ESPROPRIonline 3/2013

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

L'espropriazione per pubblica utilità

05 luglio 2013

pdf  / 223 pagine in formato A4

Art. 42 bis o restitutio in integrum; art. 42 bis adottato da commissario ad acta; l'usucapione esclude il risarcimento da illecito; le occupazioni temporanee vanno indicate nel piano particellare; decreto di esproprio tardivo annullabile e non nullo; ragioni di sicurezza giustificano l'art. 22 bis; la pa è tenuta a provvedere sull'istanza di adozione del 42 bis; peep e pip: tutte le aree incluse percepiscono la stessa indennità; non occorre attendere l'indennità definitiva per emettere il decreto di esproprio; vincoli reiterabili anche a distanza di tempo; ritenuta fiscale anche sul risarcimento del danno; il 42 bis spetta al dirigente; nessuna indennità aggiuntiva all'usufruttuario; la perdita di volumetria sull'area residua va risarcita; indennità di occupazione parametrata; retrocessione: si applica il dpr 327/2001; l'autore della illecita apprensione del bene risarcisce il danno; vam triplicato non rappresenta il valore di mercato che va determinato sulla base di criteri oggettivi; la rinnovazione della pu non soggiace al regime di proroga dei termini; art. 42 bis anche in ipotesi di decreto di esproprio tardivo; indennizzo ex art. 42 bis tu: giurisdizione al go; eccetera.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 117
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL35
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

REITERA DEL VINCOLO: NECESSARIA LA PREVISIONE DI INDENNIZZO

ART. 42 BIS TU IN ALTERNATIVA ALLA RESTITUTIO IN INTEGRUM

L'ADOZIONE DA PARTE DEL COMMISSARIO AD ACTA DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU NON NECESSITA DI PREVENTIVI PARERI

L'INTERVENUTA USUCAPIONE ESCLUDE IL RISARCIMENTO DA ILLECITO

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: OPERA EX TUNC E NON HA EFFETTO SANANTE

LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA: LA PA DEVE CONTRODEDURRE ALLE OSSERVAZIONI

OCCUPAZIONE TEMPORANEA EX ART. 49 TU: LE AREE VANNO INDICATE NEL PIANO PARTICELLARE

DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO: ANNULLABILE E NON NULLO

PRESCRIZIONE: ONERE DELLA PROVA A CARICO DELLA PA

STRADE E PERTINENZE: AI FINI DELLA DEMANIALIZZAZIONE NON SUFFICIENTE L'INTERVENUTO ESPROPRIO

RAGIONI DI SICUREZZA BEN GIUSTIFICANO IL RICORSO AL PROCEDIMENTO EX ART. 22 BIS TU

ISTANZA DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: LA PA È TENUTA A PROVVEDERE

AMMISSIBILI DISCREPANZE DI SUPERFICIE TRA OCCUPAZIONE ED ESPROPRIO

PEEP E PIP: TUTTE LE AREE INCLUSE PERCEPISCONO LA STESSA INDENNITÀ

NON OCCORRE ATTENDERE L'INDENNITÀ DEFINITIVA PER EMETTERE IL DECRETO DI ESPROPRIO

SOLO A SEGUITO DEL TRASFERIMENTO DEL BENE È DOVUTO L'INDENNIZZO ALL'AFFITTUARIO

REITERAZIONE DEL VINCOLO: NON NECESSARIA LA PREVISIONE D'INDENNIZZO

CAVA: NON VA INDENNIZZATA L'OCCUPAZIONE SE L'INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE È CALCOLATA SULLA BASE DELLA CAPACITÀ ESTRATTIVA

VINCOLI: REITERABILI ANCHE A DISTANZA DI TEMPO

RITENUTA EX ART. 11 L. N. 413/2011: SI APPLICA ANCHE AL RISARCIMENTO DEL DANNO

ACCETTAZIONE INDENNITÀ: NON PRECLUDE L'IMPUGNAZIONE DEGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO

PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU: LA COMPETENZA È DEL DIRIGENTE

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE LEGITTIMA: LA PRESCRIZIONE È DECENNALE

ART. 42 BIS TU RETROATTIVO SALVO IL GIUDICATO SULL'ACQUISIZIONE DEL BENE

PAGAMENTO INDENNITÀ: OBBLIGATO È IL BENEFICIARIO DELL'ESPROPRIO

IN IPOTESI DI ESPROPRIAZIONE SOSTANZIALE PARZIALE PER IL DANNO ALLA PROPRIETÀ RESIDUA SI APPLICA L'ART. 40 L. 2359/1865

LA LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA RIENTRA NELLA DISCREZIONALITÀ DELLA PA

OBBLIGO DI CESSIONE GRATUITA: NON SOSTITUIBILE CON UN ESPROPRIO SENZA INDENNIZZO

DESTINATARI DELLE NOTIFICHE SONO I PROPRIEATARI CATASTALI

NESSUNA INDENNITÀ AGGIUNTIVA SPETTA ALL'USUFRUTTUARIO

AI FINI DELL'ART. 42 BIS COMMA 5 TU RILEVA LA FINALITÀ PERSEGUITA DALLA PA

NON PIÙ OCCUPAZIONE ACQUISITIVA MA ART. 42 BIS TU

CAVA: VA INDENNIZZATA A VALORE DI MERCATO CONSIDERANDO LE CAPACITÀ ESTRATTIVE

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: GIURISDIZIONE AL GO

RISARCIMENTO DEL DANNO AREE INEDIFICABILI: RILEVANO LE UTILIZZAZIONI DIVERSE DA QUELLA AGRICOLA

OPPOSIZIONE ALLA STIMA EX ART. 19 L. N. 865/71: DECORRENZA DALLA NOTIFICA DEL DEPOSITO

LA PERDITA DI VOLUMETRIA SPENDIBILE SULL'AREA RESIDUA VA RISARCITA

EDILIZIA SCOLASTICA: VINCOLO CONFORMATIVO

DICHIARAZIONE DI PU: VA ASSICURATO IL GIUSTO PROCEDIMENTO

ZONA D: EDIFICABILE

COMPLESSI IMMOBILIARI: VANNO INDENNIZZATI DISTINTAMENTE AREE E FABBRICATI

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: VA PARAMETRATA ALL'INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE VIRTUALE ANCHE IN CASO DI ASSERVIMENTO

DIVIETO DI REFORMATIO IN PEIUS: NON OPERA SE LA STIMA È STATA CONTESTATA ANCHE DALL'ESPROPRIATO

RESTITUZIONE - ACCORDO - ACQUISIZIONE EX ART. 42 BIS TU: È LA PA A DOVER DECIDERE

OCCUPAZIONE SINE TITULO: INERZIA NON AMMESSA

LE OSSERVAZIONI DEVONO ESSERE CONTRODEDOTTE CON ATTO MOTIVATO

MANCATA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: PRESCRIZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO SOLO A DECORRERE DAL 1991

VERBALE DI IMMISSIONE IN POSSESSO: OPERA LA PRESUNZIONE DI EFFETTIVO IMPOSSESSAMENTO DEL BENE SALVO PROVA CONTRARIA

PERTINENZA: SE IL PROPRIETARIO RICEVE UN DANNO MAGGIORE RISPETTO AL VALORE DELLA SOLA PORZIONE ACQUISITA, L'ESPROPRIO È PARZIALE

PROROGA TERMINI: APPLICABILE L'ART. 21 OCTIES L. 241/1990

DEL RISARCIMENTO DEL DANNO IN ASSENZA DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU CONOSCE IL GA

DETERMINAZIONE INDENNITÀ: NON PIÙ APPLICABILE IL PARAMETRO ICI

RIAPPROVAZIONE PU: RILEVANTE AI FINI DEI TERMINI DI EFFICACIA

DOMANDA RISARCITORIA DA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: GIURISDIZIONE AL G.A. ANCHE SE PROPOSTA DALL'AFFITTUARIO

SULLA DOMANDA DI INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE LEGITTIMA CONOSCE IL GO ANCHE SE PROPOSTA UNITATAMENTE ALLA DOMANDA DI RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA

RETROCESSIONE: SI APPLICA IL DPR 327/2001

È L'AUTORE DELLA ILLECITA APPRENSIONE DEL BENE A RISPONDERE DEL DANNO CONSEGUENTE

LE AREE COMPRESE IN ZONA A VERDE PUBBLICO SONO INEDIFICABILI

VAM TRIPLICATO: NON È NECESSARIAMENTE RAPPRESENTATIVO DEL VALORE DI MERCATO

LA LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA PRESUPPONE LA CONFORMITÀ URBANISTICA

ART. 42 BIS TU: APPLICABILE AGLI ASSERVIMENTI ABUSIVI

IL VALORE DEL BENE VA DETERMINATO SULLA BASE DI CRITERI OGGETTIVI

DECRETO DI ESPROPRIO: CONDIZIONE NECESSARIA PER L'OPPOSIONE ALLA STIMA

CRITERI ANALITICO E SINTETICO: NON APPLICABILI IN TERMINI CONTRADDITTORI

VINCOLO STRUMENTALE: NON DECADE SE ATTUABILE ANCHE CON PIANO DI INIZIATIVA PRIVATA

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE: DOVUTA DALL'EFFETTIVO SPOSSESSAMENTO

VERDE PUBBLICO ATTREZZATO: LA NATURA DEL VINCOLO VA VALUTATA SULLA BASE DELLE N.T.A.

ART.7 DPR 327/2001: NON È LIMITATIVO DELLE COMPETENZE DEI COMUNI

LA RINNOVAZIONE DELLA PU NON SOGGIACE AL REGIME DI PROROGA DEI TERMINI

ART. 42 BIS TU: EMANABILE ANCHE IN IPOTESI DI DECRETO DI ESPROPRIO TARDIVO

INDENNIZZO EX ART. 42 BIS TU: GIURISDIZIONE AL GO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: L'ACCOGLIMENTO DELLA DOMANDA RISARCITORIA PRESUPPONE L'ACQUISTO DEL BENE

RISARCIMENTO DEL DANNO: APPLICABILE IL CRITERIO DI CUI ALL'ART. 42 BIS.3 TU

L'ACCORDO SULL'INDENNITÀ CONTENENTE ANCHE CLAUSOLE RINUNZIATIVE È VINCOLANTE PER L'ACCETTANTE

IL DECRETO DI ESPROPRIO NON È ATTO RECETTIZIO

LA DELIMITAZIONE CENTRO ABITATO EFFETTUATA DAL CODICE DELLA STRADA NON È RILEVANTE AI FINI EDILIZI-URBANISTICI

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.