Carrello
Carrello vuoto

RICICLAGGIO E FAVOREGGIAMENTO REALE

Appendice integrativa sul nuovo delitto di autoriciclaggio



 
titolo: RICICLAGGIO E FAVOREGGIAMENTO REALE
sottotitolo: Appendice integrativa sul nuovo delitto di autoriciclaggio
autore/i: Verrucchi, Michele
area/e tematica/che: penale - finanza e tributi
data: Febbraio 2015
testo in formato: pdf  
pagine: 174
 
prezzo:
€ 15,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
info autori
guarda le slides
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE
leggi i seguenti brani : -Evoluzione storica della normativa sul reato di «riciclaggio»
-Fisionomia del delitto di riciclaggio
-Riciclaggio di denaro: il bene giuridico protetto e il soggetto attivo

editore: Exeo
collana: il penale
numero in collana: 4
isbn: 978-88-6907-099-0
sigla: FCL09
categoria: MONOGRAFIE
tipologia: studio applicato
genere: manuali
altezza: cm 24
larghezza: cm 17
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
 
prezzo:
€ 15,00

leggi i seguenti brani : Evoluzione storica della normativa sul reato di «riciclaggio»
Fisionomia del delitto di riciclaggio
Riciclaggio di denaro: il bene giuridico protetto e il soggetto attivo
 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

>> <<





Il volume consegna al lettore una compiuta analisi del riciclaggio e del favoreggiamento reale, cercando di cogliere i punti di maggiore contatto tra le due fattispecie, per poi giungere all'illustrazione di un originale criterio risolutivo del loro apparente conflitto: la “rilevanza del contesto tipico di fattispecie”. Chiude il libro una serie di riflessioni critiche sul delitto di autoriciclaggio, introdotto nell'ordinamento italiano il 4 dicembre 2014.

Introduzione
CAPITOLO I - IL DELITTO DI RICICLAGGIO: DEFINIZIONE, CRONISTORIA E FISIONOMIA DI UN COMPLESSO FENOMENO CRIMINOSO
    
“Etimologia” e significato del reato    
L’origine della fattispecie: il contesto internazionale; in particolare, la Convenzione di Vienna del 1988 e l’esperienza degli Stati Uniti    
L’evoluzione della normativa italiana    
Il primo intervento legislativo: la Legge n. 191/1978, di conversione del D.L. n. 59/1978    
(Segue): il secondo intervento legislativo. La Legge n. 55/1990 nel quadro delle sollecitazioni europee ed internazionali    
(Segue): il terzo intervento legislativo. La Legge n. 328/1993 alla luce della Convenzione di Strasburgo del 1990  
L’attuale fisionomia del delitto di riciclaggio, anche nel coordinamento con la recentissima fattispecie delittuosa prevista e punita dall'art. 648-ter. 1. c.p.    
Il reato presupposto    
(Segue): il bene giuridico protetto e l'oggetto materiale    
(Segue): il complesso regime del soggetto attivo    
(Segue): la condotta    
(Segue): l'elemento soggettivo    
CAPITOLO II - IL DELITTO DI FAVOREGGIAMENTO REALE: L'AUTENTICA FATTISPECIE-MADRE DEL DELITTO DI RICICLAGGIO    
Genesi e breve excursus storico    
La struttura della fattispecie    
Il soggetto attivo    
(Segue): i presupposti normativi della condotta. In particolare, il reato fonte
(Segue): il bene giuridico    
(Segue): la condotta    
(Segue): l'elemento soggettivo    
CAPITOLO III - RICICLAGGIO E FAVOREGGIAMENTO REALE: UNA COMPLESSA IPOTESI DI CONFLITTO APPARENTE DI NORME    
Premessa    
Il complesso fenomeno del conflitto apparente di norme: inquadramento dogmatico    
(Segue): il conflitto apparente di norme come “antilogia giuridica” e il corretto ambito di sua configurabilità (rectius, supponibilità)    
Riciclaggio e favoreggiamento reale: le ragioni del loro apparente conflitto    
La risoluzione del conflitto apparente di norme: il criterio della “rilevanza del contesto tipico di fattispecie” nell'ambito di una interpretazione metapositiva del principio di specialità    
I limiti di un confronto strutturale operato in astratto: i rischi di una decontestualizzazione del fatto storico    
Il caso “Menarini”: un esempio di applicazione del criterio della “rilevanza del contesto tipico di fattispecie”?    
APPENDICE INTEGRATIVA - UN “PASTICCIACCIO” ITALIANO: PRIME CONSIDERAZIONI CRITICHE INTORNO AL NUOVISSIMO DELITTO DI AUTORICICLAGGIO (ART. 648-TER. 1. C.P.)    
Premessa: il “privilegio di autoriciclaggio” quale causa storica di  inefficienza dell'art. 648-bis c.p.    
Il neonato delitto di autoriciclaggio (art. 648-ter 1. c.p.): la creazione di un'autonoma fattispecie incriminatrice, in spregio alle proposte di modifica della normativa vigente    
Il neonato delitto di autoriciclaggio (art. 648-ter 1. c.p.): prime riflessioni critiche    
BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA