Carrello
Carrello vuoto



Impugnazione della progettazione dell'opera pubblica


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:LA PROGETTAZIONE nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 290 in formato A4, equivalenti a 493 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Ammettere che tutti gli aspetti definiti dal preliminare non possano essere più contestati una volta divenuto inoppugnabile, configurerebbe una sorta d'inoppugnabilità a formazione progressiva ove, nell'ambito di una stessa opera pubblica, alcuni aspetti progettuali (quelli riconducibili al preliminare) sarebbero inoppugnabili e altri (quelli introdotti per la prima volta dalla progettazione definitiva) sarebbero oppugnabili; meglio allora conservare il livello di progettazione definitivo come soglia avverso la quale devono concentrarsi tutte le impugnative.

L'approvazione del progetto preliminare di un'opera pubblica non è atto direttamente lesivo e non è dunque autonomamente impugnabile, mentre lo è l'approvazione del progetto definitivo, che – contenendo la dichiarazione di pubblica utilità – imprime al bene privato quella particolare qualità o utilità pubblica che lo rende assoggettabile alla procedura espropriativa, sì che solo esso rende attuale l'eventuale lesione derivata da vizi riferibili all'approvazione del progetto preliminare.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> ELENCO TRIENNALE E AGGIORNAMENTO ANNUALE

La natura del programma t... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lle oo.pp., è da verificare in ragione della sua effettiva lesività; potendo essere realizzato solo attraverso una specifica procedura di attuazione (che inizia con l'approvazione progettuale dell'opera), non è in grado quindi di determinare una immediata lesione della posizione interessata.

L'inserimento di un'opera pubblica nel programma triennale incide sull'interesse dei privati per il fatto che l'opera stessa fino al momento della sua inclusione nell'atto di programmazione in parola non è realizzabile mentre, successivamente a tale determinazione, ne è doverosa la realizzazione nel triennio secondo l'ordine di priorità del programma approvato e con le disponibilità finanziarie specificamente apprestate. Ne consegue l'immediata lesività del relativo provvedimento.

L'inserimento di un'opera pubblica nel programma triennale incide sull'interesse dei privati per il fatto che l'opera fino al momento della sua inclusione nell'atto di programmazione in parola non era realizzabile mentre, successivamente a tale determinazione, ne è doverosa la realizzazione nel triennio secondo l'ordine di priorità del programma approvato e con le disponibilità finanziarie specificamente appr... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tto piano delle opere pubbliche è pertanto immediatamente impugnabile.

L'approvazione del programma triennale delle opere pubbliche e l'inserimento in esso di un'opera pubblica, non sono atti di natura provvedimentale di per sé lesivi delle posizioni dei privati, così come anche l'approvazione di un'opera pubblica, ove l'atto rimanga nella sfera gestionale dell'amministrazione.

Nessuna efficacia immediatamente lesiva può avere l'inserimento dell'opera nel programma delle opere pubbliche insieme al relativo studio di fattibilità, posto che il predetto atto ha una natura meramente programmatica.

Non è atto immediatamente lesivo e come tale non è impugnabile, l'atto di approvazione del piano triennale dei lavori pubblici.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROGETTAZIONE DEFINITIVA

La progettazione dell'opera pubblica è suscettibile di essere impugnata e deve essere tempestivamente impugnata, pena la decadenza dalla possibilità di censurare le scelte di localizzazione dell'opera, quando raggiunge il livello del progetto definitivo. Viceversa non può essere avversata l'opera in una fase caratterizzata da mera attivit&a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...aratoria e di programmazione dell'opera, in cui la posizione del proprietario non è ancora tutelata dall'ordinamento, in ragione della assenza di un interesse concreto e attuale a censurare la scelta tecnica a uno stadio così precoce.

Ogni doglianza inerente alle caratteristiche tecniche del progetto definitivo dell'opera pubblica deve farsi valere tempestivamente, impugnando la relativa delibera di approvazione.

L'adozione del progetto definitivo, proprio in quanto espressamente contenente la dichiarazione di pubblica utilità, non può che essere qualificato come atto immediatamente e direttamente lesivo della posizione giuridica dei proprietari, dovendogli essere riconosciuto l'effetto di affievolimento del diritto di proprietà ad interesse legittimo; ne consegue per i proprietari l'onere di immediata impugnazione.

La finale ed immediata lesività discende dall'approvazione del progetto definitivo di opera pubblica, siccome idoneo a concretare dichiarazione di pubblica utilità delle aree ablate.

E' solo con l'approvazione del progetto definitivo che può assumere attualità l'eventuale lesione di una situazione giuridica, già derivante da autonomi vi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ell'approvazione del progetto preliminare, la cui impugnazione è di per sé inammissibile.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROGETTAZIONE DEFINITIVA --> ADOZIONE E/O APPROVAZIONE

E' solo dal momento dell'approvazione del progetto definitivo che si concretizza l'interesse all'impugnazione del progetto; è infatti solo con il progetto definitivo che l'opera pubblica assume una stabile connotazione che consente di valutare appieno i profili di interferenza, e quindi di lesività.

In ipotesi di atti pluristrutturati a complessità ineguale, ove ad una prima fase di adozione segue la successiva approvazione da parte dell'ente di dimensioni maggiori (nel caso di specie adozione da parte del Comune ed approvazione da parte della Provincia del progetto definitivo), l'omessa impugnazione del provvedimento di approvazione non determina alcuna preclusione all'ammissibilità né determina l'improcedibilità del ricorso proposto contro la delibera di adozione.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROGETTAZIONE PRELIMINARE

Se è vero che per pacifica giurisprudenza l'atto di approvazione del progetto preliminare di un... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lica non è autonomamente impugnabile, poiché soltanto il progetto definitivo è immediatamente lesivo della posizione giuridica privata e rende attuale l'eventuale lesione già derivante da vizi propri riferibili all'approvazione del progetto preliminare, a tale regola si fa però eccezione nel caso in cui dalla fase di progettazione preliminare scaturiscano effetti ulteriori rispetto a quelli meramente interni alla sequenza procedimentale di progettazione: in particolare, nella giurisprudenza di merito è citata l'ipotesi in cui all'approvazione del progetto preliminare si accompagni l'adozione di variante allo strumento urbanistico, allorché le opere non risultino conformi alle previsioni dello strumento urbanistico relative all'area di localizzazione (cfr. art. 19 del d.P.R. nr. 327 del 2001).

Laddove la delibera di approvazione del progetto preliminare con contestuale variante urbanistica introduca anche una previsione di vincolo espropriativo, vi è non già una facoltà ma un onere d'immediata impugnazione, non potendo in seguito più contestarsi la localizzazione dell'opera rispetto alla proprietà del ricorrente: tanto discende dagli ordinari principi in materia di procedure esprop... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...segnatamente, dal principio di separazione tra la procedura di imposizione del vincolo e la procedura ablatoria propriamente detta (e di autonoma e immediata impugnabilità dei relativi atti conclusivi).

Di regola è inammissibile, per inattualità dell'interesse, l'impugnativa della approvazione del progetto preliminare, dovendosi le relative doglianze proporre avverso l'approvazione del progetto definitivo (l'approvazione del progetto preliminare di opera pubblica non è, normalmente, atto autonomamente impugnabile, in quanto non è, a differenza del progetto definitivo, immediatamente lesivo della posizione giuridica privata, a meno che essa non contenga statuizioni direttamente lesive della sfera giuridica dei soggetti interessati).

L'atto di approvazione del progetto preliminare non può valere quale dichiarazione di pubblica utilità, neppure implicita, atteso che il riferimento all'art. 1 della legge n. 1/1978 non può che riguardare il progetto definitivo dell'opera, al quale (e non anche al preliminare) è riconnessa per implicito la dichiarazione di pubblica utilità; tale atto avendo natura endoprocedimentale non è dotato di una propria lesività, come tale non &e... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ettibile di autonoma impugnazione.

L'atto di approvazione del progetto preliminare non è un atto di per sé autonomamente impugnabile, in quanto solo endoprocedimentale, diversamente da quelli che approvano il progetto definitivo e quello esecutivo, che sono invece impugnabili in quanto suscettibili di ledere la posizione giuridica soggettiva individuale.

Le delibere di approvazione del progetto preliminare dell'opera pubblica, per giurisprudenza pacifica, non sono immediatamente lesive perché non comportano la dichiarazione di pubblica utilità che invece va ricondotta, ai sensi dell'art. 12 del D.P.R. 8.6.2001 n. 327, all'approvazione del progetto definitivo dell'opera pubblica.

