Novità apportate alla procedura PREGEO dall'Agenzia del Territorio

Con la circolare n. 1 del 28/06/2012, l’Agenzia del Territorio ha adottato la versione 10.5 della procedura PREGEO ed impartito alcune direttive aggiornate per la predisposizione degli atti di aggiornamento cartografico, che di seguito quale si illustrano

Dopo avere scaricato dal sito dell’Agenzia del Territorio il nuovo eseguibile, la nuova procedura si distingue in quanto al suo lancio compare la nuova maschera sotto riportata.

[Omissis]

Tuttavia andando a verificare la voce del menù: Informazioni > informazioni su PREGEO, come indicato dalla scritta evidenziata e lampeggiante nella Home page della procedura, l’elenco allegato non appare aggiornato con le descrizioni riportate nella circolare 1/2012 (cfr. figura seguente).

[Omissis]

In ogni caso il mancato aggiornamento delle informazioni nell’ambito della procedura, è ininfluente in quanto è supplita dall’ampia descrizione operativa riportata nella circolare n. 1/2012 del 28/6/2012 dell’Agenzia del Territorio.

Per effetto dell’adozione della nuova procedura, l'attuale versione 10.4 di PREGEO 10 sarà tecnicamente supportata fino alla data del 14 settembre 2012.

A decorrere da tale data sarà necessariamente da utilizzare esclusivamente la nuova versione della procedura.

Dal punto di vista formale-amministrativo, in particolare, il nuovo sistema di aggiornamento consentirà ai tecnici l'approvazione e la registrazione automatica degli atti di aggiornamento, presentati attraverso il canale telematico, anche al di fuori dell'orario di apertura degli Uffici. Ciò riguarda gli atti di aggiornamento rientranti nelle tipologie 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 12, 15, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, trasmessi attraverso il canale telematico con pagamento disposto su castelletto nazionale. Nel rispetto della normativa vigente riguardo le riscossioni dei tributi catastali, la ricevuta di pagamento degli atti approvati dopo l'orario di chiusura della cassa nei giorni prefestivi, sarà emessa nella prima giornata lavorativa successiva alla data di erogazione del servizio.

I controlli a campione che l’Agenzia del Territorio effettuerà attraverso appositi sopralluoghi, anche su queste registrazioni, ulteriormente automatizzate, garantiranno la correttezza delle informazioni acquisite.

Rispetto alla versione precedente della procedura, l’attuale versione si presenta con una interfaccia grafica significativamente rinnovata rispetto alla precedente e con nuove e migliorative funzionalità.

Dal punto di vista tecnico, le novità sono le seguenti:

1) È stata implementata una nuova funzionalità, attivabile a richiesta, che, a partire dalla proposta di aggiornamento, determina automaticamente la tipologia dell'atto.

La funzionalità è attivabile dal menù principale “Gestione estratti di mappa”, selezionando “Individua Tipologia PREGEO 10 (cfr. figura seguente).”

[Omissis]

In caso di riscontro di una incoerenza, il sistema invia uno specifico messaggio, come nell’esempio di figura seguente.

[Omissis]

Il tecnico può accettare o meno la tipologia proposta dal sistema; nel caso di accettazione si determinerà l’aggiornamento del libretto con l’inserimento della nuova tipologia. Sarà quindi possibile dematerializzare il libretto senza dover rifare la proposta di aggiornamento.

In caso di adesione alla proposta è emesso una diagnostica di conferma (cfr. figura seguente).

[Omissis]

2) nuova Tipologia "19 - Atti a rettifica", al fine di consentire la predisposizione di atti di aggiornamento aventi il solo scopo di rettificare le misure topografiche riscontrate errate in fase di collaudo, presenti nelle banche dati catastali, ai soli fini della conservazione del catasto. Il punto sarà trattato nel paragrafo 8 del terzo capitolo.

3) Tipologia “14b - Tipo Mappale per nuovo fabbricato-particella senza scorporo di corte” da utilizzare per atti di aggiornamento riguardanti accatastamenti di nuove costruzioni, con stralcio da particella originaria di maggiore consistenza della sola area di sedime del fabbricato.

[Omissis]

I controlli che la procedura esegue automaticamente sulla tipologia sono gli stessi

controlli che vengono effettuati sulla tipologia "14 - Tipo Mappale per nuovo fabbricato con scorporo di corte", a meno del controllo riguardante il deposito presso il Comune, in quanto non obbligatorio per la fattispecie in esame.

Nella compilazione del modello per il trattamento dei dati censuari, è obbligatorio definire la superficie del fabbricato-particella come superficie reale (SR).

Si riporta un esempio di rappresentazione planimetrica e di modello censuario.

[Omissis]

4) Tipologia "1 - Tipo Mappale con conformità di mappa" e tipologia "21 - Tipo Mappale per passaggio all'Urbano di tutte le porzioni di fabbricato rurale e variazione dell'intero in Ente Urbano". Le tipologie in argomento riguardano i casi in cui le particelle trattate nell'atto di aggiornamento devono mantenere invariato l'identificativo catastale, essendo in esse presenti fabbricati già censiti al Catasto Edilizio Urbano.

