ESPROPRIonline 6/2012

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

L'espropriazione per pubblica utilità

11 gennaio 2013

pdf  / 211 pagine in formato A4

pregiudizio all'attività economica non indennizzabile, verde pubblico non edificabile, indennità di occupazione legittima e indennizzo per occupazione illegittima, condannabilità della p.a. all'emanazione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis tu, il periodo di occupazione legittima non è utile ai fini dell'usucapione, sorte della fascia di rispetto se decade il vincolo stradale, rinuncia al diritto di proprietà, occupazioni eccedenti l'area prevista nel piano espropri, reiterazione del pip decaduto, occupazione sine titulo: va risarcito anche il danno non patrimoniale, compensazione urbanistica, vincolo espropriativo se il privato è privo della necessaria capacità organizzativa ed economica, indennizzo da reitera del vincolo in pendenza del regime di salvaguardia, legittimo il ricorso a istituti perequativi in alternativa all'esproprio, natura della destinazione a viabilità, nullo il provvedimento con cui la p.a. accerta l'intervenuta occupazione acquisitiva, doveroso per la pa porre fine allo stato di occupazione sine titulo, variante puntuale: la comunicazione personale non sostituisce la pubblicità notizia, retrocessione parziale e dichiarazione di servibilità, eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 101
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL32
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: SI - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

PREGIUDIZIO ALL'ATTIVITÀ ECONOMICA: NON INDENNIZZABILE EX ART. 46 L. N. 2359/1865

VERDE PUBBLICO: NON EDIFICABILE AI FINI ICI

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE LEGITTIMA E INDENNIZZO/RISARCIMENTO PER OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: SI APPLICANO DIFFERENTI CRITERI

LA P.A. NON È CONDANNABILE ALL'EMANAZIONE DEL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

VA RISARCITO IL DANNO DA OCCUPAZIONE SINE TITULO FINO ALLA RESTITUZIONE DEL BENE, SALVO L'ART. 42 BIS TU

IL PERIODO DI OCCUPAZIONE LEGITTIMA NON È UTILE AI FINI DEL'USUCAPIONE

SE DECADE IL VINCOLO STRADALE ANCHE LA FASCIA DI RISPETTO DIVENTA ZONA BIANCA

RISARCIMENTO DEL DANNO PER IL PERIODO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: SI APPLICA IL CRITERIO DI CUI ALL'ART. 42 BIS.3 TU

RINUNCIA AL DIRITTO DI PROPRIETÀ: ESIGE LA FORMA SCRITTA

LE OCCUPAZIONI ECCEDENTI L'AREA PREVISTA NEL PIANO ESPROPRI NON INFICIANO L'INTERO PROCEDIMENTO

POSSIBILE LA REITERAZIONE PARZIALE DEL PIP DECADUTO

IL VINCOLO ESPROPRIATIVO NON LIMITA LE FACOLTÀ DOMINICALI

OCCUPAZIONE SINE TITULO: VA RISARCITO ANCHE IL DANNO NON PATRIMONIALE

COMPENSAZIONE URBANISTICA: EFFETTI VINCOLANTI ANCHE PER IL PRIVATO

OCCUPAZIONE SINE TITULO PER OPERA LOCALE: NON INVOCABILI GLI  ARTT. 2058  E 2033 C.C.

NON CONDANNABILE LA P.A. ALL'EMANAZIONE DEL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 42 BIS TU

IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO SE IL PRIVATO, PUR AMMESSO ALL’INTERVENTO, È PRIVO DELLA NECESSARIA CAPACITÀ ORGANIZZATIVA ED ECONOMICA

INDENNIZZO DA REITERA: NON SPETTA IN PENDENZA DEL REGIME DI SALVAGUARDIA

LEGITTIMO IL RICORSO A ISTITUTI PEREQUATIVI IN ALTERNATIVA ALL'ESPROPRIO

LA BIPARTIZIONE SUOLI EDIFICABILI E NON EDIFICABILI  SOPRAVVIVE ALLE SENTENZE C.C. 348/2007 E 181/2006

L'ADOZIONE DEL PRG È IRRILEVANTE AI FINI DA CLASSIFICAZIONE DEI SUOLI

DESTINAZIONE A VIABILITÀ: SOLO SE A SERVIZIO DI SINGOLE ZONE È VINCOLO ESPROPRIATIVO

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: LA PRESCRIZIONE PUÒ DECORRERE SOLO DALLA LEGALIZZAZIONE DELL'ISTITUTO

LA DESTINAZIONE PUBBLICA ESCLUDE L'EDIFICABILITÀ

È NULLO IL PROVVEDIMENTO CON CUI LA P.A. ACCERTA L'INTERVENUTA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA

DOVEROSO PER LA PA PORRE FINE ALLO STATO DI  OCCUPAZIONE SINE TITULO

EDIFICIO SCOLASTICO PUBBLICO: VINCOLO SOGGETTO A DECADENZA

VIABILITÀ: VINCOLO ESPROPRIATIVO

DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: INTERESSE DEL 5% SUL VALORE DEL BENE

VARIANTE PUNTUALE: LA COMUNICAZIONE PERSONALE NON SOSTITUISCE LA PUBBLICITÀ NOTIZIA PREVISTA PER GLI STRUMENTI URBANISTICI

