ESPROPRIonline 2/2014

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

L'espropriazione per pubblica utilità

14 maggio 2014

pdf  / 268 pagine in formato A4

Danno da occupazione acquisitiva, interversione del possesso, interessi legali sul credito indennitario, restitutio in integrum di una strada, decadenza del vincolo stradale e relativa fascia di rispetto, corresponsabilità di delegato e delegante, condanna all'emanazione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis tu, esproprio di aree incluse nella fascia di rispetto stradale, espropriazione parziale in caso di pertinenze, criteri sintetico-comparativo e analitico-ricostruttivo, opposizione alla stima: divieto di reformatio in peius, sconfinamento al G.O., risarcimento danno ex art. 42 bis al G.A., obbligo della commissione provinciale di determinare l'indennità, risarcimento per il periodo di occupazione illegittima, risarcimento del danno e usucapione, responsabilità del capo ufficio tecnico, zona f: vincolo conformativo, decreto ex art. 22 bis tu motivato con il rischio di perdita dei finanziamenti, destinazione ad edilizia scolastica, dichiarazione di pubblica utilità in assenza di vincolo, abdicazione, zonizzazzione a verde pubblico, peep: spalmatura dei costi sull'intero comparto, occupazione sine titulo: la pa deve decidere se acquisire o restituire il bene, eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 180
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL40
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: VALORE VENALE LIMITE MASSIMO

INTERVERSIONE DEL POSSESSO: NON SUFFICIENTE LA MERA INERZIA DELLA P.A. A OTTENERE IL RILASCIO DEL BENE ESPROPRIATO

SUL CREDITO INDENNITARIO SONO DOVUTI I SOLI INTERESSI LEGALI SALVO LA PROVA DEL MAGGIOR DANNO

PROBLEMATICA LA RESTITUTIO IN INTEGRUM NEL CASO DI BENE UTILIZZATO A STRADA

LA DECADENZA DEL VINCOLO STRADALE TRAVOLGE ANCHE IL VINCOLO DI RISPETTO STRADALE

DELEGATO E DELEGANTE CORRESPONSABILI DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA

IL GIUDICE NON PUÒ CONDANNARE LA PA AD EMANARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

IL PROTRARSI DELL'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA PUÒ ESSERE FONTE DI RESPONSABILITÀ

LE AREE INCLUSE NELLA FASCIA DI RISPETTO STRADALE NON SONO SOGGETTE AD ESPROPRIO

È IL CONCESSIONARIO EX ARTT. 81 E SS. L. N. 219/1981 A DOVER RISCONTRARE L'ISTANZA DI ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU

ESPROPRIAZIONE PARZIALE: RAVVISABILE, ANCHE SE NON NECESSARIAMENTE, IN IPOTESI DI RAPPORTO PERTINENZIALE

ART. 19 L. N. 865/71: I TERMINI DI OPPOSIZIONE DECORRONO DALLA NOTIFICA DEL DECRETO DI ESPROPRIO SE SUCCESSIVO ALLA (INDEROGABILE) PUBBLICAZIONE DELLA STIMA

CRITERI SINTETICO - COMPARATIVO E ANALITICO- RICOSTRUTTIVO: MEDIABILI I RISULTATI OTTENUTI

ART. 42 BIS TU: RISPETTOSO DELLA CEDU

ACQUISIBILI EX ART. 42 BIS TU ANCHE LE STRADE

SOLO IN IPOTESI DI OPPOSIZIONE ALLA STIMA, E NON ANCHE IN CASO DI ISTANZA DI DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ, OPERA IL DIVIETO DI REFORMATIO IN PEIUS

CONDANNABILE LA PA ALL'EMANAZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU IN ALTERNATIVA ALLA RESTITUZIONE

SCONFINAMENTO AL GO

RISARCIMENTO DANNO EX ART. 43 TU (ORA ART. 42 BIS) AL GA

LA COMMISSIONE PROVINCIALE DEVE RISCONTRARE L'ISTANZA VOLTA AD OTTENERE LA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ

È DOVUTO IL RISARCIMENTO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA FINO AL DECRETO DI ESPROPRIO

RISARCIMENTO DEL DANNO PER OCCUPAZIONE SENZA TITOLO: NESSUNA PRESCRIZIONE SALVO USUCAPIONE

IL RESPONSABILE DELL'U.T.C. RISPONDE DELLA MANCATA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

OPERE DI INTERESSE GENERALE IN ZONA F: IL VINCOLO È CONFORMATIVO

DECRETO EX ART. 22 BIS TU: IL RISCHIO DI PERDITA DEI FINANZIAMENTI È GIUSTIFICAZIONE SUFFICIENTE

LA DESTINAZIONE AD EDILIZIA SCOLASTICA ESCLUDE L'EDIFICABILITÀ

IN ASSENZA DI VINCOLO NON PUÒ ESSERVI DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ

I LAVORI REALIZZATI INCIDONO SUL VALORE DEL BENE DA DETERMINARSI EX ART. 42 BIS TU

ABDICAZIONE: LA SENTENZA CHE STATUISCE SULLA DOMANDA RISARCITORIA È TITOLO PER LA TRASCRIZIONE

LE OSSERVAZIONI DEVONO ESSERE CONTRODEDOTTE DALLA PA

IN IPOTESI DI AVOCAZIONE RESPONSABILE DELL'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA È L'ENTE SOSTITUENTE

ZONIZZAZZIONE A VERDE PUBBLICO: VINCOLO CONFORMATIVO

PEEP: IL PRINCIPIO DEL PAREGGIO NON LEGITTIMA SPALMATURE DEI COSTI SULL'INTERO COMPARTO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: LA PA DEVE DECIDERE SE ACQUISIRE O RESTITUIRE IL BENE

PROROGA TERMINI: NON GIUSTIFICABILE CON LA MANCANZA DEI FRAZIONAMENTI

IL DIRITTO ALLA RETROCESSIONE VA GARANTITO ANCHE IN IPOTESI DI ACQUISIZIONE SANANTE

È L'AUTORITÀ ESPROPRIANTE E NON IL BENEFICIARIO DELL'ESPROPRIO COMPETENTE AD AUTORIZZARE LO SVINCOLO DELLE INDENNITÀ DEPOSITATE

LA ZONIZZAZIONE A VERDE PRIVATO È VINCOLO CONFORMATIVO

DESTINAZIONE A STANDARD: VINCOLO ESPROPRIATIVO

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: APPLICABILE L'ART. 42 BIS COMMA 3 TU OLTRE RIVALUTAZIONE ED INTERESSI

OCCUPAZIONE SINE TITULO: DEVE ESCLUDERSI LA RIMESSIONE IN PRISTINO SE PREGIUDIZIEVOLE AL PROPRIETARIO

MAGGIORAZIONE DEL 10%: INVOCABILE SOLO PER I PROCEDIMENTI NON ESAURITI ALL'1.1.2008

ESAURIMENTO VOLUMETRIA: AREA INEDIFICABILE MA NON PER QUESTO VALUTABILE SECONDO I VALORI AGRICOLI

SE L'INDENNITÀ È CONTESTATA NON SONO PIÙ APPLICABILI I VAM

PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU: NECESSARIA LA COMUNICAZIONE DELL'AVVISO DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: LA PA DEVE ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: GIURISDIZIONE AL GO

EDIFICABILE L'AREA DESTINATA AD EDILIZIA CIMITERIALE

L'AMMINISTRAZIONE DEVE RISCONTRARE L'ISTANZA CON CUI IL PRIVATO CHIEDE IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE

AREA IN ZONA D: EDIFICABILE ANCORCHÉ COLTIVATA

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: ALL'AFFITTUARIO SPETTA IL RISARCIMENTO DEL DANNO E NON L'INDENNITÀ

ART. 50 TU: IL PARAMETRO DI CALCOLO DELL'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE È IL VALORE VENALE

AI FINI DELL'ESPROPRIO PARZIALE NON RILEVA IL RAPPORTO PERTINENZIALE, MA QUELLO FUNZIONALE

INEDIFICABILI LE AREE INCLUSE IN ZONA F

PER FARE CESSARE L'OCCUPAZIONE I BENI DEVONO ESSERE FORMALMENTE RICONSEGNATI

ILL PROCEDIMENTO D'URGENZA EX ART. 22 BIS TU È ALTERNATIVO ALLA DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ EX ART. 20 COMMI 1 E 2

USUCAPIONE DA PARTE DELLA PA DEL BENE OCCUPATO ILLEGITTIMAMENTE: NON CONFORME ALLA CEDU

NON VIZIATO IL DECRETO DI ESPROPRIO DA ERRORI DI INDICAZIONE DELLE QUOTE DI COMPROPRIETÀ

FINALITÀ CONSERVATIVE DI UNA STRADA LEGITTIMANO L'ESPROPRIO

L'ANNULLAMENTO DELLA P.U. NON DETERMINA LA CADUCAZIONE AUTOMATICA DEL DECRETO DI ESPROPRIO

ABDICAZIONE: IMPLICITA NELLA DOMANDA RISARCITORIA PER EQUIVALENTE

PAGAMENTO INDENNITÀ: LEGITTIMO SE EFFETTUATO A FAVORE DELL'AVENTE CAUSA DALL'ESPROPRIANDO

IL NON ADOTTARE IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE PUÒ ESSERE FONTE DI RESPONSABILITÀ

UN'AZIENDA SANITARIA LOCALE PUÒ EMANARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