Si riporta un esempio di rappresentazione planimetrica e di modello censuario.

[Omissis]

In caso di presenza di subalterni letterali rurali il modello censuario deve arricchirsi con la contemporanea loro soppressione (cfr. figura seguente).

[Omissis]

Durante la fase di approvazione dell'atto di aggiornamento è verificata l'esistenza della unità immobiliare urbana citata dal professionista nella banca dati del CEU, compresi i cassoni eventualmente costituiti e, in caso di esito negativo, sarà archiviato con lo stato "elaborato con errore" per la successiva sospensione da parte dell'Ufficio, se presentato e già protocollato in front-office; sarà respinto automaticamente dalla procedura se presentato in modalità telematica.

Ai fini del controllo, comunque, non è obbligatoria la compilazione dei campi relativi alla "Sezione Urbana" e ai "Subalterni".

Successivamente alla registrazione dell'atto di aggiornamento nelle banche dati catastali, l'Ufficio deve verificare il corretto allineamento tra l'identificativo catastale della particella trattata e quello corrispondente nel CEU, citato dal professionista.

5) Tipologia "2 - Tipo Mappale con conformità di mappa" e tipologia 22 - Tipo Mappale per passaggio all'Urbano di tutte le porzioni di fabbricato rurale e variazione dell'intero in Ente Urbano con variazione numero di mappa".

Con la nuova versione della procedura PREGEO 10 gli atti di aggiornamento che riguardano fabbricati già correttamente rappresentati nella mappa catastale, da dichiarare al CEU, si devono predisporre senza la proposta di aggiornamento e senza l'estratto di mappa allestito dal professionista.

Si riporta un esempio di rappresentazione planimetrica e di modello censuario.

[Omissis]

In caso di presenza di subalterni letterali rurali il modello censuario deve arricchirsi con la contemporanea loro soppressione.

6) Campo riguardante l'identificativo definitivo da costituirsi. È stata data la possibilità di inserire caratteri numerici per la trattazione degli atti di aggiornamento nelle zone in cui vige il sistema del catasto tavolare poiché, di regola, gli identificativi catastali costituite sono già noti prima della predisposizione dell'atto e rappresentati da caratteri numerici e non letterali (denominatore).

7) Gestione automatica delle annotazioni, al momento della registrazione in banca dati, concernente i casi di atti rientranti nella fattispecie di cui alla Circolare n. 194/T del 13 luglio 1995, Circolare n. 49/T del 27 febbraio 1996 e casi disciplinati dall'art. 30, comma 10, del decreto del Presidente della Repubblica del 6 giugno 2001, n. 380.

8) Tipologia "11 - Tipo Mappale per nuova costruzione su particella con superficie reale (SR) - Relativamente a tale tipologia di atto di aggiornamento, nella nuova versione della procedura per i professionisti, sono stati implementati i seguenti ulteriori controlli: verifica della presenza di almeno due punti contenuti nell'atto di aggiornamento che ha dato origine alla particella con superficie reale e verifica della natura della superficie originale, che deve risultare "superficie reale". Qualora i controlli suddetti diano esito negativo, sarà inibita la possibilità di predisporre l'atto di aggiornamento.

9) Tipologia "15 - Tipo Frazionamento dell'intera corte di un fabbricato con corte".

È stato inserito un controllo per la verifica che la particella originale sia individuata con la qualità "Ente Urbano" (282) .In caso di esito negativo, sarà inibita la possibilità di predisporre l'atto di aggiornamento.

10)Tipologia 34 - Tipo Frazionamento con fusione di particelle.

AI fine di evitare errate operazioni di fusione di particelle intestate a ditte diverse, è stato implementato un nuovo controllo che, a partire dalle informazioni desunte dall'estratto di mappa, verifica la corrispondenza dei dati relativi a differenti particelle originali che vengono fuse con la proposta di aggiornamento.

11) Gestione delle particelle con superfici reali

Nel caso in cui una particella, definita in banca dati con superficie nominale, viene rilevata interamente e deve, quindi, essere definita con superficie reale (SR), il libretto delle misure e il modello per il trattamento dei dati censuari devono essere compilati con le seguenti modalità.

[Omissis]

II libretto delle misure deve essere compilato inserendo due “righe di tipo 7” per la vettorizzazione del contorno della particella interessata:
  • una “riga di tipo 7” relativa alla particella originale: 
    6|contorno lotto 1175| 7|6|201|301|305|404|403|201|NC|1175|1175|

  • una “riga di tipo 7”, relativa alla particella costituita:
    6|contorno lotto AAA| 7|6|201|301|305|404|403|201|NC|AAA|1175|

Il modello censuario da predisporre sarà il seguente:

[Omissis]

12)Conservazione sostitutiva a norma dei documenti digitali in luogo di quelli cartacei. In attuazione a quanto previsto dal Codice dell'amministrazione digitale è stata predisposta una procedura per la de materializzazione dell'atto di aggiornamento nel formato "PDF/A". 
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 164 pagine in formato A4

30,00 €