RETROCESSIONE PARZIALE: SOLO IL FINE INDICATO NELLA P.U. PUÒ FONDARE  LA DICHIARAZIONE DI SERVIBILITÀ

CESSIONE VOLONTARIA: NON RICONDUCIBILE AGLI ACCORDI EX ART. 11 L. N. 241/1990

VIABILITÀ: VINCOLO ESPROPRIATIVO SOLO SE LA PREVISIONE È LENTICOLARE

VINCOLO STRUMENTALE: NON DECADE SE È AMMESSO UNO  STRUMENTO ESECUTIVO AD INIZIATIVA DEL  PRIVATO

LA DESTINAZIONE PUBBLICA ESCLUDE L'EDIFICABILITÀ

ESERCITABILE IL DIRITTO DI ACCESSO NEI CONFRONTI DI ANAS

L'ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU IN PENDENZA DI GIUDIZIO PRESUPPONE IL RITIRO DEGLI ATTI IMPUGNATI

NEL COMPUTO DESTINATARI VANNO COMPRESI I DECEDUTI INTESTATARI CATASTALI

L'OCCUPAZIONE D'URGENZA NON PUÒ SOPRAVVIVERE ALLA PERDITA DI EFFICACIA DELLA P.U.

INEDIFICABILI LE AREE IN FASCIA DI RISPETTO STRADALE

LA PA DEVE RISCONTRARE L'ISTANZA DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU

PARCO URBANO: SE LA PREVISIONE È LENTICOLARE IL VINCOLO È ESPROPRIATIVO

IL TITOLO EDILIZIO NON PUÒ ESSERE CONDIZIONATO ALLA RINUNCIA DI INDENNIZZO IN CASO DI FUTURO ESPROPRIO

ANAS PUÒ RICORRERE ALLA DELEGA EX ART. 6.8 TU

IL PARERE FAVOREVOLE DELLA COMMISSIONE EDILIZIA SULL'INTERVENTO PRIVATO NON IMPEDISCE UN SUCCESSIVO ESPROPRIO

ANNULLAMENTO ACQUISIZIONE SANANTE PER MOTIVI FORMALI: IL GIUDICATO INTERVENUTO NON NE PRECLUDE LA RINNOVAZIONE

OCCUPAZIONE SINE TITULO: NON INVOCABILE LA SPECIFICAZIONE

OCCUPAZIONE SINE TITULO: LA P.A. È TENUTA ALLA RESTITUTIO IN INTEGRUM

OMESSA INDICAZIONE DEI TERMINI:DELL'OCCUPAZIONE USURPATIVA CONOSCE IL GO

OPPOSIZIONE ALLA STIMA: IL DECRETO DI ESPROPRIO PUÒ INTERVENIRE IN CORSO DI GIUDIZIO

EDIFICABILITÀ DI FATTO: NON SUFFICIENTE LA MERA PRESENZA DI URBANIZZAZIONI

LA PA DEVE RISCONTRARE L'ISTANZA DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 42 BIS TU

RIVALUTAZIONE – INTERESSI E SPESE DI GIUDIZIO: DANNO ERARIALE

L'ISTANZA DI ACQUISIZIONE DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO DEVE ESSERE RISCONTRATA DALLA PA

SE IL SUOLO È EDIFICABILE NON È INDENNIZZABILE IL VALORE DELLE PIANTE

DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL’INDENNITÀ:IMPOSTA DI REGISTRO IN MISURA PROPORZIONALE

ASSERVIMENTI COATTIVI: NECESSARIA LA CONFORMITÀ URBANISTICA ED IL VINCOLO ESPROPRIATIVO

LA PEREQUAZIONE ALL'INTERNO DEL COMPARTO ESCLUDE LA CONFIGURABILITÀ DI VINCOLI ESPROPRIATIVI

LA MERA RINNOVAZIONE DELLA PU NON SANA L'INTERVENUTA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA

FONDAMENTALI ESIGENZE DI TUTELA DELL'INTERESSE PUBBLICO GIUSTIFICANO IL RICORSO ALL'ART. 42 BIS TU

È IL SOGGETTO UTILIZZATORE E NON CHI HA REALIZZATO L'OPERA A DOVER VALUTARE SE ACQUISIRE IL BENE EX ART. 42 BIS TU

IL RESPONSABILE DELL'UFFICIO ESPROPRI RISPONDE DELLA MANCATA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

OCCUPAZIONE SINE TITULO: VA RISARCITO ANCHE IL VALORE DEI RELITTI

LA PA RISPONDE DELLA PROTRATTA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA

AL MERCATO IMMOBILIARE NON SONO APPLICABILI GLI INDICI ISTAT

PIANI DI ZONA: TERMINI EX LEGE SALVO DIVERSA STATUIZIONE DELLA PA

ASSERVIMENTO ABUSIVO: NON INVOCABILE L'OCCUPAZIONE ACQUISITIVA

RISARCIMENTO DEL DANNO: IRRILEVANTE LA DISTINZIONE TRA ACQUISITIVA ED USURPATIVA

L'ASSESSORE CON DELEGA AI LLPP RISPONDE DELLA MANCATA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

LA CONTESTABILITÀ DELL'INDENNITÀ PROPOSTA NON VIZIA IL DECRETO EX ART. 22 BIS TU

DIRITTO AL RISTORO DA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: NESSUNA PRESCRIZIONE PRIMA DEL  1991.

VINCOLO ESPROPRIATIVO: IRRILEVANTE AI FINI ESTIMATIVI

AREE NON EDIFICABILI: RILEVANTI, AI FINI INDENNITARI, LE POSSIBILITÀ DI UTILIZZO NON AGRICOLE

NON VIOLATO IL GIUSTO PROCEDIMENTO SE L'INTESTAZIONE CATASTALE “ENTE URBANO” NON CONSENTE L'INDIVIDUAZIONE DI ALCUN SOGGETTO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.