL'ACQUISIZIONE SANANTE

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: ISTITUTO DEFINITIVAMENTE SUPERATO

RETROCESSIONE PARZIALE: LA DICHIARAZIONE D'INSERVIBILITÀ PUÒ ESSERE CONTENUTA IN ATTI EQUIPOLLENTI PURCHÈ IDONEI AD ESPRIMERE LA VOLONTÀ DELLA P.A.

ASTREINTE: APPLICABILE ANCHE IN IPOTESI DI CONDANNA AL PAGAMENTO DI SOMME DI DENARO (DEPOSITO CASSA DD.PP.)

ISTANZA TESA AD OTTENERE LA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ DEFINITIVA DA PARTE DELLA C.P.: NON AZIONABILE IL RIMEDIO DEL SILENZIO -RIFIUTO

OCCUPAZIONE D'URGENZA EX ART. 22 BIS TU E TEMPORANEA EX ART. 49 TU: IL DECRETO PUÒ ESSERE UNICO

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: DELEGANTE E DELEGATO CORRESPONSABILI DEL DANNO

SE L'INTERVENTO (INTERPORTO), È REALIZZABILE ANCHE AD INIZIATIVA PRIVATA, NON PUÒ ESSERE ESCLUSA LA VOCAZIONE EDIFICATORIA DEL SUOLO

LA FRUIZIONE PUBBLICA, PRECLUSIVA DI REDDITIVITÀ PER IL PRIVATO, ESCLUDE LA NATURA EDIFICABILE DEL TERRENO

ESPROPRIO PARZIALE: L'INDENNITÀ COPRE OGNI PREGIUDIZIO SUBITO DALLA PARTE RESIDUA

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA ED USURPATIVA: UNICO RIMEDIO È L'ART. 42 BIS TU

DOMANDA RISARCITORIA PER EQUIVALENTE: NON ACCOGLIBILE IN ASSENZA DEL TRASFERIMENTO DEL BENE

LA RIAPPROVAZIONE DEL PROGETTO NON NECESSITA DI NUOVO AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER LE PARTI NON MODIFICATE MA SOLO CONFERMATE

DICHIARAZIONE DI P.U. NON SEGUITA DAL DECRETO DI ESPROPRIO: DOMANDA RISARCITORIA AL G.A.

LA LEGITTIMITÀ DELLA PEREQUAZIONE URBANISTICA NON ESIME LA P.A. DA PUNTUALE ISTRUTTORIA

IL GIUDIZIO SULLA NATURA ESPROPRIATIVA O CONFORMATIVA DEL VINCOLO PROMISCUO NON PUÒ PRESCIDERE DALLE CONCRETE POSSIBILITÀ DI INTERVENTO DEL PRIVATO

OCCUPAZIONE SENZA TITOLO: NON AMMISSIBILE LA RINUNCIA ABDICATIVA

OCCUPAZIONE SENZA TITULO: ACQUISIZIONE SANANTE IN ALTERNATIVA ALLA RESTITUZIONE

ISTANZA DI CESSIONE VOLONTARIA: NON AZIONABILE IL RIMEDIO DEL SILENZIO - RIFIUTO

DECRETO DI ESPROPRIO: ATTO NON RICETTIZIO

ACQUISIZIONE SANANTE: LA COMPETENZA È DEL CONSIGLIO COMUNALE

IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE NON PUÒ ESSERE ELUSIVO DEL GIUDICATO CHE SIA INTERVENUTO SUL QUANTUM DEL RISARCIMENTO DEL DANNO

DALLA REALIZZAZIONE DI OPERA DIVERSA NON CONSEGUE L'INVALIDITÀ DEL DECRETO DI ESPROPRIO MA LA LEGITTIMAZIONE A DOMANDARE LA RETROCESSIONE DEL BENE

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA IN ASSENZA DEL VINCOLO

DELLE CONTROVERSIE RELATIVE ALL'INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU CONOSCE IL G.O.

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Raccolta delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.