ESPROPRIonline 4/2015

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità

04 settembre 2015

pdf  / 266 pagine in formato A4

Indennità aree agricole: il valore effettivo non ha come solo parametro la coltura effettivamente praticata; termini per l'opposizione alla stima: termine assegnato alla commissione provinciale dall'art. 21.15 tu; edificabilità: non applicabile il criterio del valore comprensoriale; esproprio isolato a valore di mercato; inclusione di aree in ambito pip (o peep); decreto di esproprio tardivo non è nullo; responsabilità da omessa conclusione del procedimento; decadenza del vincolo: come si procede alla riqualificazione; illegittima occupazione e usucapione; danno da ritardata riqualificazione di zona bianca; condanna all'adozione del provvedimento ex art. 42 bis tu; attrezzature pubbliche: quando il vincolo è conformativo e quando espropriativo; risarcimento per il periodo di occupazione illegittima; distinzione tra occupazione acquisitiva ed usurpativa; edificabilità legale prevale; indennità aree peep e pip e indici di piano; valore terreni e fabbricati e destinazione di zona; determinazione giudiziale indennità e divieto della reformatio in peius; dovuto sempre il deprezzamento dell'area residua; presunzione di immissione in possesso; parametro dell'ind. di occupazione; eccetera.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 245
  • isbn: 978-88-6907-138-6
  • sigla: EOL48
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

INDENNITÀ AREE AGRICOLE: IL VALORE EFFETTIVO NON HA COME SOLO PARAMETRO LA COLTURA EFFETTIVAMENTE PRATICATA
 
OPPOSIZIONE ALLA STIMA: TEMPESTIVA SE RISPETTATO IL TERMINE EX ART. 29 D.LGS. 150/2011
NON PREDICABILE L'OCCUPAZIONE ACQUISITIVA IN IPOTESI DI ASSERVIMENTO ABUSIVO DI ELETRODOTTO
INDENNITÀ AREE NON EDIFICABILI: L. PROV. BOLZANO N. 10/1991 ALLA CORTE COSTITUZIONALE
 
INDENNIZZO EX ART. 46 L. N. 2359/1865: GIURISDIZIONE AL TRIBUNALE ORDINARIO
 
IL TERMINE ASSEGNATO ALLA COMMISSIONE PROVINCIALE DALL'ART. 21.15 TU NON È PERENTORIO
 
EDIFICABILITÀ: NON APPLICABILE IL CRITERIO DEL VALORE COMPRENSORIALE
ESPROPRIO ISOLATO: NON INDENNIZZABILE PER LA CEDU A VALORI INFERIORI A QUELLO DI MERCATO
 
INCLUSIONE DI AREE IN AMBITO PIP (O PEEP): IL VINCOLO È CONFORMATIVO
 
DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO: ILLEGITTIMO E NON NULLO
 
OMESSA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: DEL DANNO ERARIALE RISPONDE ANCHE IL RESPONSABILE U.T.
 
DECADENZA DEL VINCOLO: LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE INTERESSATE PUÒ AVVENIRE SOLO CON VARIANTE SPECIFICA O GENERALE
ILLEGITTIMA OCCUPAZIONE: INVOCABILE L'USUCAPIONE DA PARTE DELLA P.A.
 
RIQUALIFICAZIONE DI ZONA BIANCA: DANNO DA RITARDO RISARCIBILE SOLO A SEGUITO DELL'ACCERTAMENTO GIUDIZIALE DELL'INERZIA DELLA P.A.
 
OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: LA P.A. VA CONDANNATA ALL'ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU IN ALTERNATIVA ALLA RESTITUZIONE
ATTREZZATURE PUBBLICHE: IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO SE L'UTILIZZO DELLA STRUTTURA, ANCORCHÈ REALIZZATA DAL PRIVATO, È RISERVATO ALLA MANO PUBBLICA
 
RISARCIMENTO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: 5% DEL VALORE VENALE DEL BENE OLTRE RIVALUTAZIONE ED INTERESSI
 
NON IMPUGNABILE IL DECRETO DI OCCUPAZIONE PER MOTIVI ATTINENTI ALLA LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA
 
TUTELA RISARCITORIA: IRRILEVANTE LA DISTINZIONE TRA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA ED USURPATIVA
IRPEF: LEGITTIMA, IN MANCANZA DI DIVERSA OPZIONE, L'APPLICAZIONE DELLA RITENUTA SULL'INTERA SOMMA PERCEPITA
 
EDIFICABILITÀ LEGALE: PREVALE ANCHE DOPO LA SENTENZA C.C. 181/2011
AREE PIP: NELLA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ NON PUÒ PRESCINDERSI DAGLI INDICI DI PIANO
 
EDIFICABILE L'AREA INSERITA NEL PEEP
VALORE TERRENI E FABBRICATI: NON SI PUÒ PRESCINDERE DALLA DESTINAZIONE DI ZONA
 
DETERMINAZIONE GIUDIZIALE INDENNITÀ: OPERA IL DIVIETO DELLA REFORMATIO IN PEIUS
DOVUTO IL DEPREZZAMENTO DELL'AREA RESIDUA INDIPENDENTEMENTE DALLA DOMANDA DI PARTE
 
SI PRESUME AVVENUTA L'IMMISSIONE IN POSSESSO UNA VOLTA REDATTO IL RELATIVO VERBALE
 
INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: IL PARAMETRO È SEMPRE IL VALORE VENALE DEL BENE
 
ZONA BIANCA: IL RIFERIMENTO, AI FINI INDENNITARI, VA ALL'EDIFICABILITÀ DI FATTO
INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: DOVUTA SOLO A SEGUITO DELL'ESECUZIONE DEL DECRETO DI OCCUPAZIONE
 
LEGITTIME LE COMUNICAZIONI AL PROPRIETARIO CATASTALE
 
EDIFICABILITÀ: VA VALUTATA SULLA BASE DEL REGIME URBANISTICO VIGENTE ALLA DATA DEL DECRETO DI ESPROPRIO
 
INEDIFICABILI LE ZONE F
DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: NESSUN AUTOMATISMO
 
AREE PIP: L'EDIFICABILITÀ VA APPREZZATA CON RIFERIMENTO ALL'INDICE DI PIANO SENZA CONSIDERARE INDICI SOGGETTIVI DI PIÙ ESTESI COMPARTI
RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA: VALORE PIENO
 
RINNOVAZIONE DEL PROCEDIMENTO: SI IMPONE IL CONTRADDITTORIO
 
L'ACQUISIZIONE SANANTE NON PUÒ RAPPRESENTARE UN'ALTERNATIVA ALL'ESPROPRIAZIONE ORDINARIA
TEMPESTIVO È IL DECRETO DI ESPROPRIO ADOTTATO ENTRO I TERMINI DI EFFICIA DELLA P.U. ANCORCHÈ SIANO SCADUTI I TERMINI DI OCCUPAZIONE
 
LA P.A. VA CONDANNATA ALLA RESTITUZIONE (PREVIO RIPRISTINO) DEL BENE OCCUPATO SENZA TITOLO ED IN ALTERNATIVA ALL'ACQUISIZIONE SANANTE
IL PROPRIETARIO HA DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AFFERENTI IL PROCEDIMENTO
 
ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU O RESTITUZIONE DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO: ESPERIBILE IL RIMEDIO DEL SILENZIO
OCCUPAZIONE SINE TITULO: LA P.A. NON PUÒ RIMANERE INERTE
 
RETROCESSIONE PARZIALE: LA DICHIARAZIONE DI SERVIBILITÀ NON PUÒ FONDARSI SU UN UTILIZZO DEL BENE DIVERSO DA QUELLO DICHIARATO NELLA P.U.
 