RISARCIMENTO DEL DANNO: IL VALORE DEL BENE VA DETERMINATO CON RIFERIMENTO AL MOMENTO DELL'ACQUISIZIONE SANANTE O A QUELLO DI ABDICAZIONE

RINUNCIA ABDICATIVA: LA SENTENZA DI CONDANNA AL RISARCIMENTO DANNI È TITOLO PER LA TRASCRIZIONE

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: LA PRESCRIZIONE PUÒ DECORRERE SOLO DALLA LEGALIZZAZIONE DELL'ISTITUTO

TERMINI INIZIO E FINE LAVORI: IRRILEVANTI NEL SISTEMA DEL TU

ACCORDO SULL'INDENNITÀ: NON ESEGUIBILE IN FORMA SPECIFICA

USUCAPIONE: LIMITE ALLA RESTITUTIO IN INTEGRUM

RESTITUTIO SENZA RIMESSIONE IN PRISTINO SE ECCESSIVAMENTE GRAVOSA

IL DECRETO DI ESPROPRIO DEVE MOTIVARE IN MERITO ALLA MINORE SUPERFICIE ESPROPRIATA RISPETTO ALLE INDICAZIONI DI PROGETTO

ESPROPRIAZIONE INDIRETTA E ART. 42 BIS TU: ISTITUTI INCOMPATIBILI

LA SITUAZIONE DI COMPROPRIETÀ NON OSTA ALLA RESTITUZIONE DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO

EDIFICABILITÀ: IRRILEVANTE IL VINCOLO ESPROPRIATIVO

ILLEGITTIMA L'APPROVAZIONE DEL PROGETTO NON CONFORME ALLO STRUMENTO URBANISTICO

L'OBBLIGO DI CESSIONE GRATUITA A FRONTE DI INTERVENTO EDILIZIO NON CONFIGURA UN VINCOLO ESPROPRIATIVO

VALIDA LA NOTIFICA TRAMITE MESSO COMUNALE

L'AVVENUTA REALIZZAZIONE DELL'OPERA INCIDE SULLA VALUTAZIONE DEGLI INTERESSI IN CONFLITTO AI FINI DELL'ACQUISIZIONE SANANTE

RISARCIBILE IL DANNO DERIVANTE ALLA PROPRIETÀ RESIDUA DA AUMENTO DELLA RUMOROSITÀ

ACQUISIZIONE SANANTE: VALORE DEL BENE AL MOMENTO DEL TRASFERIMENTO

COMUNICAZIONI: LA NOTIZIA DEL PROPRIETARIO EFFETTIVO NON È DESUMIBILE DA ATTI ESTERNI AL PROCEDIMENTO

AREE IN FASCIA DI RISPETTO: NON IPOTIZZABILE LA PERDITA DI CUBATURA

OCCUPAZIONE ACQUISITIVA PARZIALE: APPLICABILE IL CRITERIO EX ART. 40 L. N. 2359/1865

DETERMINAZIONE INDENNITÀ: IL RIFERIMENTO VA ALLA SUPERFICIE INDICATA NEL DECRETO DI ESPROPRIO

L'AREA DESTINATA AD ATTREZZATURE PUBBLICHE È EDIFICABILE SE TALE È LA ZONA CUI LA L'INFRASTRUTTURA È FUNZIONALE

IL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU DEVE ESSERE PRECEDUTO DALLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: LA PA DEVE ACQUISIRE IL BENE SU CUI HA REALIZZATO L'OPERA

SE IL RIPRISTINO È IMPOSSIBILE, IL DANNO VA RISARCITO PER EQUIVALENTE

NOTIFICA AL PROPRIETARIO EFFETTIVO: FACOLTÀ E NON OBBLIGO PER LA PA

LA PREVISIONE DI MECCANISMI PEREQUATIVI ESCLUDE LA NATURA ESPROPRIATIVA DEL VINCOLO

USUCAPIONE: AMMISSIBILE ANCHE IN IPOTESI DI OCCUPAZIONE SINE TITULO DA PARTE DELLA P.A.

NON NECESSARIA L'INDENNITÀ DEFINITIVA AI FINI DELL' EMANAZIONE DEL DECRETO DI ESPROPRIO

DESTINAZIONE A PARCHEGGIO: RICONDUCIBILE A VINCOLO CONFORMATIVO

NON OBBLIGATORIO L'ACCESSO AI FONDI

IL BENE NON ESPROPRIATO E NON UTILIZZATO VA RESTITUITO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.