L'approvazione del progetto preliminare di opera pubblica non è ex sé atto autonomamente impugnabile, in quanto non è (a differenza del progetto definitivo) immediatamente lesivo della posizione giuridica privata, a meno che esso non contenga statuizioni direttamente lesive della sfera giuridica dei soggetti interessati.

Solo con il progetto definitivo l'opera pubblica assume una stabile connotazione che consente di valutare appieno i profili di interferenza, e quindi di lesività, con le p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...uridiche dei confinanti o vicini o perseguiti dalle associazioni ambientali, mentre al livello di progettazione preliminare la stessa è ancora ad uno stadio iniziale, abbozzato, e, come tale, suscettibile di modifiche per radicare un interesse concreto all'impugnazione.

A fronte della natura preliminare del progetto i cui effetti sono dettati dalla legislazione statale in termini di principio fondamentale, nessun concreto effetto diretto e definitivo, può trarsi, ai fini di immediata impugnazione, in base a forzature ermeneutiche di norme regionali (nella specie art. 59 l.r. Liguria 3697), sia per la preminenza del dato normativo statale sia per la logicità della conclusione che impone di verificare gli effetti dell'approvazione di un progetto in relazione alla definitività del progetto stesso.

Il progetto preliminare, quale atto endoprocedimentale, non ha natura direttamente lesiva rispetto alla successiva approvazione del progetto definitivo.

L'approvazione del progetto preliminare, riguardando a norma dell'art. 16 della legge n. 109/1994 la prima fase della progettazione a cui inerisce la verifica della fattibilità dell'opera pubblica sotto l'aspetto tecnico e finanziario e delle esigenze da sod... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...n ha, in linea di principio, contenuto direttamente lesivo della sfera giuridica del privato. E' solo il progetto definitivo che sottoponendo la proprietà a vincolo espropriativo, è atto direttamente lesivo ed autonomamente impugnabile.

Il progetto preliminare di un'opera pubblica non costituisce atto provvedimentale ad effetti esterni in grado di recare pregiudizio a terzi.

L'approvazione del progetto preliminare di opera pubblica non è, normalmente, atto autonomamente impugnabile, in quanto non è (a differenza del progetto definitivo), immediatamente lesivo della posizione giuridica privata.

La deliberazione avente ad oggetto un progetto preliminare non può avere di per sé effetti lesivi; a maggior ragione quale tale atto riguardi un'opera già ultimata per cui è insuscettibile di incidere sulla posizione dell'interessato e di recargli pregiudizio o di condizionare la sua pretesa risarcitoria.

E' immediatamente impugnabile il provvedimento avente una valenza complessiva che esorbita i limiti della fase di progettazione preliminare prevista all' art. 93 del D. Lgs.vo 12/4/2006, n. 163 e si presenta piuttosto come un provvedimento atipico a contenuto plurimo.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...Il progetto preliminare di opera pubblica non è autonomamente impugnabile; ciò in quanto la lesione si verifica allorché venga dichiarata la pubblica utilità dell'opera e dato inizio alla procedura di esproprio dei terreni sui quali essa dovrà allocarsi. Solo da questo momento diventa attuale l'interesse del privato ad impugnare, unitamente all'atto che dà inizio al procedimento ablatorio, anche l'approvazione del progetto preliminare che ne costituisce il presupposto.

E' inamissibile l'impugnazione del provvedimento concernente l'approvazione del progetto preliminare, in quanto non immediatamente lesivo.

Il provvedimento di approvazione del progetto preliminare non ha effetti lesivi nei confronti dell'interessato, salvo che, per un'eventuale alterazione dell'iter procedimentale, sia esso stesso ad incidere immediatamente e direttamente sul bene oggetto della procedura espropriativa, recando quindi un vulnus alla posizione del cittadino proprietario; diversamente il ricorso avverso tale atto è inamissibile.

E' impugnabile il progetto preliminare qualora i suoi effetti siano ulteriori rispetto a quelli meramente interni alla sequenza procedimentale di progettazione, quale l'effetto dell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...contestuale adozione di variante allo strumento urbanistico.

