PATRIMONIO PUBBLICO 3/2012

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

notiziario bimestrale di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

11 luglio 2012

pdf  / 200 pagine in formato A4

Incostituzionale la legge regionale che proroga automaticamente le concessioni di derivazione d’acqua | impianto pubblicitario su suolo pubblico: quali autorizzazioni | quando una darsena appartiene al demanio marittimo | chi risponde per le cose in custodia del comune e della omessa manutenzione delle strade | vincolo su immobile edificato entro trecento metri dalla battigia | privatizzazione delle f.s. e demanialità delle strade ferrate | gara per concessione di piscina comunale | concessione di terreni agricoli | chi può confiscare le opere abusive eseguite sul demanio marittimo | cave da destinarsi a discariche | quando è ammessa la revoca di concessione di spazi stradali | quando le strade in centro abitato appartengono al comune | cessione a terzi della concessione demaniale | niente avvalimento nella procedura di affidamento della concessione demaniale | sdemanializzazione di un immobile di interesse storico artistico | danni da allagamento: risponde il consorzio di bonifica | fascia di rispetto idrica anche per corsi d’acqua coperti da strada pubblica | quale discrezionalità del comune nella rimozione degli abusi su area demaniale | illegittimo vietare il volantinaggio

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 79
  • issn: 2239-8015
  • sigla: PAT09
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

RISPONDE DEL REATO DI CUI ALL’ART. 633 C.P. CHI MANTIENE SUL MARCIAPIEDE UN GAZEBO DOPO LA SCADENZA DELLA CONCESSIONE

L’EMISSIONE DI UN’ORDINE DI SGOMBERO NON FA DECORRERE LA PRESCRIZIONE DEL REATO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI DEMANIO MARITTIMO

L’AUTORIZZAZIONE ALL’INSTALLAZIONE DELL’IMPIANTO PUBBLICITARIO NON BASTA SE QUESTO OCCUPA SUOLO PUBBLICO

LE CONCESSIONI TURISTICO-RICREATIVE CUI SI APPLICA IL MILLEPROROGHE SONO QUELLE DEFINITE TALI DALLA LEGGE

LA PROROGA EX LEGE NON SI APPLICA ALLE CONCESSIONI DI SPECCHI ACQUEI IN AMBITO PORTUALE

PER L’APPARTENENZA AL DEMANIO MARITTIMO DI UNA DARSENA OCCORRE ACCERTARE SE ESSA È IN COLLEGAMENTO COL MARE E SE PUÒ SVOLGERE LE STESSE FUNZIONI

L’ATI CONCESSIONARIA DI BENE PUBBLICO PUÒ COSTITUIRE UN CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI LAVORI

SE LA NATURA DEMANIALE DELL’AREA È CONTROVERSA, LA CONDANNA PER IL REATO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DEVE ESSERE CONGRUAMENTE MOTIVATA

DEMANIO MARITTIMO E AUTOTUTELA POSSESSORIA: SERVE IL CONTRADDITTORIO SE LA DEMANIALITÀ È INCERTA

È LEGITTIMO VIETARE L’ACCESSO AL CONCESSIONARIO DOPO LA RISOLUZIONE DEL RAPPORTO CONCESSORIO

L’ANAGRAFE PUÒ PROVARE LA DURATA DEL POSSESSO AD USUCAPIONEM DI CHI OCCUPA UN BENE PUBBLICO

LE SOMME DOVUTE DA PARTE DEI TITOLARI DI LICENZA TAXI ACQUEI PER L’UTILIZZO DEGLI APPRODI DATI IN CONCESSIONE AL COMUNE NON HANNO NATURA DI CANONE

L’ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DELL’INSERIMENTO DI UN BENE NELL’ELENCO DEI CESPITI DA ALIENARE DEVE TENER CONTO DELL’AFFIDAMENTO DELL’ACQUIRENTE

CHI DEMOLISCE IL MURETTO DEMANIALE VA ASSOLTO PERCHÉ IL FATTO NON COSTITUISCE REATO SE NON È CERTO CHE SAPESSE DELLA DEMANIALITÀ

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DEL COMUNE PER LE COSE IN CUSTODIA NON PUÒ ESSERE RIVERSATA SUL DIRIGENTE DELL’U.T.C.

