Carrello
Carrello vuoto

imposte

 

TEMI degli articoli



Ritenuta fiscale sull'indennità di occupazione
Per effetto del disposto di cui al comma 444 dell'art. 1 della L. 23 dicembre 2005, n. 266 - legge Finanziaria 2006 che è intervenuta sull'ari. 35, comma 6, del DPR 327/2001, a far data dal 1° gennaio 2006, le indennità corrisposte per l'occupazione temporanea, al pari delle indennità di esproprio, non devono più essere assoggettate a tassazione se realizzate su terreni ricadenti nelle zone E ed F. Continuano, invece, ad essere assoggettate a tassazione le indennit ...

Imposizione fiscale sull'indennità di espropriazione per pubblica utilità: presupposto d'imposta
Alla luce del disposto di cui alla L. n. 413/1991, art. 11, comma 5, e della circolare 24 luglio 1998, n. 194/E, sono soggette a tassazione le plusvalenze realizzate dalle persone fisiche non esercenti imprese commerciali, relative a: a) indennità di esproprio; b)redditi derivanti dalle cessioni volontarie; c) somme comunque dovute per effetto di acquisizione coattiva conseguente ad occupazioni di urgenza divenute illegittime, quest'ultime da intendersi comprensive sia delle somme co ...

Indennità di esproprio, prelievo fiscale: rimborso
In materia di tassazione delle plusvalenze, la normativa vigente non consente alcuna discrezionalità all'ente che eroga una indennità di esproprio o altra somma riconducibile comunque ad un procedimento ablatorio, mentre per altro verso è consentito alla parte interessata richiedere con la dichiarazione dei redditi la tassazione ordinaria rispetto a quella fissa del 20% operata all'origine, con tutte le conseguenze del caso in ordine alla rideterminazione degli importi. Qualor ...

Legittimità costituzionale della tassazione dell'indennità di esproprio
La disciplina di cui al commi 1, lett. f), e 5 della legge all'art. 11 L. n. 413/191, non pone dubbi di legittimità costituzionale, in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., sul rilievo che essa determinerebbe un'ingiustificata differenziazione di situazioni omogenee o una lesione del principio di capacità contributiva rispetto alle espropriazioni che invece rimarrebbero indenni da tassazione solo perché l'Amministrazione ha corrisposto indennità prima del 31-12-1991; al ri ...

Ritenuta fiscale sull'indennità di espropriazione: principio di cassa
La disciplina transitoria di cui al comma 9 dell'art. 11 L. n. 413/1991 - che consente, con una parziale retroattività, la tassazione di plusvalenze percepite prima dell'entrata in vigore della legge, condizionandola, però, al fatto che nel triennio successivo al 31 dicembre 1988 siano intervenuti sia il titolo, fonte della plusvalenza, sia la percezione della somma - non si riferisce anche alle riscossioni di plusvalenze successive all'entrata in vigore della legge, le quali sono ...

Tassazione dell'indennità di esproprio percepita dopo il 1991 per trasferimenti anteriori al 1989
In tema di imposte sui redditi, ai sensi della L. n. 413 del 1991, art. 11, ogni pagamento che realizzi una plusvalenza in dipendenza di procedimenti espropriativi e sia conseguito dopo l'entrata in vigore della norma citata è assoggettato a tassazione, ancorché il decreto di esproprio o la cessione volontaria o l'occupazione acquisitiva siano intervenuti in epoca anteriore al 1 gennaio 1989.

Rilevanza delle zone omogenee nella tassazione dell'indennità di esproprio per pubblica utilità
Ai fini dell'assoggettamento a tassazione delle plusvalenze conseguenti alla percezione di indennità di espropriazione, occorre verificare se l'area in relazione alla quale si verifica il presupposto impositivo, sia inserita nelle zone omogenee di tipo A, B, C, D o per espressa previsione dello strumento urbanistico generale di primo livello, ovvero per il suo inserimento in linea di fatto, in forza di piano attuativo di secondo o terzo livello.

Indennità di espropriazione e ICI
La giurisprudenza ha chiarito che il meccanismo antielusivo dell'ICI di cui all'art. 37, comma. 7, TU 327/01 non costituisce un criterio di determinazione dell'indennità e ha inteso armonizzare la norma in parola con il diritto dell'espropriato, anche se evasore, a ricevere un serio ristoro, subordinando l'erogazione dell'indennità alla regolarizzazione della posizione tributaria. Ne consegue che, in adesione a tale, recente, orientamento giurisprudenziale, la ondanna al deposito ...

Tassazione dell'indennità di esproprio su aree edificate
La disposizione della L. 30 giugno 1991, n. 413, art. 11 - secondo cui ogni pagamento che realizzi una plusvalenza in dipendenza di procedimenti espropriativi e sia conseguito dopo l'entrata in vigore della norma citata è assoggettato a tassazione, ancorché il decreto di esproprio sia intervenuto in epoca anteriore al 1 gennaio 1989 - si applica a qualunque procedimento per l'espropriazione di terreni da destinare alla costruzione di opere pubbliche, anche se su di essi insistano f ...

Compatibilità del prelievo fiscale sull'indennità di esproprio alla luce della convenzione europea diritti dell'uomo
La ritenuta fiscale di cui alla L. n. 413 del 1991, art. 11, non incide sul "giusto equilibrio", tra le esigenze dell'interesse generale della comunità e il requisito della salvaguardia del diritto di proprietà discendente dall'Art. 1 del Protocollo Addizionale n. 1 alla CEDU, attenendo solo al momento successivo dell'esercizio del potere impositivo delle Stato sui propri contribuenti, senza incidenza sugli aspetti sostanziali della vicenda espropriativa.

Indennità di espropriazione, irpef, periodo 1988 - 1991
La disciplina transitoria di cui al comma 9 dell'art. 11 L. n. 413 del 1991 prevede con una parziale retroattività, la tassazione di plusvalenze percepite prima dell'entrata in vigore della legge, sempre che che nel triennio successivo al 31 dicembre 1988 siano intervenuti sia il titolo, fonte della plusvalenza, sia la percezione della somma.

La plusvalenza nella ritenuta fiscale irpef nell'indennità di esproprio
La L. n. 413 del 1991, art. 11, comma 5, comprendendo specificamente non le sole indennità di esproprio, ma anche le somme percepite a seguito di cessioni volontarie o per effetto di acquisizione coattiva, risulta articolata in modo tale da ricomprendere nel suo ambito di applicazione ogni plusvalenza la quale trovi, comunque, origine nella percezione di somme corrisposte nell'ambito di un procedimento che riguardi l'acquisizione, a qualunque titolo, di terreni cui venga data la partico ...