Gli atti, quali l'approvazione del progetto preliminare e del progetto esecutivo, la comunicazione della data di immissione in possesso, ecc., non possono considerarsi ex se immediatamente lesivi, salvo che, per un'eventuale alterazione dell'iter procedimentale siano essi stessi ad incidere immediatamente e direttamente sul bene oggetto della procedura espropriativa, come in ipotesi in cui l'Amministrazione abbia inteso dare al progetto preliminare gli stessi effetti di quello definitivo, fissando tra l'altro in esso i termini di inizio e fine dei lavori e delle espropriazioni.

L'approvazione del progetto preliminare non implica dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, che conseguirà unicamente all'atto dell'approvazione del progetto definitivo/esecutivo; il relativo provvedimento non è pertanto autonomamente impugnabile.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROGETTAZIONE PRELIMINARE --> OPERE STRATEGICHE

Diversamente da quel che avviene nelle ordinarie procedure finalizzate all'approvazione di progetti di opere pubbliche, il progetto preliminare delle opere strategiche di interesse nazionale non costituisce... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ente preparatorio, bensì atto pacificamente dotato di una propria autonomia e di immediata capacità lesiva: e ciò perché costituisce fonte del vincolo preordinato all'espropriazione, essendo lo stesso diretto ad incidere immediatamente nella sfera giuridica dei titolari di diritti sugli immobili interessati dalla suddetta procedura ablativa.

Diversamente da quel che avviene nelle ordinarie procedure finalizzate all'approvazione di progetti di opere pubbliche, il progetto preliminare delle opere strategiche di interesse nazionale non è atto meramente preparatorio, bensì è atto dotato di una propria autonomia e di immediata capacità lesiva e ciò perché fonte del vincolo preordinato all'espropriazione.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROGETTO IN LINEA TECNICA

La deliberazione che abbia approvato il progetto definitivo esclusivamente al fine di ottenere il finanziamento e non, pertanto, al fine stabilito dall'art. 12 comma, 1 lett. a) del D.P.R. 327/2001, cioè al fine di disporre la dichiarazione di pubblica utilità, non risulta idonea ad arrecare alcuna lesione effettiva, immediata e concreta agli interessi del proprietario inte... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...n il corollario della carenza di interesse all'impugnativa di tale atto: ai fini dell'ammissibilità del ricorso giurisdizionale, infatti, la lesione dell'interesse sostanziale del ricorrente, qualificante l'interesse ad agire, deve costituire una conseguenza immediata e diretta del provvedimento della P.A. e deve essere concreta e non meramente potenziale.

L'approvazione in linea tecnica di un progetto di opera pubblica costituisce mero atto preparatorio, con esclusive finalità finanziarie, della successiva necessaria deliberazione di approvazione del progetto recante declaratoria di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza dell'opera (essa sì lesiva) e, come tale, non è impugnabile.

L'approvazione del progetto in linea meramente tecnica costituisce atto endoprocedimentale, come tale di per sé non impugnabile; la lesione della posizione del privato è configurabile solo relativamente alla dichiarazione di pubblica utilità, la quale soltanto comporta l'affievolimento ad interesse legittimo del diritto soggettivo del proprietario e la costituzione, in capo all'Ente, del potere espropriativo avente ad oggetto i terreni sui quali l'opera dovrà essere allocata.

GIUDIZ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...MPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> PROJECT FINANCING

Nell'ambito della procedura di project financing, rispetto ai terzi, il provvedimento d'individuazione della proposta assume l'idoneità lesiva del progetto preliminare per cui mentre il promotore ha interesse a contestare le valutazione dell'amministrazione sulla propria proposta, ben diversa è tuttavia la posizione di soggetti estranei alla procedura, i quali in definitiva non contestano le modalità della procedura di project financing ma piuttosto lamentano le criticità del progetto approvato.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> QUADRO ECONOMICO

L'atto con cui sono apportate modifiche al quadro economico è privo di effetti pregiudizievoli; ne consegue l'inammissibilità del gravame diretto nei confronti di tale atto.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> PROGETTAZIONE --> STRALCI

A fronte della perdita del diritto di proprietà ad opera di espropriazione finalizzata alla realizzazione di un'opera pubblica, sussiste l'interesse del proprietario alla richiesta di sindacato giurisdizionale in ordine agli atti di predisposizione ed approvazione del progetto, ivi compresa l'event... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...inazione di approvarlo per stralci.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI