Indennità di espropriazione nelle regioni e province autonome di Trento e di Bolzano

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - INDENNITÀ DI ESPROPRIO - REGIONI/PROVINCE Il legislatore nazionale ha prescelto, quale criterio di principio per individuare la destinazione urbanistica del terreno espropriato cui commisurare l'indennità, quello dell'edificabilità legale, per il quale un'area va ritenuta edificabile quando essa risulti classificata come tale dagli strumenti urbanistici al momento della vicenda ablativa, restando ciò escluso tutte le volte in cui la zona sia stata concretamente vincolata ad un utilizzo meramente pubblicistico (verde pubblico, attrezzature pubbliche, viabilità ecc.) dallo strumento urbanistico vigente; né rileva, in tali ultime ipotesi, che la destinazione zonale consenta la costruzione di edifici e attrezzature pubblici, atteso... _OMISSIS_ ... di trasformazione del suolo per la realizzazione dell'opera pubblica rimessa inderogabilmente all'iniziativa pubblica non è assimilabile al concetto di edificazione preso in considerazione dalla menzionata normativa agli effetti indennitari, da intendersi come estrinsecazione dello "ius aedificandi" connesso al diritto di proprietà. Tali principi fondamentali, desumibili dalla legislazione statale in materia, limitano l'esercizio della potestà legislativa regionale concorrente.

In base alla disciplina urbanistica della regione siciliana, il piano regolatore generale che non sia stato approvato nel termine risultante dal combinato disposto della L.R. n. 71 del 1978, art. 4 e art. 19, comma 1, diviene efficace a tutti gli effetti, senza la necessità di alcun adempi... _OMISSIS_ ...ario, e di esso deve tenersi conto ai fini della determinazione dell'indennità di esproprio dei terreni compresi in detto piano, ove il titolo ablativo venga emesso dopo l'acquisto di tale efficacia, la quale, tuttavia, non si sostituisce all'approvazione, che deve sempre intervenire ai sensi dell'art. 19, comma 2 L.R. cit.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE - INDENNITÀ DI ESPROPRIO - REGIONI/PROVINCE - EMILIA ROMAGNA L'indiscriminata attribuzione di "edificabilità legale", in funzione della sola quantificazione dell'indennità di espropriazione, ai terreni espropriati ricadenti nel perimetro urbanizzato secondo le previsioni del P.S.C., determina una irragionevole quantificazione "al rialzo" della indennità medesima all'interno dei confini della Regio... _OMISSIS_ ...na rispetto al restante territorio nazionale, ogni qualvolta i terreni medesimi siano privi di effettiva vocazione edificatoria. Ciò pare rappresentare un vulnus al principio di uguaglianza formale, in quanto è pregiudicata l'esigenza di garantire, sul territorio nazionale medesimo, parità di trattamento nella strutturazione di un istituto squisitamente privatistico qual è il diritto di proprietà. Il trattamento differenziato, sancito dalla legislazione regionale dell'Emilia Romagna in punto di quantificazione della indennità di esproprio attraverso la torsione del criterio della "edificabilità legale", sortisce l'effetto di mettere in crisi lo statuto unitario della proprietà, definito dalla legislazione civile, in un aspetto rilevante quale quello attinente la nozione di "... _OMISSIS_ ...à" ex art. 834 c.c.; nozione predicativa della imprescindibilità di una siffatta posta in favore del proprietario espropriato, ma anche della ragionevole uniformità territoriale della sua regolamentazione.

La qualificazione in termini di "arbitraggio", che la L.R. Emilia Romagna n. 37 del 2002 attribuisce con l'art. 25, comma 2, lett. b) alla stima rimessa alla terna arbitrale, non è idonea ad incidere sul diritto del proprietario espropriato, del promotore dell'espropriazione e del terzo che ne abbia interesse, ad impugnare dinanzi all'autorità giudiziaria ai sensi del principio fondamentale posto dalla legislazione statale di cui all'art. 54 del D.P.R. n. 327 del 2001.

L'indiscriminata attribuzione di "edificabilità legale", in funzione della sola qua... _OMISSIS_ ...ll'indennità di espropriazione, ai terreni espropriati ricadenti nel perimetro urbanizzato secondo le previsioni del P.S.C., di cui all'art. 20, comma 1, L.R. Emilia Romagna n. 37 del 2002, determina una irragionevole quantificazione "al rialzo" della indennità medesima all'interno dei confini della Regione rispetto al restante territorio nazionale, ogni qualvolta i terreni medesimi siano privi di effettiva vocazione edificatoria. Ciò pare rappresentare un vulnus al principio di uguaglianza formale, in quanto è pregiudicata l'esigenza di garantire, sul territorio nazionale medesimo, parità di trattamento nella strutturazione di un istituto squisitamente privati stico qual è il diritto di proprietà. Il trattamento differenziato, sancito dalla legislazione regionale dell'Emili... _OMISSIS_ ...nto di quantificazione della indennità di esproprio attraverso la torsione del criterio della "edificabilità legale", sortisce l'effetto di mettere in crisi lo statuto unitario della proprietà, definito dalla legislazione civile, in un aspetto rilevante quale quello attinente la nozione di "giusta indennità" ex art. 834 c.c.; nozione predicativa della imprescindibilità di una siffatta posta in favore del proprietari o espropriato, ma anche della ragionevole uniformità territoriale della sua regolamentazione.

L'art. 20, comma 1, della L.R. Emilia Romagna n. 37 del 2002, che dispone che l'indennità è sempre commisurata ai valori propri dei terreni edificabili, ove l'area, ricomprendente il fondo espropriato, sia inserita all'interno del perimetro del territorio urba... _OMISSIS_ ...uato dal P.S.C., è, in questa parte, norma di diretta determinazione del diritto all'indennità di esproprio; nonché norma diretta a conformarla, ragguagliandone comunque il contenuto - solo che ricorra la condizione dell'intervenuta definizione dei citato strumento di programmazione generale e l'intervento ablativo cada all'interno del perimetro urbanizzato - ai valori previsti per le aree a vocazione edificatoria, indipendentemente dalla effettiva edificabilità del suolo secondo la pianificazione urbanistica concretamente operante.

È rilevante e non manifestamente infondata, per contrasto con l'art. 3 Cost., comma 1 e art. 117 Cost., comma 3, la questione di legittimità costituzionale della L.R. Emilia-Romagna 19 dicembre 2002, n. 37, art. 20, comma 1, nella part... _OMISSIS_ ...isce che, ai fini della determinazione dell'entità dell'indennità di esproprio, la possibilità legale di edificare è presente nelle aree ricadenti all'interno del perimetro del territorio urbanizzato individuato dal Piano Strutturale Comunale ai sensi della L.R. n. 20 del 2000, art. 28, comma 2, lett. d).

L'indiscriminata attribuzione di "edificabilità legale", in funzione della sola quantificazione dell'indennità di espropriazione, ai terreni espropriati ricadenti nel perimetro urbanizzato secondo le previsioni del Piano Strutturale Comunale, ai sensi della L.R. Emilia-Romagna 19 dicembre 2002, n. 37, determina una irragionevole quantificazione "al rialzo" della indennità medesima all'interno dei confini della Regione rispetto al restante territorio nazionale, og... _OMISSIS_ ...terreni medesimi siano privi di effettiva vocazione edificatoria e ciò pare rappresentare un vulnus al principio di uguaglianza formale, in quanto è pregiudicata l'esigenza di garantire, sul territorio nazionale medesimo, parità di trattamento nella strutturazione...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 27906 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2910 pagine in formato A4

40,00 €