OMESSA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: SUSSISTENTI TUTTI GLI ELEMENTI DELLA RESPONSABILITÀ PER FATTO ILLECITO
 
OCCUPAZIONE TEMPORANEA: VANNO INDENNIZZATE LE EVENTUALI LIMITAZIONI DERIVANTI ALLA PROPRIETÀ
INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: IL VALORE DEL BENE SUL QUALE È STATA SVOLTA ATTIVITÀ ESTRATTIVA PUÒ ESSERE RAGGUAGLIATO AL VALORE DEL MATERIALE ESTRATTO
 
DAL REINSERIMENTO DELL'AREA NEL PEEP NON DISCENDE REITERA DI VINCOLO ESPROPRIATIVO
 
IL GIUDICATO CHE ABBIA DISPOSTO LA RESTITUTIO IN INTEGRUM IMPEDISCE L'ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU
 
SENT. C.C. N. 293/2010: NULLO IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE EX ART. 43 TU TEMPESTIVAMENTE IMPUGNATO
CON L'ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE IL PRIVATO NON PUÒ INVADERE LA SFERA DI DISCREZIONALITÀ DELLA P.A.
 
L'ACQUISIZIONE DEL BENE EX ART. 42 BIS TU È DOVEROSA SE ALL'ESITO DELLA VALUTAZIONE DEGLI INTERESSI IN CONFLITTO, SIA MEGLIO RISPONDENTE ALL'INTERESSE PUBBLICO
 
ART. 42 BIS TU: IL GIUDICE NON PUÒ SOSTITUIRSI ALLA P.A.
 
ART. 42 BIS TU: NON MERA FACOLTÀ
VA RISARCITO IL DANNO ALL'AREA RESIDUA CONSEGUENTE ALLA PERDITA DI EDIFICIABILITÀ
IRREVERSIBILE TRASFORMAZIONE: DOVUTO IL CONTROVALORE DEL BENE SE IL PRIVATO HA OPTATO PER IL RISARCIMENTO PER EQUIVALENTE
ESPROPRIO PARZIALE: LA DIVERSA DESTINAZIONE URBANISTICA TRA AREA ESPROPRIATA ED AREA RESIDUA NON PREGIUDICA L'APPLICAZIONE DEL CRITERIO DIFFERENZIALE
 
DESTINAZIONE AD ATTREZZATURE E SERVIZI ATTUABILI ANCHE DAL PRIVATO: IL VINCOLO È CONFORMATIVO
 
RESTITUIRE IL BENE PREVIA DEMOLIZIONE DELL'OPERA RELIZZATA ANZICHÈ ACQUISIRLO PUÒ ESSERE FONTE DI RESPONSABILITÀ
LA P.A. È LIBERA DI CONCLUDERE IL PROCEDIMENTO CON DECRETO DI ESPROPRIO ANZICHÈ CON ATTO DI CESSIONE VOLONTARIA
OCCUPAZIONE SINE TITULO: L'OBBLIGO PRIMARIO DELLA P.A. È QUELLO DI RESTITUIRE IL BENE PREVIO RIPRISTINO
VERDE PUBBLICO ATTREZZATO: IL VINCOLO È CONFORMATIVO
 
OCCUPAZIONE SINE TITULO: IL BENE VA RESTITUITO FATTO SALVO L'ART. 42 BIS TU
 
PARCO - GIOCO - SPORT: IL VINCOLO È CONFORMATIVO SE AMMESSA L'INIZIATIVA PRIVATA
 
ART. 42 BIS TU: NESSUNA INDENNITÀ AGGIUNTIVA AL ROPRIETARIO COLTIVATORE DIRETTO
L'EFFICACIA DEL DECRETO EX ART. 22 BIS TU VIENE MENO SE NON ESEGUITO ENTRO TRE MESI ANCHE IN IPOTESI DI SOSPENSIONE GIUDIZIALE DELLE OPERAZIONI DI IMMISSIONE NEL POSSESSO
 
