Carrello
Carrello vuoto



Forma delle notifiche


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:NOTIFICHE nell'ambito del governo del territorio
anno:2018
pagine: 227 in formato A4, equivalenti a 386 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 15,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Nonostante sia jus receptum che l'Amministrazione non abbia sempre l'obbligo di effettuare la comunicazione dei propri atti ai relativi destinatari nelle forme proprie della notificazione degli atti giudiziari, la comunicazione degli stessi deve comunque avvenire con modalità idonee a portare a conoscenza del destinatario la determinazione assunta dalla p.a.

La notifica eseguita dal messo di conciliazione, anziché dall'ufficiale giudiziario, senza la specifica autorizzazione del capo dell'ufficio e in assenza delle deroghe previste dal D.P.R. n. 1229 del 1959, art. 34, comma 1 è affetta da nullità che, ove detta forma di notifica sia stata eseguita in relazione ad atti amministrativi, segnatamente al decreto di espropriazione, non può essere sanata per il fatto che comunque l'atto abbia raggiunto il suo scopo, non trovando applicazione nell'ambito del procedimento amministrativo la sanatoria prevista in via esclusiva per gli atti processuali dagli artt. 156 e 157 cod. proc. Civ.

Le censure in ordine al quomodo di esecuzione delle notifiche (per essere stato il decreto che determina in via provvisoria l'indennità notificato per posta e a mezzo di ufficiale giudiziario) devono ritenersi nell'ordine pretestuose,... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... parte abbia avuto comunque tempestiva comunicazione e conoscenza dell'atto (ed è ben nota la giurisprudenza "sostanzialistica" che in tali ipotesi dequota ogni asserito vizio a mera irregolarità ) ed infondate in quanto "le forme degli atti processuali civili" ricomprendono la notifica a mezzo posta.

Ancorché la notificazione dell'atto di offerta dell'indennità provvisoria, sia asseritamente avvenuta in modo irrituale (ovvero mediante messo comunale e non avvalendosi dell'ufficiale giudiziario), deve comunque ritenersi che la stessa abbia comunque raggiunto il suo scopo, qualora il destinatario abbia presentato le relative e tempestive osservazioni.

Non assume alcun valore vincolante l'indicazione della "notificazione" normativamente fornita, dovendosi senza dubbio accordare rilevanza all'effettività della conoscenza dell'atto, sia pure conseguita a mezzo di comunicazione del medesimo.

Legittima è la notifica del decreto di occupazione tramite messo comunale anziché nelle forme proprie degli atti processuali civili, qualora il destinatario abbia comunque ricevuto la notifica.

Il d.p.r. 327/2001 impone la notifica degli atti nelle forme degli atti processuali civili p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...decreto di esproprio (art. 23 comma primo lett g), mentre quanto alla dichiarazione di pubblica utilità è prescritta la comunicazione al soggetto passivo mediante raccomandata con avviso di ricevimento o altra forma equipollente (art 17 c. secondo).



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI