Carrello
Carrello vuoto

atti esproprio

 

TEMI degli articoli



Annullamento della proroga della dichiarazione di pubblica utilità
Per effetto dell'annullamento dell'atto di proroga dei termini di efficacia della pubblica utilità viene meno, per illegittimità derivata, il provvedimento di esproprio, e così come viene meno il provvedimento di proroga dell'occupazione d'urgenza e l’efficacia gli altri atti della procedura espropriativa, cessando la legittimità dell’occupazione delle aree.

Effetti dell'annullamento della dichiarazione di pubblica utilità
L’annullamento di atti inerenti la procedura di espropriazione per pubblica utilità comporta, quale effetto ripristinatorio del giudicato in termini di adeguamento dello stato di fatto a quello di diritto, la restituzione del bene oggetto di ablazione previa riduzione in pristino nonché l’obbligo di risarcire il danno da illegittimo spossessamento.

Annullamento del decreto di occupazione
Dall'annullamento del provvedimento di occupazione, sia in sede giudiziale che in via di autotutela, consegue che l'apprensione degli immobili effettuata in esecuzione del medesimo, deve essere considerata senza titolo fin dall'inizio.

Caducazione del decreto di occupazione a seguito dell'annullamento della pubblica utilità
L'occupazione d'urgenza ha come presupposto indefettibile l'esistenza di una valida ed efficace dichiarazione di pubblica utilità, sicché quando quest'ultima manchi, perché sia priva dei termini per il compimento dell'espropriazione e dei lavori di cui della L. n. 2359 del 1865, art. 13 o perché (nel caso di specie), le opere non hanno avuto inizio nel triennio successivo all'approvazione del progetto (L. n. 1 del 1978, ex art. 1, comma 3), il decreto di occupazione resta ...

Effetti conseguenti alla caducazione delle dichiarazioni di pubblica utilità
L’avvenuta caducazione dell’atto contenente la dichiarazione di pubblica utilità rende l’occupazione dell’area privata inefficace e sine titulo, con la conseguenza che l’acquisizione del bene per la realizzazione dell’opera pubblica deve considerarsi come priva di un valido titolo ablativo e la sua detenzione va valutata alla stregua di un illecito permanente.