LA NOMINA DELL’AMMINISTRATORE GIUDIZIARIO SUCCESSIVA ALL’INFORMATIVA ANTIMAFIA NON CONSENTE COMUNQUE DI CONSEGUIRE LA CONCESSIONE DEMANIALE

IN PIEMONTE LA CONCESSIONE DI POSTEGGIO È SOGGETTA A RINNOVO AUTOMATICO NONOSTANTE LA DIRETTIVA BOLKESTEIN

ESATTA QUANTIFICAZIONE DEI CANONI CONCESSORI: G.O.

È LEGITTIMA LA SCELTA DI NON PREVEDERE L’ATTIVITÀ DI NOLEGGIO TRA QUELLE CONSENTITE NELL’AREA PORTUALE

L’IMMOBILE EDIFICATO ENTRO TRECENTO METRI DALLA BATTIGIA È VINCOLATO EX LEGE

LA PRIVATIZZAZIONE DELLE F.S. NON HA FATTO VENIR MENO LA DEMANIALITÀ DELLE STRADE FERRATE E DELLE RELATIVE PERTINENZE

DICHIARARE CHE L’ISTANZA DI CONCESSIONE È ACCOGLIBILE FA SORGERE NEL PRIVATO UN OGGETTIVO AFFIDAMENTO

CONCESSIONE DI PISCINA COMUNALE: ILLEGITTIMO CIRCOSCRIVERE LA PROCEDURA DI GARA AI SOLI ISCRITTI AL CONI

IL DINIEGO DI CONCESSIONE NON PUÒ ESSERE CONTESTATO PERCHÉ L’AREA È STATA CONCESSA A TERZI CON ATTO NON IMPUGNATO

LA MANCATA ANALISI DEL FABBISOGNO ECONOMICO DELL’AMMINISTRAZIONE RENDE ILLEGITTIMO L’INCREMENTO DI CANONI DEMANIALI

CONCESSIONE DI TERRENI AGRICOLI: LA QUALIFICA DI COLTIVATORE DIRETTO PRESCINDE DALL’ETÀ

NON C’È RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE DELLA P.A. SE L’AGGIUDICATARIO RIDUCE L’OFFERTA PRIMA DELLA STIPULAZIONE DEL CONTRATTO

IL GIUDICE PENALE NON PUÒ CONFISCARE LE OPERE ABUSIVE ESEGUITE SUL DEMANIO MARITTIMO

AI FINI DEL RIPARTO DI GIURISDIZIONE, L’INCIDENZA SULLA MATERIA DELLE ACQUE PUBBLICHE VA VALUTATA IN CONCRETO

PER I CAVI TELEFONICI INSTALLATI SU IMMOBILE DEMANIALE A SERVIZIO DELLO STESSO LA SOCIETÀ PROPRIETARIA DELLA RETE TELEFONICA NON DEVE CORRISPONDERE ALCUN INDENNIZZO ALLA P.A.

LE OPERAZIONI CIMITERIALI SONO ASSOGGETTATE AD IVA SOLO SE NON COINVOLGONO IL COMUNE

L’AZIONE RISARCITORIA TRA LE PARTI DI UNA SERVITU’ DI ACQUEDOTTO COMPETE AGLI ORGANI ORDINARI DEL G.O. E NON AL T.R.A.P.

L’AUTORITÀ DOGANALE NON PUÒ NEGARE IL PROPRIO NULLA-OSTA PER RAGIONI ATTINENTI ALLA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONCESSIONARIO

CAVE: IL DIVIETO DI DESTINAZIONE A DISCARICA DEVE ESSERE PRECEDUTO DA UNA CONGRUA ISTRUTTORIA

LE DOMANDE DEI CONCORRENTI INTENZIONATI AD ASSOCIARSI DOPO L’AFFIDAMENTO DEL BENE PUBBLICO DEVONO ESSERE VALUTATE SEPARATAMENTE

A PRESCINDERE DAL DATO NORMATIVO, LA REVOCA DI CONCESSIONE DI SPAZI STRADALI È AMMESSA ANCHE PER RIVALUTAZIONE DELL’INTERESSE PUBBLICO ORIGINARIO

È LEGITTIMO NEGARE LA CONCESSIONE DEMANIALE SE L’AMMINISTRATORE È GIOVANISSIMO ED È FIGLIO DI SOGGETTO LEGATO ALLA MAFIA

L’IMPUGNAZIONE DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DI BENI PUBBLICI È IMPROCEDIBILE SE NON VIENE IMPUGNATA LA CONVENZIONE FINALE

L’ATTO AMMINISTRATIVO CHE INCIDE SU UN CONTRATTO IURE PRIVATORUM VA CONTESTATO DAVANTI AL G.O.

LE STRADE IN CENTRO ABITATO APPARTENGONO AL COMUNE PER IL SOLO FATTO CHE ESSO SUPERI I DIECIMILA ABITANTI

LA PROPRIETÀ O IL POSSESSO DI TERZI DEL BENE CONFISCATO ALLA MAFIA NON NE IMPEDISCONO LO SGOMBERO

È LEGITTIMA LA DECADENZA DALL’AGGIUDICAZIONE SE L’AGGIUDICATARIO NON STIPULA IL CONTRATTO NEI TERMINI PERCHÉ IN ATTESA DI PERMESSO DI SOGGIORNO

LA CONCESSIONE DEMANIALE NON PUÒ ESSERE CEDUTA A TERZI SENZA IL CONSENSO DELLA P.A.

LA TASSA SULLO SBARCO E L’IMBARCO DELLE MERCI VA PAGATA PER IL SOLO FATTO CHE LO SCARICO È COLLOCATO ALL’INTERNO DI UN’AREA PORTUALE

L’ILLECITO AMMINISTRATIVO PER COSTRUZIONE IN ZONA DOGANALE SENZA AUTORIZZAZIONE CONCORRE CON I REATI EDILIZI E PAESAGGISTICI

LE PERTINENZE DELLE CASERME APPARTENGONO AL PATRIMONIO INDISPONIBILE

IL CONCESSIONARIO NON È INADEMPIENTE SE I RITARDI DEI PROGETTI ESECUTIVI SONO DOVUTI AD OGGETTIVE DIFFICOLTÀ DI LOCALIZZAZIONE

CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA: LA DECADENZA PER ABUSIVA SOSTITUZIONE NON PRESUPPONE LO SPOSSESSAMENTO

CONCESSIONE DEMANIALE: NELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO NON È APPLICABILE L’AVVALIMENTO

OMESSA MANUTENZIONE DELLE STRADE: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO MANUTENZIONE RISPONDE ANCHE PENALMENTE DEI SINISTRI

È ILLEGITTIMA L’ORDINANZA DI SGOMBERO SE IL GIUDICE CIVILE HA ACCERTATO CHE IL BENE È SOGGETTO AL REGIME LOCATIZIO

ACQUE PUBBLICHE: AI FINI DELLA VALUTAZIONE DI COMPATIBILITÀ DELLE DOMANDE DI CONCESSIONE NON RILEVANO LE VARIAZIONI APPORTATE PER ORDINE DELLA P.A.

LOCAZIONE DI BENI PUBBLICI: IL DINIEGO DI VISTO DEVE ESSERE PRECEDUTO DAL PREAVVISO DI DINIEGO

LA SOSPENSIONE DEL RAPPORTO CONCESSORIO IN FUNZIONE DELLA FUTURA REVOCA DEVE CONTENERE UN RIFERIMENTO A QUEST’ULTIMA

DEMANIO MARITTIMO: NIENTE CANONE RICOGNITORIO SE DALLO SFRUTTAMENTO DEL DEMANIO DERIVA UN UTILE ANCHE MEDIATO

LA SDEMANIALIZZAZIONE DI UN IMMOBILE DI INTERESSE STORICO ARTISTICO DEVE ESSERE DICHIARATA DAL MIBAC

DANNI DA ALLAGAMENTO: IL CONSORZIO DI BONIFICA È RESPONSABILE ANCHE SE LA REGIONE NON HA FINANZIATO LE OPERE DI MANUTENZIONE

IL DIVIETO DI COLLOCARE IMPIANTI PUBBLICITARI PUÒ ESSERE STABILITO DALLA P.A. ANCHE PER STRADE DIVERSE DALLE EXTRAURBANE PRINCIPALI

DELIMITAZIONE DEMANIO MARITTIMO/PROPRIETÀ PRIVATA: G.O.

