LE CONCESSIONI RADIOTELEVISIVE E TELEFONICHE

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Boschetti, Monica

17 gennaio 2022

 / 97 Pagine in formato libro (17X24 cm)

La presente opera tratta della vasta materia delle concessioni radiotelevisive, con un focus necessario sull’avvicendamento normativo delle fonti avvenuto a dicembre 2021. In particolare, con il consueto taglio pratico e grazie all’apporto giurisprudenziale, si tratta delle autorizzazioni previste per gli operatori delle telecomunicazioni, del canone concessorio e della concessionaria pubblica, con un parallelismo tra le discipline previgenti (D.lgs. n. 259/2003 e D.lgs. n. 177/2005) e quelle attuali (D.lgs. nn. 207 e 208/2021), di chiaro spunto europeo, ma con la necessaria tutela degli interessi costituzionalmente protetti.

20,00

  • editore: Exeo
  • collana: patrimoniopubblico
  • numero in collana: 26
  • isbn: 978-88-6907-320-5
  • sigla: PL47
  • categoria: MONOGRAFIE
  • tipologia: giuridica
  • genere: studio applicato
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: NO
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

CAPITOLO I - INTRODUZIONE

1. Premessa

2. Le fonti normative.

 

CAPITOLO II - LE AUTORIZZAZIONI CODICISTICHE

1. Premessa.

2. Le disposizioni normative.

3. La c.d. autorizzazione generale per i servizi di comunicazione elettronica.

3.1. L’autorizzazione generale per gli operatori di rete.

4. L’autorizzazione ex artt. 86 e 87 del D.lgs. n. 259/2003 (artt. 43 e 44 del D.lgs. n. 207/2021).

4.1. Le infrastrutture come «opere di urbanizzazione primaria».

5. Gli impianti di telecomunicazione su area demaniale.

6. Reti e servizi di comunicazione ad uso privato.

 

CAPITOLO III - IL RAPPORTO CONCESSORIO

1. Premessa: la natura della concessione di frequenze.

2. I limiti derivanti dal vincolo paesaggistico.

3. Il canone concessorio.

3.1. Nozioni generali.

3.2. La disciplina dell’art. 93 del D.lgs. n. 259/2003. Il Cosap e la Tosap.

3.3. La disposizione di cui all’art. 93, comma 2 del D.lgs. n. 259/2003.

3.4. Il canone ex art. 93 del D.lgs. n. 259/2003 e il canone ex art. 27 del Codice della strada.

3.5. Il canone applicabile agli operatori delle telecomunicazioni.

3.6. Il Canone Unico Patrimoniale: la legge n. 160/2019.

3.6.1. La recente pronuncia del T.A.R. Veneto.

3.7. La nuova disciplina dell’art. 54 del D.lgs. n. 207/2021.

4. La concessionaria pubblica: la RAI.

5. La concessione per l’esercizio di impianti televisivi privati.

 

CAPITOLO IV - IL PROBLEMA DELLE INTERFERENZE

1. La normativa in materia di esposizione ai campi elettromagnetici.

2. Il problema delle c.d. interferenze dannose.

2.1. L’ordine di disattivazione di un impianto di radio o telediffusione.

 

CONCLUSIONI

 

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

La presente monografia ha il fine ultimo di dare un inquadramento dal taglio eminentemente pratico alla vasta materia delle telecomunicazioni e – segnatamente – delle autorizzazioni e concessioni radiotelevisive.
In prima battuta, occorre tener conto del profondo restyling normativo che ha recentemente riguardato le due fonti principali della materia: il Codice delle comunicazioni elettroniche (D.lgs. n. 259/2003, ora D.lgs. n. 207/2021) e il c.d. T.U.S.M.A.R. (D.lgs. n. 177/2005, abrogato formalmente dal D.lgs. n. 208/2021). Si è reso necessario questo restyling nel 2021 per il recepimento di due Direttive europee (rispettivamente la n. 2018/1972 e la n. 2018/1808). La sostanza non muta: restano le autorizzazioni per gli operatori delle telecomunicazioni (segnatamente, l’autorizzazione generale e l’autorizzazione semplificata, oltre che quella specifica per gli operatori di rete che ricalca in realtà la prima) e resta – soprattutto – la disciplina peculiare del canone concessorio oltre che della concessionaria pubblica.
Con riguardo al primo profilo, l’art. 54 del D.lgs. n. 207/2021 (che ricalca perfettamente le disposizioni già contenute dall’art. 93 del D.lgs. n. 259/2003, oggetto di numerose pronunce giurisprudenziali) tiene ovviamente conto dell’avvento del c.d. Canone Unico Patrimoniale (introdotto dalla legge n. 160/2019 con decorrenza dal 1 gennaio 2021), sostitutivo di tutti gli oneri e canoni per l’occupazione del suolo pubblico. Con riguardo al secondo profilo, la RAI S.p.A. continua ad essere la concessionaria pubblica fino al 30 aprile 2027, con il contratto di servizio di durata decennale e la previsione del c.d. canone RAI (che resta immutata dal 1938).
Il capitolo finale è dedicato alle interferenze dannose e all’ordine di disattivazione degli impianti: trattasi di disposizioni poste a tutela della salute pubblica.

Galleria immagini

PRODOTTI CORRELATI

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI

Secondo la Giurisprudenza, «il favor assicurato alla diffusione dell’infrastruttura a rete della comunicazione elettronica, espresso anche dal D.lgs. 259/2003, pur comportando una compressione dei poteri urbanistici conformativi ordinariamente spettanti all’amministrazione competen...
Apri l'articolo
1. Il canone applicabile agli operatori delle telecomunicazioni. La normativa prevalente sulla disciplina del canone applicabile agli operatori delle telecomunicazioni è senz’altro quella inserita nell’art. 93 del codice delle comunicazioni elettroniche. In giurisprudenza si è chia...
Apri l'articolo
1. La normativa in materia di esposizione ai campi elettromagnetici Esistono delle normative di settore che impongono dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici e, in questa sede, ci soffermeremo in particolare sulla legge quadro n. 36/2001, che reca, all’art. 1, le sue finalità, o...
Apri l'articolo