PUBBLICAZIONE

Gentile utente, le nostre pubblicazioni sono in PDF, che potrai scaricare immediatamente dopo l'acquisto.
Non vendiamo libri cartacei.

PEDOPORNOGRAFIA TELEMATICA E STRATEGIE INVESTIGATIVE

Foggi, Gloria

22 agosto 2013

pdf / 105 pagine in formato A4

Analisi del delitto di pedopornografia minorile ex artt. 600 ter e seguenti del codice penale attraverso un’accurata e approfondita indagine della prassi interpretativa e applicativa più recente, l'illustrazione delle principali fattispecie di reato, e la descrizione delle più recenti tecniche di investigazione utilizzate dalle forze dell’ordine.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: il penale
  • numero in collana: 2
  • isbn: 978-88-97916-79-6
  • sigla: FCL05
  • categoria: MONOGRAFIE
  • tipologia: giuridica
  • genere: studio applicato
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

INTRODUZIONE
CAPITOLO I
IL DELITTO DI PORNOGRAFIA MINORILE
1. Il concetto di pornografia minorile
2. Le condotte previste dall’articolo 600 ter, primo comma, del codice penale. Lo sfruttamento del minore a fini pornografici
3. La commercializzazione del materiale pedopornografico ex art. 600 ter, secondo comma, del codice penale
4. La «smaterializzazione» del prodotto pornografico. Distribuzione, divulgazione, diffusione e pubblicizzazione attraverso i canali telematici
5. Le fattispecie tipizzate dall’art. 600 ter, quarto comma, del codice penale: l’offerta e la cessione del materiale pornografico

CAPITOLO II
LA DETENZIONE DI MATERIALE PORNOGRAFICO E LA PORNOGRAFIA VIRTUALE
1. Articolo 600 quater del codice penale: la dibattuta norma sulla detenzione di materiale pedopornografico.
2. Un’ipotesi di reato del tutto particolare; l’art. 600 quater-1 del codice penale. Il concetto di pornografia virtuale. Dalle origini comunitarie dell’incriminazione alla delicata questione della compatibilità con il principio di necessaria offensività

CAPITOLO III
LE STRATEGIE INVESTIGATIVE DI CONTRASTO ALLA PEDOFILIA TELEMATICA
1.    Le peculiarità investigative dell’attività sotto copertura delle Forze dell’Ordine. Utilizzabilità degli elementi di prova acquisiti dall’agente provocatore in tema di pedopornografia. I recenti orientamenti giurisprudenziali
2.    Il ruolo della rete in materia di lotta alla pedopornografia. La creazione del Centro Nazionale per il contrasto alla pedofilia ed il Codice di autoregolamentazione «Internet e Minori»

CONCLUSIONI
BIBLIOGRAFIA
GIURISPRUDENZA

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf.

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali.

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ad libitum dal sito una volta acquistati.

Per informazioni generali clicca qui. Per l'informativa precontrattuale a garanzia del consumatore clicca qui.

PRODOTTI CORRELATI