COLUI CHE NON RIMUOVE UN NATANTE COLLOCATO SU AREA DEMANIALE PER EVITARNE L’AFFONDAMENTO RISPONDE DEL REATO DI CUI ALL’ART. 1161 COD. NAV.

LA SENTENZA CHE ACCOGLIE IL RICORSO CONTRO IL SILENZIO NON DETERMINA ANCHE LA COMPETENZA DELL’AMMINISTRAZIONE CONDANNATA A PROVVEDERE

IL RICONOSCIMENTO DELL’INSUSSISTENZA DI DIRITTI DEMANIALI SUL FONDO NON COMPORTA L’OBBLIGO PER LA P.A. DI DELIMITARE L’AREA DI PROPRIETÀ PRIVATA

LA PROROGA EX LEGE DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA IMPEDISCE L’ACQUISIZIONE DELLE OPERE NON AMOVIBILI

ILLEGITTIMA LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO DI DISMISSIONE SE LA SUPERFICIE DELL’IMMOBILE È STATA ERRONEAMENTE COMPUTATA

LE CONTROVERSIE SULL’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI PRELAZIONE SONO DEVOLUTE ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA

ILLEGITTIMO NEGARE LA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO SE L’AREA RICHIESTA È INTERESSATA DA TRAFFICO ESIGUO

I DIPENDENTI CON QUALIFICA DI CANTONIERE O CAPOCANTONIERE NON HANNO AUTOMATICAMENTE DIRITTO DI ESPLETARE IL SERVIZIO DI POLIZIA STRADALE

L’AMMINISTRAZIONE NON HA L’OBBLIGO DI PROVVEDERE SULLA DOMANDA DI DISATTIVAZIONE DI UN IMPIANTO PER LA RADIODIFFUSIONE REGOLARMENTE ASSENTITO

RITARDATO RILASCIO DI TITOLO EDILIZIO PER STABILIMENTO BALNEARE: I DANNI RISARCIBILI

CANONE DEMANIALE MARITTIMO: I RISTORANTI DEVONO ESSERE VALUTATI AL VALORE VENALI

LA RIDETERMINAZIONE DEL CANONE DEMANIALE MARITTIMO EX L. 296/06 NON DEVE RISPETTARE I PRESUPPOSTI PER L’ESERCIZIO DEL POTERE DI AUTOTUTELA

IL REATO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO DEMANIALE SUSSISTE ANCHE SE L’OCCUPANTE HA CORRISPOSTO ALLA P.A. SOMME DI DENARO A TITOLO RISARCITORIO

FASCIA DI RISPETTO IDRICA ANCHE PER CORSI D’ACQUA COPERTI DA STRADA PUBBLICA

OMESSA MANUTENZIONE: L’ANAS RISPONDE SOLO DA QUANDO PRENDE IN CONSEGNA LA STRADA

IL COMUNE NON HA MARGINI DI DISCREZIONALITÀ PER ORDINARE LA RIMOZIONE DEGLI ABUSI ESEGUITI SU AREA DEMANIALE

L’INSERIMENTO NEL P.A.V.I. DI UN’AREA VINCOLATA VA COMUNICATO AGLI ENTI PREPOSTI ALLA TUTELA DEL VINCOLO

ILLEGITTIMA LA NORMA DEL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA CHE VIETA IL VOLANTINAGGIO

L’ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DELL’AUTORIZZAZIONE ALLA PROSECUZIONE DELL’ATTIVITÀ ESTRATTIVA NON PUÒ FONDARSI SULLA MERA ERRONEITÀ DELLA RAPPRESENTAZIONE DEI PRESUPPOSTI

IL CARTELLO CON IL SITO WEB DELL’AZIENDA NON È «INSEGNA DI ESERCIZIO»

INCOSTITUZIONALE LA LEGGE REGIONALE CHE PROROGA AUTOMATICAMENTE LE CONCESSIONI DI DERIVAZIONE D’ACQUA

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici, recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.