PIANO DI ZONA: VALGONO I TERMINI LEGALI SALVO CHE LA P.A. SI AUTOVINCOLI A DIVERSO TERMINE
DOMANDA RISARCITORIA PER EQUIVALENTE: EFFETTO ABDICATIVO DELLA PROPRIETÀ
COMUNICAZIONI EX ART. 11 TU: NECESSARIO INDICARE PARTICELLE E NOMINATIVI
 
VINCOLO CIMITERIALE: SOGGETTO A DECADENZA CON CONSEGUENTE APPLICAZIONE DEL REGIME DELLE ZONE BIANCHE
INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: DELLE RELATIVE QUESTIONI CONOSCE IL G.O.
 
DELLA DOMANDA RESTITUTORIA CONSEGUENTE ALLA SOPRAVVENUTA INEFFICACIA DELLA P.U. CONOSCE IL G.A.
 
LA DESTINAZIONE PUBBLICA ESCLUDE L'EDIFICABILITÀ DELLA ZONA
 
NON CENSURABILE IL MOTIVATO RICORSO AL CRITERIO ANALITICO - RICOSTRUTTIVO ANZICHÈ A QUELLO SINTETICO-COMPARATIVO
 
LA DOMANDA EX ART. 46 L. N. 2359/1865 ESULA DALLA SPECIALE COMPETENZA DELLA CORTE D'APPELLO
REITERA VINCOLO: NON NECESSARIO PREVEDERE L'INDENNIZZO
 
I TERMINI DI EFFICACIA DELLA PUBBLICA UTILITÀ NON POSSONO ESSERE DETERMINATI NEL DECRETO EX ART. 22 BIS TU
 
LA P.A. È TENUTA AD ACQUISIRE O RESTITUIRE IL BENE OCCUPATO SINE TITULO
VINCOLO: OBBLIGO DI MOTIVAZIONE ATTENUATO SOLO PER PRIMA REITERA
 
STANDARD A VERDE PUBBICO: NON NECESSARIAMENTE VINCOLO ESPROPRIATIVO
ASSERVIMENTO ABUSIVO: APPLICABILE L'ART. 42 BIS TU MA IL PARAMETRO RISARCITORIO NON È IL VALORE PIENO
 
ESPROPRIO PARZIALE: L'INDENNITÀ COMPRENDE NECESSARIAMENTE ANCHE IL DEPREZZAMENTO DELL'AREA RESIDUA
EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA: OBBLIGATO AL PAGAMENTO DELL'INDENNITÀ È IL COMUNE
 
LEGITTIMATO PASSIVO NEL GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE ALLA STIMA È IL BENEFICIARIO DELL'ESPROPRIAZIONE
 
ASSERVIMENTO PER ELETTRODOTTO: L'INDENNITÀ È TENDENZIALMENTE INFERIORE A QUELLA DI ESPROPRIO
 
DANNO INDIRETTO: IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DELL'AZIONE ERARIALE DECORRE DAL PAGAMENTO
RITENUTA IRPEF: LEGITTIMA ANCHE SUL RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE USURPATIVA
INEDIFICABILI LE AREE UBICATE IN FASCIA DI RISPETTO STRADALE
 
EDIFICABILITÀ AREE IN AMBITO PEEP: IRRILEVANTI SPECIFICHE LOCALIZZAZIONI
 
VINCOLO - DECADENZA - ZONA BIANCA: NON TOLLERABILE L'INCERTEZZA SULLE SORTI DEL BENE, DERIVANTE DALL'INERZIA DELLA P.A.
 
INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: IL PARAMETRO È IL VALORE VENALE DEL BENE
 
INDENNITÀ AREE AGRICOLE E NON EDIFICABILI: VALORE VENALE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Raccolta delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.