Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

IL CODICE DELLE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> CASISTICA --> CIMITERI

È legittima un’ordinanza contingibile e urgente, riconducibile alla tipologia di cui all’art. 50 del TUEL, con la quale si intende far fronte ad una situazione di pericolo per l’igiene e la salute pubblica derivante dal protrarsi della permanenza di salme mummificate nel deposito cimiteriale comunale, incompatibile con la funzione del deposito stesso e contraria alle norme di igiene pubblica.

Non potendosi fare ricorso al procedimento ordinario di inumazione o di sistemazione in loculi per indisponibilità degli appositi spazi nel cimitero comunale, è legittima l'adozione, da parte del Sindaco, di ordinanze contingibili ed urgenti per fronteggiare la situazione e l’assoluta necessità di porre in essere un intervento non rinviabile, a tutela della pubblica incolumità, irrilevante essendo che la situazione sia risalente nel tempo laddove sia proprio il protrarsi di tale situazione ad aggravare il pericolo e l’urgenza del provvedere, i quali giustificano la deviazione dal principio di tipicità degli atti amministrativi e la possibilità di derogare alla disciplina vigente, stante la configurazione residuale, quasi di chiusura, di tale tipologia provvedimentale.

Nel caso di indisponibilità momentanea di loculi cimiteriali, nelle more della realizzazione di nuovi spazi atti alla sepoltura di salme, difetta il requisito della contingibilità necessario per legittimare l’emanazione di un'ordinanza contingibile, in quanto tale ipotesi non può configurarsi quale situazione di carattere eccezionale ed imprevisto, essendo il risultato di alcuni fattori, quali la mortalità della popolazione residente ed il numero e l’ampiezza degli spazi cimiteriali disponibili, che risultano in realtà ampiamente prevedibili e suscettibili di programmazione pluriennale.

E' impossibile ricondurre ad evento straordinario ed imprevedibile l'esaurimento dei posti salma in un cimitero comunale, avvenuto nel tempo, nell'inerzia dell'amministrazione comunale, che nulla ha fatto per far fronte a tale più che prevedibile conseguenza, che va affrontata non con l'emanazione di ordinanze contingibili e urgenti, ma con gli strumenti ordinari previsti dall’ordinamento giuridico e senza non consentite deroghe alle previsioni del Regolamento di Polizia Mortuaria.

È illegittima l’ordinanza contingibile ed urgente con la quale viene disposto l’utilizzo per un apprezzabile lasso di tempo di loculi dati in concessione per la sepoltura di salme di terzi e che sia motivata sulla base di una situazione di emergenza dovuta all’asserita carenza di posti salma per inumazione che però sia risalente nel tempo.

&Egra... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 4,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista